Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Materiale A stampa

Trovati 117694 documenti.

Sangue sul Chianti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giuttari, Michele

Sangue sul Chianti

Fratelli Frilli Editori, 29/07/2021

Abstract: È un inverno di sangue nel meraviglioso Chianti dove, dentro la cornice delle sue colline, il Male si fa vivo con morti che all'apparenza sembrano non avere alcun collegamento tra loro. La Squadra Mobile deve indagare per trovare il filo conduttore che unisce la brutale uccisione della compagna di un ricco banchiere, il suicidio di una testimone e altre morti misteriose al mondo di personaggi al di sopra di ogni sospetto con centro dei loro sporchi interessi e divertimenti nella Capitale. Il commissario Michele Ferrara, per trovare la soluzione, deve scavare tra segreti inconfessabili guardandosi anche da figure istituzionali che ufficialmente gli sono vicine per collaborarlo. Michele Giuttari ritorna da protagonista con un thriller aspro e travolgente sui segreti più inconfessabili di gente potente con un susseguirsi di morti, colpi di scena e tradimenti dove i cattivi diventano buoni o vittime e i buoni cattivi. Ritorna così a inquietarci e sfidare i lettori con un'indagine incredibile che ha il sapore della realtà costruendo un impeccabile meccanismo narrativo dove tutto alla fine si ricostruisce in una intelaiatura coerente in maniera del tutto logica.Michele Giuttari, grande investigatore della Polizia di Stato, ha svolto importanti indagini nel contrasto alle organizzazioni mafiose, tra cui quelle sulle stragi di mafia del 1993, realizzate da Cosa Nostra a Firenze, Roma, Milano. Come Capo della Squadra Mobile di Firenze ha riaperto il caso del "Mostro di Firenze" dimostrando che i delitti erano stati opera di un gruppo di assassini e non di un serial killer solitario. I suoi libri con il commissario Michele Ferrara sono tradotti nelle principali lingue e in quella inglese pubblicati in ben 104 paesi tra cui USA e UK dove si sono affermati ai primi posti delle classifiche. Ha ricevuto numerosi premi tra cui presso la Camera dei Deputati a Roma il prestigioso "Falcone Borsellino" due volte (2015-2019): per la sua attività di investigatore e quale autore di noir di fama internazionale. Attualmente lavora alla sceneggiatura di un film Thriller/Horror per il cinema.

Più nero della notte. Sicarusa, 1965. Un'indagine del commissario Portanova
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Minnella, Alberto

Più nero della notte. Sicarusa, 1965. Un'indagine del commissario Portanova

Fratelli Frilli Editori, 29/07/2021

Abstract: È una sera calda del giugno del 1965. Nell'isolotto di Ortigia l'aria è ferma. In un appartamento in via Torres viene ritrovato cadavere Emanuele Mangiafico "anni 33, come Cristo, ma coniugato" precisa il brigadiere Melluzzo. È stato picchiato fino alla morte. Dopo aver mosso tre passi nella penombra, Portanova cerca a fatica di raccogliere le testimonianze degli inquilini dello stabile, quasi tutti votati a essere uomini d'acqua salata. A indagine in corso, la prima sospettata è la moglie Apolline Martin, francese dalla pelle dura. Tuttavia, la donna è stata vista lasciare la città molto prima che il pasticcio si verificasse. Tracciando il solco sulla vita della vittima, Portanova cerca a fatica di ricostruire il passato ambiguo di Mangiafico, ambiguo come quegli uomini che, pur di sbarcare il lunario, accettano di fare qualsiasi cosa e per chiunque, senza scrupoli. Nel frattempo due eventi interrompono la recherche: sul Palazzo di Città dei teppisti scrivono a caratteri cubitali frasi fasciste, mettendo in imbarazzo gli inquilini del Municipio. Poi, una anziana donna di origini ebraiche viene ritrovata carbonizzata nella sua abitazione, una catapecchia rimasta in piedi per miracolo e scampata alla febbre edilizia che ha visto la zona nord della città soffocata da chili e chili di cemento. A causare la morte della donna è stata una vecchia stufa. Nessun delitto, nessun misfatto. Portanova, poliziotto navigato e malinconico, sarà coinvolto in questo tris nero come la notte che renderà Ortigia teatro macabro di una vergogna tutta italiana.Alberto Minnella, nato ad Agrigento nel 1985, ha lavorato come cronista per il "Giornale di Sicilia" e il "Corriere di Sicilia". Ha studiato musica moderna a Parigi all'accademia di batteria Dante Agostini. Ha pubblicato nel 2013 il suo romanzo d'esordio edito da Fratelli Frilli Editori Il gioco delle sette pietre seguito da Una mala jurnata per Portanova e Portanova e il cadavere del prete (Fratelli Frilli Editori). Nel 2019 pubblica L'amore è tutto qui edito da Bertoni Editore.

