Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto "Ambiente naturale"
× Soggetto "Tutela"

Trovati 198 documenti.

Lettera enciclica Laudato Sì del santo padre Francesco sulla cura della casa comune
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Franciscus, papa <1936->

Lettera enciclica Laudato Sì del santo padre Francesco sulla cura della casa comune

Città del Vaticano : Libreria Editrice Vaticana, 2015

Abstract: "Laudato si', mi' Signore", cantava san Francesco d'Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l'esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: "Laudato si', mi' Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba". Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell'uso irresponsabile e dell'abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c'è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell'acqua, nell'aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c'è la nostra oppressa e devastata terra, che "geme e soffre le doglie del parto" (Rm 8,22). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra (cfr Gen 2,7). Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora.

Laudato si'
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Franciscus, papa <1936->

Laudato si' : lettera enciclica sulla cura della casa comune / Papa Francesco ; commenti di Bruno Bignami, Luis Infanti de la Mora, Vittorio Prodi

Bologna : EDB, 2015

Abstract: Il messaggio dell'enciclica è accompagnato da commenti che guardano al testo a partire da tre prospettive diverse: quelle di un teologo, di un vescovo e di un politico.

Il paese più bello del mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Saibene, Alberto <1965->

Il paese più bello del mondo : il FAI e la sfida per un'Italia migliore / Alberto Saibene

Milano : UTET, 2019

Abstract: Sede del maggior numero di siti dell'Unesco, l'Italia è considerata dai tempi del Grand Tour "il Paese più bello del mondo". Le civiltà che si sono succedute, dai Latini fino ai giorni nostri, le declinazioni regionali di arte, lingua e cucina, hanno reso l'Italia un paese unico per stratificazione di civiltà, testimonianze storico-artistiche, varietà di paesaggi. Un ecosistema che era giunto più o meno intatto alla Seconda guerra mondiale si ritrovò, in un breve volgere di anni, seriamente minacciato. Più che i disastri della guerra, fu la rapidissima ricostruzione senza regole a rovinare il volto del nostro Paese. Qualcuno cominciò a reagire: grazie all'associazione Italia Nostra, nata a Roma nel 1955, si conobbero Giulia Maria Crespi e Renato Bazzoni i quali, con la collaborazione di Antonio Cederna, organizzarono la mostra itinerante Italia da salvare (1967) che per la prima volta sensibilizzò l'opinione pubblica su questi temi. Erano e restarono una minoranza ma, dopo un primo tentativo abortito, la Crespi e Bazzoni fondarono nel 1975, insieme ad Alberto Predieri e Franco Russoli, il FAI, Fondo per l'Ambiente Italiano. La grande novità del FAI, una fondazione privata, rispetto a quanto c'era stato prima, era acquisire e gestire proprietà e beni per poi aprirli al pubblico. Dopo l'acquisto del Monastero di Torba (1977), un complesso monumentale longobardo, i primi anni della storia del FAI furono piuttosto stentati. Arrivarono proprietà di enorme valore culturale e artistico come San Fruttuoso, il Castello della Manta, la Villa del Balbianello, il Castello di Masino, ma gli iscritti crescevano con grande lentezza, come enormi, anche perché affrontanti per la prima volta, erano i problemi di gestione, organizzazione e sensibilizzazione a questi temi. Fondamentali per aumentare la popolarità furono dapprima le Giornate FAI di Primavera, in cui per un fine settimana restavano aperti luoghi speciali solitamente chiusi, e, più tardi, il censimento I Luoghi del Cuore. Oggi a distanza di anni il FAI conta oltre 190 000 iscritti, più di sessanta beni salvati e una crescita che prosegue costante con obiettivi sempre più ambiziosi, oltre a offrire una nuova forma di amore per il nostro Paese. In questo libro, frutto di esplorazione di archivi e raccolta di testimonianze, Alberto Saibene racconta la storia della grande impresa culturale privata in Italia: una storia di passione e responsabilità, di resistenza quotidiana e bellezza. Con e-book scaricabile fino al 30 giugno 2020.

