I racconti di Mala Strana
0 1 0
Materiale linguistico moderno

Neruda, Jan

I racconti di Mala Strana

Abstract: Racconti di Malá Strana e altre storie praghesi contiene, in una nuova traduzione, i più bei racconti della celebre raccolta, nei quali il lettore ritroverà personaggi nerudiani indimenticabili, come i nemici-amici Rysànek e Schlegl, il nobile mendicante Vojtisek, il commerciante Vorel con la sua pipa, la piagnucolosa signora Ruska, dedita ai funerali. Accanto a queste vecchie conoscenze, presentiamo inoltre alcuni altri testi nerudiani finora inediti in italiano: ambientati a Praga, ne esprimono anch'essi l'inconfondibile atmosfera, allo stesso tempo razionale e misteriosa, senza rinunciare a una buona dose di umorismo. Di tutti gli scritti qui selezionati è tratto saliente la maestria stilistica e narrativa, unita a una penetrante capacità di osservazione e di comprensione della vita, storica e interiore. Ne emerge un ritratto vivido e intenso della società e della cultura centroeuropea a metà del XIX secolo, raffigurata nella sua prospettiva praghese.


Titolo e contributi: I racconti di Mala Strana / Jan Neruda ; a cura di Vedunka Kuzelova e Alberto Lunardi

Pubblicazione: Torino : UTET, [1984]

Descrizione fisica: X, 332 p. ; 18 cm.

ISBN: 88-02-03887-2

Data:1984

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Opera:

Nomi: (Autore) (Editore)

Soggetti:

Classi: 891.8634 Letteratura ceca. 1620-1899 [22]

Luoghi: Torino

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 1984

Sono presenti 4 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Asola XX 891.8 /7 NERJAN AS-218 Su scaffale Prestabile
Bozzolo MAG NLAM NER BZ-13716 Su scaffale Prestabile
Casaloldo XX 891.8 /7 NER CL-1751 Su scaffale Prestabile
Suzzara Piazzalunga XX 891.8 NERJAN SZ-37067 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Mala Strana è il cosiddetto Piccolo Quartiere che sorge alle pendici dell'imponente Castello di Praga. Ed è il quartiere dove Jan Neruda è nato ed ha trascorso buona parte della sua vita in pieno Ottocento. A questi luoghi fu profondamente legato tutta la sua esistenza. In questi racconti, scritti in età matura, tratteggia la storia di alcune figure pittoresche del suo quartiere d'infanzia. La scrittura è ricca di descrizioni e ha un che di "infantile" (da qui capisco la sua inclinazione ad un'altra forma espressiva, la poesia). Sono simpatiche le allusioni della voce narrante che si rivolge al lettore cercandone la complicità.
In realtà mi sono avvicinata a quest'opera in vista di un'imminente prima visita a Praga (tanto per entrare nell'atmosfera giusta ;-) ) e, in secondo luogo, incuriosita dal fatto che il cognome di questo scrittore ceco è stato mutuato dal noto poeta cileno.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.