Ultimo Carnevale a Venezia. Un'indagine per il commissario Enzo Fellini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marchetti, Nathan

Ultimo Carnevale a Venezia. Un'indagine per il commissario Enzo Fellini

Fratelli Frilli Editori, 29/07/2021

Abstract: Nella notte tra Carnevale e Quaresima viene commesso un orribile delitto. L'identità del cadavere è celata da un costume carnevalesco. Anche colui che rinviene il corpo è mascherato. Chi si nasconde sotto i travestimenti? La polizia brancola nel buio. Nessuno sa dove si trovi il commissario Enzo Fellini. Forse è chiuso in un convento, dopo il suo coinvolgimento in uno scandalo sessuale. Il questore Badalamenti prende in mano la situazione. Sarebbe un investigatore capace se il narcisismo non lo portasse fuori strada. Emerge, tra l'altro, il Piano di un misterioso gruppo indipendentista: i Novi Serenissimi. È la pista giusta? Va detto: la questura di Venezia gode, nella notte tra Carnevale e Quaresima, di una risorsa a dir poco sorprendente...Nathan Marchetti ha maturato – a vario titolo – esperienza ventennale nel mondo dell'editoria italiana. Ultimo Carnevale a Venezia è il suo terzo romanzo. I precedenti, sempre con protagonista il commissario Enzo Fellini, sono Giallo Venezia e Requiem Veneziano. Nathan Marchetti pubblica in esclusiva con Fratelli Frilli Editori (Genova).

La verità è nel principio. Milano, il primo caso dell'Agenzia Nero Wolfe
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Bernardi, Carla