Arambì
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Arambì : insieme per dare una mano alla Terra / Gigliola Alvisi ... [et al.] ; testi scientifici di Gianluca Lentini ; illustrazioni di Fabio Sardo

Feltrinelli kids, 2019

Il clima siamo noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wever, Anuna de <2001-> - Gantois, Kyra <1999->

Il clima siamo noi : lettera a tutti / Anuna De Wever & Kyra Gantois ; a cura di Jeroen Olyslaegers ; traduzione di Laura Pignatti

Solferino, 2019

Abstract: · «Abbiamo cominciato molto in piccolo, più in piccolo di così è praticamente impossibile. » erano in due, due ragazze sedute a un tavolo in cucina: da lì è cominciata la protesta di anuna e kyra. Si sono dette: ora basta, è arrivato il momento di condividere, manifestare, insorgere contro il riscaldamento globale! A bruxelles, il 10 gennaio 2019, gli studenti hanno organizzato una prima protesta contro le attuali politiche ambientali, ed erano in 3000. La settimana successiva, il loro numero era salito a 12.500, e poi a 35.000. Anuna e kyra sono rapidamente diventate il volto di una generazione che non ha voglia di accontentarsi delle rassicurazioni dei politici, non accetta la condiscendenza con cui viene accolta la preoccupazione per lo stato di salute del pianeta. In questo libro le due attiviste si rivolgono a chi decide le strategie sul clima, a chi indirizza l'opinione pubblica, a genitori, nonni, coetanei. A tutti. Non basta dire che è nei piccoli gesti che si rispetta l'ambiente. Ci vogliono azioni decise, coordinate: il clima deve diventare la priorità. La loro voce è ingenua, ma proprio in questo sta la sua forza. Nel dire, in modo semplice e diretto, che i giovani hanno diritto a un futuro, e che questo futuro è ormai compromesso dal cambiamento climatico. E non c'è più molto tempo per correre ai ripari.

Compendio di diritto dell'ambiente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Benacci, Eugenio

Compendio di diritto dell'ambiente / Eugenio Benacci

11. ed.

Edizioni giuridiche Simone, 2019

Abstract: Il volume, giunto alla XI edizione, fornisce una panoramica completa del diritto dell'ambiente, materia che ha assunto un ruolo centrale rispetto alle principali scelte politiche globali, acquisita la consapevolezza del dovere di salvaguardare il nostro pianeta e garantire la sopravvivenza della vita. La presente edizione, lasciando inalterata la collaudata struttura dei Compendi Simone, risulta aggiornata ai più recenti interventi normativi che hanno riguardato la materia, tra cui si segnalano: il D.PC.M. 19 giugno 2019, n. 97 recante "Regolamento di organizzazione del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, dell'Organismo indipendente di valutazione della performance e degli Uffici di diretta collaborazione"; la Direttiva Ue 2019/904 del 5 giugno 2019 volta alla riduzione dei consumo dei prodotti in plastica; la L. 3 maggio 2019, n. 37, (cd. Legge europea 2018), contenente, al Capo VII, disposizioni in materia ambientale; il D.L. 14 dicembre 2018, n. 135, conv. con modif. in L. 11 febbraio 2019, n. 12 (cd. decreto semplificazioni) che ha stabilito la soppressione del SISTRI (sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) a partire dal 1' gennaio 2019. Il volume costituisce, pertanto, un valido strumento di studio principalmente rivolto a studenti universitari e concorsisti, ma di grande utilità anche ai fini della consultazione e dell'aggiornamento da parte degli operatori del settore.

Ecoland
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ragona, Andrea <1981-> - Gamberini, Gabriele <1971->

Ecoland : male che vada faccio il contadino / Andrea Ragona, Gabriele Gamberini

[S.l.] : Becco Giallo, 2015

Abstract: Scritto da Andrea Ragona e Gabriele Gamberini, alternando fumetti, fotografie e testo, "Ecoland" ruota attorno al concetto del ritorno alla terra come prassi individuale e collettiva sempre più diffusa, sotto svariate forme e progetti innovativi, nati dal rispetto per l'ambiente di chi preferisce il giusto al tanto. Lo slogan "Male che vada faccio il contadino!" oggi è realtà, non per necessità ma per scelta. A suo modo una rivoluzione che vuole l'agricoltura produttrice di cibo, non di reddito, come vorrebbe il mondo dei costruttori edili e degli inquinatori seriali. Il racconto di un viaggio ricco di spunti di riflessione sul rapporto Uomo-Natura, sul problema dell'esaurimento delle risorse e sull'economia insana basata esclusivamente sul profitto, un ragionamento sui modi per affrontare la crisi dal basso, attraverso la cooperazione e altre soluzioni possibili (come le monete locali e la condivisione di saperi e conoscenze). Ma anche un concentrato di aneddoti e curiosità (sapevate perché Steve Jobs ha scelto la mela come marchio per il suo impero economico?) uno sguardo su un altro mondo - o modo - possibile. Prefazione di Erriquez della Bandabardò.

Ambientalismi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guha, Ramachandra <1958->

Ambientalismi : una storia globale dei movimenti / Ramachandra Guha ; a cura di Gabriele Mina

[Roma] : Linaria, 2016

Abstract: In questo pionieristico saggio Ramachandra Guha, storico indiano di fama mondiale, propone un deciso mutamento nella lettura delle origini e dello sviluppo dei movimenti ambientalisti. Non più uno sguardo interno all'occidente, che dal "ritorno alla terra" contro la rivoluzione industriale si muove fino alle battaglie ecologiste degli anni '60 e '70 e oltre, ma un intreccio globale, descrivendo - in modo puntuale e vivace - le relazioni e le reciproche influenze che legano esperienze lontane: i poeti inglesi, la lezione gandhiana, profeti della wilderness e forestali statunitensi, attivisti brasiliani, verdi tedeschi... Incrociando voci ed esperienze del nord e del sud del pianeta, Guha mostra la ricchezza e la complessità delle correnti ecologiste del XIX e XX secolo, passando dai vertici internazionali all'"ambientalismo dei poveri": la lotta non-violenta di Chipko nelle foreste himalayane, l'Amazzonia di Chico Mendes, il Green Belt Movement di Wangari Maathai in Kenya, le voci critiche in Cina e nel sud-est asiatico.

Bollettino 2006-2007
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Italia. Soprintendenza per i beni architettonici e del paesaggio per le province di Brescia, Cremona e Mantova

Bollettino 2006-2007 / Ministero per i beni e le attività culturali, Soprintendenza per i beni architettonici e del paesaggio per le province di Brescia, Cremona e Mantova ; a cura di Luca Rinaldi e Diana Vecchio

Grafo, 2008

Nel bosco di Anita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ceccarelli, Patrizia

Nel bosco di Anita / Patrizia Ceccarelli ; illustrazioni di Camilla Garofano

Raffaello, 2020

Abstract: Hai mai visto il pelo argenteo di un lupo? Ti sei mai tuffato in un mucchio di foglie dorate e scricchiolanti? E hai provato ad arrampicarti fino ai rami più alti di una quercia? Queste e tante altre sono le emozioni che l’arrivo inatteso di una casa nel bosco porterà nella vita di Federico e di Cesare. I due scanzonati gemelli e la loro famiglia scopriranno la meraviglia delle foreste e di tutte le creature che le abitano. Capiranno così che salvando gli alberi, che del bosco sono l’anima vivente, salveremo anche il Pianeta.

Antropocene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Padoa-Schioppa, Emilio

Antropocene : una nuova epoca per la Terra, una sfida per l'umanità / Emilio Padoa-Schioppa

Il Mulino, 2021

Abstract: Viviamo un'epoca segnata da una indelebile impronta umana. Il riscaldamento globale, l'alterazione dei normali cicli biogeochimici, la perdita di biodiversità, l'irreversibile trasformazione di habitat e paesaggi impongono sfide completamente nuove. Come sfamare un'umanità in crescita senza impattare ulteriormente sull'ambiente? A quali istituzioni dare il mandato di rispondere a una realtà connessa e interdipendente? Soli in questo mondo abbiamo la responsabilità delle nostre azioni. Possiamo fare dell'Antropocene un'occasione per ripensare al nostro pianeta.