La verità è nel principio. Milano, il primo caso dell'Agenzia Nero Wolfe

Fratelli Frilli Editori, 29/07/2021

Abstract: Vigilio Moretti, in seguito all'indagine sull'omicidio del potente penalista Umberto Landriani, un caso controverso che ha coinvolto la sua coscienza e che vedrà una clamorosa svolta in questo secondo episodio, ha dato le dimissioni da commissario di San Siro. Nato a Montisola, sul lago d'Iseo (Moretti è un tipico cognome locale e Vigilio è il nome del patrono), appena può corre a Carzano nella casetta sull'acqua che è il suo buen retiro. Sua moglie, madre dei suoi tre figli, di cui uno scomparso poco dopo la nascita, è Anita Martinengo, discendente di un ramo secondario di nobili bresciani. Donna colta, amante dell'arte e della musica, ha rinunciato per lui a una carriera di pianista. Moretti è ancora troppo giovane per andare in pensione e decide di aprire, con Anita, un'agenzia che, in omaggio al famoso detective, chiama Agenzia Investigativa Nero Wolfe. Durante un viaggio in treno incontra Anna Livia Milesi, una madre che ha perso il figlio, morto durante una gita scolastica. L'incidente è stato archiviato in modo frettoloso e superficiale come suicidio, ma la donna non ha mai creduto a questa versione. Troppi misteri, troppe omissioni, troppe menzogne. Moretti, spinto da immediata simpatia, e convinto che ci sia molto da svelare, promette di fare il possibile per far riaprire il caso. Durante lo svolgimento delle ricerche - complicate dalla morte di due testimoni chiave - scopre i segreti del liceo dove studiava la vittima e si imbatte in centri di potere legati al Vaticano e alla massoneria. I coniugi Moretti e Livia Milesi, affiancati dall'ex bidello della scuola dove studiava la vittima, svolgono le loro indagini tra Milano - della quale vengono descritti luoghi di particolare interesse come il Cimitero Monumentale - Montepiatto, amena località a picco sul lago di Como, Parigi, il lago d'Iseo e Portofino. La verità verrà svelata grazie al Principio di Locard e i Moretti potranno finalmente realizzare il loro sogno di andare a piedi da Bari a Matera... "Devo rammentarti io il Principio di Locard? Esamina la sequenza. Nell'ultima foto fuori dalla chiesa, nel cortile verso la valle, c'è un altare di sassi con molte crepe e irregolarità, circondato in parte da un gradino su cui ci si può sedere. Lì è successo qualcosa…".Carla De Bernardi è nata ad Alessandria d'Egitto e ha trascorso l'infanzia a Parigi. Vive a Milano dal 1963 dove svolge l'attività di fotografa e scrittrice. Nel suo archivio sono presenti ritratti di personalità della cultura, musica, letteratura, teatro, cinema, imprenditoria etc. che ha esposto in numerose mostre personali e collettive. Dal 1997 al 2007 ha ricoperto un incarico come top manager presso Terme e Grandi Alberghi di Sirmione spa. Ama viaggiare a piedi sulle antiche strade che attraversano l'Europa. Ha percorso la Via Francigena, il Cammino di Santiago, il Cammino Aragonese, il Cammino di Assisi, la Via Micaelica, il Cammino Materano ed è sempre in partenza per nuove mete. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra diari di viaggio, romanzi, mémoire, saggi e monografie sul Cimitero Monumentale. Suoi contributi sono presenti in volumi di autori vari e collabora con quotidiani e periodici. Ha una rubrica radiofonica settimanale su RPL - La tua radio e su Radioparenti. Ha fondato, e ne è presidente, l'Associazione Amici del Monumentale di Milano ed è socia fondatrice dell'Associazione Movimento Lento che promuove il viaggio a piedi e in bicicletta.

E il logos si fece carne
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Chévillon, Costant

E il logos si fece carne

Fontana Editore, 29/07/2021

Abstract: Costant Chévillon si è cimentato in questo studio sul Vangelo di Giovanni, un gioiello sapienziale dell'esoterismo cristiano. L'autentica portata della questione Giovannita rimanda ad una reale tradizione del "fuoco", che prende le mosse da quelle protoreligioni e protoiniziazioni che furono lo zoroastrismo e il mandeismo. La loro vitale linfa spirituale procedette da Alessandria di Egitto, giunse in Grecia con Orfeo e il culto di Apollo, si incarnò nello gnosticismo alessandrino e nel manicheismo, si instillò nell'Europa medioevale attraverso i Bogumili e i Catari; e divenne gli strumenti e l'arte delle antiche confraternite delle arte e dei mestieri. La questione Giovannita è elemento caratterizzante dell'esoterismo cristiano ma oggi sembra essere stata dimenticata.Questo deposito sapienziale è occultato e protetto da una pregevole trama di parole ed immagini, capaci di solleticare le corde profonde della nostra anima superiore. L'Autore non era estraneo alla filosofia greca; il Logos fecondo, che dona la vita, richiama la filosofia stoica. Nell'immagine delle Tenebre che cercano di sopraffare la Luce, riecheggia forte lo zoroastrismo.

Renzo Piano & RPBW
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ciccarelli, Lorenzo

Renzo Piano & RPBW

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Renzo Piano – genovese, nato nel 1937 – è uno dei più importanti e noti architetti a livello mondiale. A caratterizzare il suo lavoro sono la cura del dettaglio, l'uso della luce, l'attenzione per lo spazio pubblico. Questo dossier propone un viaggio ideale tra i progetti e le realizzazioni di Piano e del Renzo Piano Building Workshop che prende il mare da Genova – con la riconfigurazione del suo spazio più intimo, il Porto antico – e dopo aver toccato città d'Italia, d'Europa e d'America, fino alla isole della Nuova Caledonia, a Genova infine ritorna, approdando in prossimità del nuovo ponte sul Polcevera, che tenta di riannodare i fili strappati dalla tragedia del 14 agosto 2018.

Renzo Piano & RPBW
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ciccarelli, Lorenzo

Renzo Piano & RPBW

Giunti, 29/07/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Renzo Piano – genovese, nato nel 1937 – è uno dei più importanti e noti architetti a livello mondiale. A caratterizzare il suo lavoro sono la cura del dettaglio, l'uso della luce, l'attenzione per lo spazio pubblico. Questo dossier propone un viaggio ideale tra i progetti e le realizzazioni di Piano e del Renzo Piano Building Workshop che prende il mare da Genova – con la riconfigurazione del suo spazio più intimo, il Porto antico – e dopo aver toccato città d'Italia, d'Europa e d'America, fino alla isole della Nuova Caledonia, a Genova infine ritorna, approdando in prossimità del nuovo ponte sul Polcevera, che tenta di riannodare i fili strappati dalla tragedia del 14 agosto 2018.

Sebastiano del Piombo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barbieri, Costanza

Sebastiano del Piombo

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Sebastiano del Piombo (Venezia 1485 – Roma 1547) è il più tosco-romano dei pittori veneti. Di buona famiglia, buon conversatore, Sebastiano inizia a dipingere relativamente tardi: la sua prima scelta professionale è di fare il musicista e il cantante. Scopre la pittura agli inizi del Cinquecento, in ambito belliniano e poi giorgionesco. A Roma diventa il più accreditato rivale di Raffaello. Negli anni Trenta finisce col rompere con Michelangelo, suo maestro e amico, per dissapori di natura tecnico-pittorica. Resta, per la critica, uno dei più riusciti innesti del colorismo veneto nel manierismo dominante nella Roma controriformista.

Watteau
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Malaguzzi, Silvia

Watteau

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.La storia di Jean-Antoine Watteau (Valenciennes 1684 – Nogent-sur-Marne 1721) inizia nell'indigenza, con un apprendistato precario nei quartieri poveri di una Parigi popolata di mestieranti in cerca di una zuppa calda. Nonostante tutto, si forma come pittore sull'esempio della pittura fiamminga, entra nell'ambiente del teatro come pittore di scenografie, e il teatro resta al centro dei suoi interessi per tutta la sua breve carriera. Dipinge circa duecento quadri e realizza un gran numero di disegni. Attraverso le sue vivaci scene di gruppo e i suoi malinconici Pierrot ci arrivano l'eco, l'atmosfera di un'epoca intera e di una società con i suoi sogni di evasione, le feste, la musica: è la poesia rococò, che mezzo secolo più tardi sarà spazzata via dalla rivoluzione.

Bill Viola
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Galansino, Arturo

Bill Viola

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Bill Viola ( New York 1951) si forma come videoartista a fianco di Nam June Paik e Bruce Nauman negli anni Settanta. In quegli anni incontra Kira Perov, che sarà sua moglie e la sua principale collaboratrice. Nel 1995 rappresenta il suo Paese alla Biennale di Venezia con Buried secrets. Negli anni successivi si dedica da un lato all'approfondimento tecnico delle sue videoinstallazioni, con schermi a cristalli liquidi e al plasma, riprese simultanee; dall'altro approfondisce, attraverso le immagini che crea, temi come il passaggio vita-morte, le emozioni, il rapporto con l'arte del passato.