Non siamo tutti sulla stessa barca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brizio, Giorgio <attivista per i diritti umani>

Non siamo tutti sulla stessa barca : le sfide del nostro tempo agli occhi di un ragazzo / Giorgio Brizio

Slow Food, 2021

Abstract: Il primo libro di Giorgio Brizio, giovane attivista di Fridays for Future: un invito, una vera call to action, che si rivolge a chiunque senta di voler mettersi in gioco per fare la differenza. Il mare come metafora, ma anche come luogo in cui si concentrano maggiormente le contraddizioni del sistema globale del ventunesimo secolo: in un saggio che si muove dalla questione del cambiamento climatico fino ad approdare alle grandi emergenze umanitarie, Giorgio Brizio delinea uno spaccato estremamente vivido e lucido dello scenario attuale filtrato dalle sue esperienze personali nella sua opera prima. Il fil rouge che lega tutti i capitoli è il mare, ospitale quanto minaccioso, ma abitato, navigabile ed estremamente simbiotico con i movimenti dell’uomo e le conseguenze delle sue azioni. Dalla crisi climatica alle migrazioni, uno sguardo inedito sui temi di attualità più urgenti raccontati con un linguaggio inclusivo e contemporaneo.

L'uomo che si butta via
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bertin, Giorgio <artista>

L'uomo che si butta via / Giorgio Bertin

MnM, 2019

Abstract: Giorgio Bertin trasforma in intensa narrativa, a tratti epica, la sua esperienza di vita nelle aree marginali americane a contatto con un'umanità derelitta. Un viaggio che potrebbe apparire come la discesa nell'inferno delle sconfinate discariche a cielo aperto della società del consumismo, ma sorprendentemente capace di esprimere una nuova visione del mondo in tempi come i nostri, dove la questione della salvaguardia dell'ambiente terrestre è il problema dei problemi. Vita, arte, sogno, visione del futuro si rincorrono per le pagine e approdano a un'umanità rinnovata.

Green branding
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garosi, Luca <giornalista e docente universitario>

Green branding : strumenti, consigli e strategie per una comunicazione sostenibile / Luca Garosi ; prefazione di Giuseppe Lanzi

Dario Flaccovio, 2018

Abstract: Stiamo vivendo una vera e propria rivoluzione globale, che vede la transizione da un'insostenibile economia lineare, consumistica, a una più virtuosa economia circolare, attenta alle risorse e all'ambiente, un'economia green. A sostenere le aziende in questo cambiamento si inserisce la figura del digital ecobrand manager, un professionista che non solo progetta azioni di branding e campagne informative rivolte ai consumatori per sensibilizzarli ai temi della sostenibilità ma partecipa al processo produttivo per far sì che prodotti e servizi siano realmente coerenti con la filosofia "green" aziendale. Questo libro, nato alla fine di un percorso formativo che ha coinvolto un gruppo di laureati interessati al marketing e alla comunicazione sostenibile, è una guida completa per chi vuole diventare manager di aziende green o green oriented, ma anche una lettura utile per chi guida queste aziende che vivono in un mondo in continua evoluzione dove la sostenibilità assume un'importanza sempre maggiore in tutti i processi produttivi.

Battaglie perse
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stella, Gian Antonio <1953->