Baschenis
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Pascale, Enrico - Ferraris, Giorgio

Baschenis

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Baschenis (Bergamo 1617 – 1677) è l'inventore di un genere che avrà grande successo in Europa, la natura morta di soggetto musicale. Un artista celebrato e misterioso insieme, del quale solo recentemente è stata ricostruita con qualche dettaglio in più la vicenda biografica. Di famiglia benestante, sceglie la carriera ecclesiastica ed è anche musicista. La musica, anzi, è la vera protagonista di quasi tutta la sua pittura: misteriose e affascinanti composizioni di strumenti musicali, vanitas minuziose che rivelano un talento per la resa dei materiali.

Signorini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mazzocca, Fernando

Signorini

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Telemaco Signorini (Firenze 1837-1901) è tra gli animatori principali della rivoluzione macchiaiola che, in anticipo sull'impressionismo, cerca nella pittura dal vero in esterni e nella "macchia" di colore una riscossa rispetto al soffocante accademismo ottocentesco. La sua pittura innovativa – che proprio a Parigi trovò estimatori in Corot, Degas, Manet – si sostanzia di forti contrasti di luce e di una scelta di temi legati alla vita quotidiana del popolo, all'antimonumentalità di borghi e campagne, a soggetti che lo pongono in polemica con la critica tradizionalista, come le scene di carcere o di manicomio.

Magritte
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Salvagnini, Sileno

Magritte

Giunti, 29/07/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.René Magritte (Lessines 1898 – Schaerbeek 1967) è, tra i pittori surrealisti, il più fine cesellatore di immagini di accurato realismo e in realtà trappole visive che tendono tutte allo stesso fine: cosa è davvero il reale? Cosa si nasconde sotto le apparenze di ciò che appare tipico della nostra esperienza quotidiana? Qual è il mistero che le cose ci nascondono? Ovviamente i suoi quadri sono altrettanto evasivi quanto alle risposte, ma insistono con cura a porci le domande. Il risultato della sua pittura è un campionario inesauribile di immagini entrate nel linguaggio stesso della comunicazione contemporanea, spesso condotta nei territori di confine tra sogno, enigma e illusione.

Taste of... Greece. A food travel guide
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Signorini, Juri

Taste of... Greece. A food travel guide

Kitabu, 28/07/2021

Abstract: The idea behind ​​this book is to provide travel enthusiasts like me, a tool that allows them to live fully the travel experience. I think in fact that a trip should involve all the 5 senses, and what better place than behind a table in a little, hidden restaurant or facing a market counter, to use them all at the same time!Too often it happens to visit near or far places, without knowing exactly what are the local specialties, or even convince oneself that a country does not have a typical cuisine... The purpose of this guide is to complement and enhance your travel, with a gastronomic experience. It is designed for an easy and immediate reference, before and during the journey. It aims to give you tips, support, and encourage you to choose and try new dishes, but will also help you to decipher often incomprehensible menus. My book, the result of years of culinary-wandering, aims to stimulate your curiosity, seeking to give you an intuitive idea about local food, unknown ingredients (sometimes peculiar), preparations, or dishes that seem to some bizarre or weird because unusual.Being the result of direct experience and hours of talking with professional and local chefs, the goal is not to be complete but to be a useful tool. I'm fully aware that, having to generalize the kitchen by country and considering the contamination that can emerge from regions, neighboring countries, and cultures, some items may be incomplete, partly incorrect, or even missing.

Greyhound. Sullo sfondo della storia del rock un componente racconta la biografia dell'anonima band The Street Corners
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zimmerman, Carl

Greyhound. Sullo sfondo della storia del rock un componente racconta la biografia dell'anonima band The Street Corners

Elison Publishing, 28/07/2021

Abstract: "The Street Corners", chi sono e da dove vengono? Cinque ragazzi che, calati nel background culturale di New York, nello scenario della East Coast, cercano una loro dimensione nel firmamento della musica. In questo libro uno dei componenti narra le fantastiche vicissitudini di questa band che avrebbe potuto avere un posto nella storia del rock ma…Imparerete a conoscerli nel loro difficile viaggio, fatto soprattutto di infinite corse sui greyhound, passando attraverso eventi musicali memorabili ed estenuanti tournée negli USA e in Europa. Non è certamente una saga in stile "Saranno Famosi". È una biografia che inizia negli anni 60, ma che getta uno sguardo anche a ritroso, accompagnando e descrivendo la storia del rock con i suoi interpreti più noti, i suoi sogni e le sue speranze. Delineando pregi e difetti del mondo musicale, la gavetta tipica degli artisti, il modo di operare delle case discografiche, la tensione del "dietro le quinte", i problemi personali, gli amori e così via, fino ad arrivare a questo nuovo secolo.È un'avventura che ha il suo apice in un grande "live concert" nel 1990, per chiudersi all'alba di questo millennio.

Un'altra vita. Storie dai borghi della Presila catanzarese
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mustari, Costantino

Un'altra vita. Storie dai borghi della Presila catanzarese

Argot Edizioni, 28/07/2021

Abstract: Un'altra vita è quella che molti desiderano, ma che pochi riescono a realizzare.Ci riesce Felice, che tutti credono morto nei boschi della Sila.Non ci riesce, invece, Rosa, che circostanze avverse hanno costretto a diventare donna troppo presto. Un'altra vita, diversa da quella dei genitori contadini, vogliono vivere, durante i "favolosi anni Sessanta", Pino e Rita, giovani  studenti di un paese presilano.E un'altra sarebbe potuta essere la vita di uno stravagante barone.Così come anche la vita di Luigi e della sua famiglia sarebbe stata un'altra, se qualcuno non avesse ostacolato la festa a Satana.Questi ed altri personaggi sono i protagonisti delle dodici storie raccolte nel libro, tutte ambientate in una delle zone più suggestive della Calabria, la Presila catanzarese.Storie familiari, al limite tra la fantasia e la realtà, narrate con linguaggio semplice e coinvolgente. Storie che si svolgono nell'arco di un secolo, dal secondo decennio del Novecento, fino all'estate del 2020.

Demodernizzazione. Un futuro nel passato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Minakov, Mikhail - Rabkin, Yakov M.

Demodernizzazione. Un futuro nel passato

Ledizioni, 05/03/2021

Abstract: Medici che guidano i taxi, architetti che vendono birra agli angoli delle strade, istituti scientifici chiusi in mezzo a impianti industriali arrugginiti, esecuzioni capitali in favore di telecamera; ancora, il sentimento nazionale che cede il passo al ritorno di identità tribali, etniche e confessionali; le fake-news, onnipresenti, che si diffondono in tutto il mondo, grazie ai più potenti mezzi di comunicazione.Queste immagini viste insieme non sono casuali: sono alcune delle possibili manifestazioni della "demodernizzazione", un fenomeno complesso e sfaccettato, osservabile a ogni latitudine. Il progresso lineare guidato dalla ragione, la grande promessa del Secolo dei lumi, non ha retto alla prova del tempo: l'irrazionale si sta riprendendo la scena e vediamo così ritornare, in moltissime parti del globo, tendenze che credevamo confinate in altre epoche della Storia umana. Che cos'è allora la demodernizzazione? Un retaggio di un passato che ritorna o un esito possibile della modernità?I saggi di questo libro affrontano le contraddizioni del nostro tempo con gli strumenti della sociologia, della filosofia, dell'antropologia e della storia. Il concetto di demodernizzazione – pur con la sua ambiguità – permette di analizzare il mondo in cui viviamo attraverso una luce nuova, per provare a capire meglio il nostro tempo fatto di chiari e scuri.