Battaglie perse : Montanelli ambientalista rimosso / Gian Antonio Stella

Solferino, 2021

Abstract: Dall'assalto edilizio all'avvelenamento delle acque, dalla decimazione degli alberi al saccheggio dei siti archeologici, dalle coste sarde alle Dolomiti: non c'è tema sul quale Indro Montanelli non abbia lanciato l'allarme. Spesso ignorato. A riscoprirlo oggi, unendosi al suo grido contro la devastazione del territorio, è Gian Antonio Stella che riporta alla luce testi formidabili, sepolti negli archivi ma quanto mai attuali. «La distruzione di un paesaggio è un crimine che dovrebbe valere ai responsabili la galera a vita.» Indro Montanelli, per decenni celeberrimo per le sue polemiche politiche, le sfuriate sui difetti degli italiani, gli elzeviri ricchi d'ironia, le rasoiate a questo o quell'uomo di potere, la franchezza dei dialoghi con i lettori, è stato il giornalista più conosciuto dell'ultimo secolo. Eppure una larga parte del suo lavoro, soprattutto (ma non solo) negli anni in cui il nostro Paese viveva una straordinaria stagione di euforia economica ma insieme di degrado culturale, ambientale, paesaggistico, è rimasta ignota. O quasi. Certo, in diversi ricordano ancora la storica battaglia per salvare Venezia ma restano stupefacenti il silenzio, l'oblio, la rimozione su decine di altre battaglie («quasi tutte perse» sospirava) combattute per il nostro patrimonio e in difesa dell'articolo 9 della Costituzione. Dall'assalto edilizio all'avvelenamento delle acque, dalla decimazione degli alberi al saccheggio dei siti archeologici, dalle coste sarde alle Dolomiti: non c'è tema sul quale non abbia lanciato l'allarme. Spesso ignorato. Anche da coloro con i quali avrebbe forse potuto dialogare. Offrendo a questo Paese prospettive diverse. Peccato. A riscoprirlo oggi, unendosi al suo grido contro la devastazione del territorio, è Gian Antonio Stella che riporta alla luce testi formidabili, sepolti negli archivi ma quanto mai attuali. Testi che spiegano ciò che l'Italia è oggi e ciò che avrebbe potuto essere. O magari tornare a essere.

La natura come soggetto di diritti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La natura come soggetto di diritti : prospettive antropologiche e giuridiche a confronto / a cura di Flavia G. Cuturi

Editpress, 2021

Abstract: L'Antropocene e le sue manifestazioni sempre più evidenti (cambiamenti climatici, disastri ambientali, perdita di biodiversità, zoonosi, ecc.), sfidano al contempo sia l'antropologia sia il diritto. Rappresentano, infatti, un terreno comune di dialogo percepito come necessario da molti antropologi impegnati in terreni di ricerca dove vigono criteri di sovranità eco-territoriali alternativi, e spesso tormentati da conflitti e disequilibri socio-ecologici destinati a riflettersi sui contesti urbani e sulle nostre vite. Nei tribunali, insieme a tali conflitti, approda lo scontro tra differenti forme e ideologie di relazioni fra umani-non umani spesso poco conciliabili nell'ambito del diritto euro-americano. Questo volume propone un primo confronto italiano tra antropologi, giuristi e linguisti per ragionare su possibili vie d'uscita dalle strettoie del diritto antropo-centrato, riflettendo sulle forme e sulle pratiche di sovranità responsabili e sostenibili dei popoli nativi, nell'urgenza di immaginare paradigmi alternativi a quelli predatori all'origine della crisi socio-ambientale planetaria.

Terra madre
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Terra madre / un film documentario di Ermanno Olmi

Abstract: Terra Madre è un incontro mondiale organizzato da Slow Food. Ogni due anni a Torino, si ritrovano migliaia di lavoratori del cibo, ossia agricoltori, pescatori, allevatori, cuochi, studiosi che provengono da tutto il mondo, dalle più sperdute isole del Pacifico alla California, passando per l'Europa e l'Africa. Si ritrovano per scambiare idee, metodi e progetti per una filiera del cibo che sappia nutrire il pianeta senza devastarlo, difendendo le identità e i prodotti locali. Partendo da questo caleidoscopio di voci e idee Ermanno Olmi ha costruito un racconto poetico di grande intensità che va alla ricerca in tutto il globo, dalla Norvegia all'India, di un altro modo-di-vivere, che affronti senza ipocrisie il dilemma del nostro mondo ormai incapace di interrompere un ciclo di consumi che porterà alla distruzione del pianeta. È un poema filmico che diventa progetto e proposta: si può consumare diversamente, si può cercare di convivere con la nostra madre Terra.