Creature di fiamma
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Stapledon, Olaf - Brambilla, Sara - Pagetti, Carlo

Creature di fiamma

Ledizioni, 06/05/2021

Abstract: Creature di fiamma è l'ultimo romanzo di Olaf Stapledon, pubblicato originariamente nel 1947 e ora tradotto per la prima volta in italiano, con una corposa introduzione di Carlo Pagetti.Scritto durante la Seconda guerra mondiale, è un romanzo di fantascienza breve, costituito da passaggi resi leggeri da una ironia pungente, ma sempre pervasi da una buona dose di malinconia.Da uno dei padri della letteratura fantascientifica ed utopica europea, a cui si sono ispirati autori come Aldous Huxley, George Orwell, Stanislaw Lem, Arthur C. Clarke, J.G. Ballard, il lettore troverà molti spunti interessanti, anche a più di 70 anni dalla prima pubblicazione, vista la natura profetica e anticipatrice di quest'opera.

Il gioco dell'io. Il cambiamento di sé in una società globale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Melucci, Alberto

Il gioco dell'io. Il cambiamento di sé in una società globale

Ledizioni, 15/07/2021

Abstract: Il ritmo accelerato del cambiamento, la molteplicità dei ruoli, l'eccesso di possibilità e di messaggi dilatano l'esperienza cognitiva ed affettiva degli abitanti di un pianeta divenuto società globale, in una misura che non ha paragone con nessuna cultura precedente dell'umanità. I punti di riferimento su cui individui e gruppo fondavano in passato la continuità della propria esistenza vengono meno. La possibilità di rispondere con sicurezza alla domanda "chi sono io?" si fa labile: la nostra presenza ha bisogno di àncore e dubitiamo della nostra biografia. La ricerca di dimora dell'io diventa così vicenda comune e l'individuo deve costituire e ricostruire la propria casa di fronte al mutamento incalzante degli eventi e delle relazioni.Di questa ricerca il libro segue le tracce nell'esperienza individuale e nei fenomeni collettivi contemporanei, riflettendone potenzialità e dilemmi. Un mondo che scopre la complessità e la differenza non può sfuggire l'incertezza e chiede agli individui la capacità di mutare forma restando se stessi. L'Io, non più solidamente imperniato in una identificazione stabile, ha gioco, oscilla e si moltiplica.La comprensione di quanto sta accadendo si colloca all'incrocio di diversi saperi. Per accostarsi ad un io molteplice è necessario modificare il punto di vista, assumendo uno sguardo capace di cogliere relazioni e apprendere dall'esperienza. Il nostro agire ci appare sempre più chiaramente come un processo interattivo, continuamente costruito in un campo di possibilità e di limiti. Per questo la responsabilità di abitare la terra è consegnata nelle mani di ciascuno. Realtà sociale ed esperienza individuale sono dunque i poli di una relazione circolare tra i quali questo libro si muove.Ledizioni ripubblica in formato cartaceo ed ebook questo testo già edito da Feltrinelli nel 1996.

Autobiografia di Alice Toklas
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Stein, Gertrude - Pavese, Cesare

Autobiografia di Alice Toklas

Ledizioni, 18/05/2021

Abstract: Gertrude Stein, scrittrice, poetessa, collezionista, in questa autobiografia sua e della sua amica/amante Alice riesce a rendere più oggettiva la descrizione della sua realtà: in giro per la sua casa parigina passano personaggi del calibro di Picasso e Matisse, Braque e Hemingway, descritti nella quotidianità e nella loro semplicità di esseri umani.Il rapporto fra Alice e Gertrude, quale e quanto sia grande il contributo dell'una o dell'altra nella stesura del romanzo, è un tema avvolto da un alone di mistero: e proprio questo contribuisce a rendere l'opera ancora più interessante e godibile, mentre pagina dopo pagina si seguono le avventure di questa giovane americana che è venuta a cercare il successo e il bel vivere in Europa.La traduzione di Cesare Pavese rende questo libro un capolavoro intramontabile.