I diritti della natura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cullinan, Cormac

I diritti della natura = Wild law / Cormac Cullinan

Prato : Piano B, 2012

Abstract: La seconda edizione inglese è stata pubblicata nel 2011, e subito è stato accolto dai movimenti ecologisti e dai più eminenti pensatori e intellettuali come il libro-manifesto di un nuovo e rivoluzionario modo di rapportarsi alla natura e agli ecosistemi, finalmente riconosciuti - ecco il cambio di prospettiva - come persone legali aventi diritti e bisognose di tutele. I diritti della natura nasce dal senso di frustrazione davanti ai disastri ambientali e dalla constatazione che trattati, leggi, vertici e summit politici sono incapaci di rallentare la distruzione del nostro unico habitat. I diritti della natura coniuga la più stretta attualità politica alla filosofia, alla giurisprudenza e alla saggezza popolare, dando vita a un libro di alta leggibilità e capace di ispirare e stimolare le persone al dibattito. I diritti della natura è il frutto di cinque anni di conferenze e congressi in tutto il mondo, che lo hanno portato in breve tempo a diventare uno dei temi più attuali e nuovi per il movimento ambientalista mondiale.

Il suolo è dei nostri figli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sasso, Chiara

Il suolo è dei nostri figli : Cassinetta di Lugagnano, un esempio che fa scuola / Chiara Sasso ; con contributi di Domenico Finiguerra

Instar libri, 2011

Abstract: Cassinetta di Lugagnano, in provincia di Milano, è il primo Comune in Italia ad aver approvato un piano regolatore che esclude la possibilità di edificare occupando nuove superfici. Il suo giovane sindaco, Domenico Finiguerra, consapevole che ogni anno in Italia si perde una quantità di suolo pari a 240.000 campi da calcio, ha dato il via al movimento Stop al consumo di territorio ed è riuscito a trasformare un piccolo e sconosciuto Comune in un concreto esempio di riferimento per l'intero Paese. A Cassinetta un'amministrazione intraprendente ha dimostrato di saper passare dal pensiero globale all'azione locale, non solo adottando misure innovatrici in campo ambientale, ma provando anche a immaginare modi nuovi, creativi ed efficaci per migliorare la vita della comunità, senza consumare risorse ma anzi preservandole per le generazioni future. Ecco dunque che Domenico Finiguerra e il suo Comune sono diventati un modello per molte altre realtà locali: dalla non cementificazione all'attento recupero dell'esistente, dal supporto al movimento per l'acqua bene comune alla valorizzazione del patrimonio artistico come fonte di guadagno alternativa all'urbanizzazione, Cassinetta di Lugagnano sta indicando la strada da seguire per frenare il processo autodistruttivo cui in Italia si assiste da decenni.

Manuale di autodifesa ambientale del cittadino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ramacci, Luca

Manuale di autodifesa ambientale del cittadino / Luca Ramacci

Milano : Angeli, [2006]

Abstract: Questo non è un testo di diritto e nemmeno una rassegna di leggi o di teorie. È invece uno strumento, un piccolo ausilio per il semplice cittadino che intende difendere il proprio diritto a vivere in un ambiente salubre. Attraverso un'esposizione semplice e diretta, l'autore spiega come si possa agire di fronte a situazioni di pericolo per l'ambiente, come si possa essere utili a chi deve effettuare i controlli e come sollecitarne l'intervento attraverso esposti, denunce, semplici segnalazioni, azioni in sede giudiziaria civile e amministrativa. Diversi gli ambiti affrontati: dall'urbanistica alla difesa del paesaggio e delle aree protette; dalla tutela delle acque alla gestione dei rifiuti e allo smaltimento di sostanze pericolose; dall'inquinamento atmosferico all'elettrosmog; dalla valutazione di impatto ambientale (v.i.a.) ai rischi da incidente rilevante; dall'inquinamento da rumore alla caccia e tutela degli animali. Un'attenzione particolare viene inoltre dedicata a quelle attività collaterali che consentono al cittadino di informarsi e di informare, aggiungendo così efficacia alla propria azione di attenta autodifesa ambientale: l'esercizio del diritto di accesso alle informazioni sulla normativa relativa all'ambiente; la redazione di comunicati stampa; l'utilizzazione di Internet; l'organizzazione di manifestazioni intese a sensibilizzare l'opinione pubblica.