Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Materiale A stampa
× Editore Compagnie des Phares et Balises
× Materiale Video

Trovati 85578 documenti.

#Cryptomania. Tra token e blockchain, viaggio nell'economia immateriale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Corinto, Arturo - Poma, Luca

#Cryptomania. Tra token e blockchain, viaggio nell'economia immateriale

Hoepli, 20/01/2022

Abstract: Nel 2021 il Bitcoin è arrivato a toccare il valore di oltre 60.000 dollari per unità, ma sono circa 10.000 le criptovalute nel mondo e da ricerche internazionali è emerso che 100 milioni di persone le scambiano quotidianamente. Come funzionano esattamente le criptovalute? Qual è il loro scopo di utilizzo? È vero che sono usate da truffatori e criminalità organizzata? Per trovare una risposta a queste e altre domande il libro propone una lunga intervista a Thomas Bertani, opinion maker italiano del cryptomondo. La panoramica sulla sua eccezionale vita si estende fino a trasformarsi in un viaggio in questo settore controverso, un dominio d'indagine talvolta incompreso e spesso vittima di narrazioni giornalistiche troppo superficiali. Le vicende speculative relative alla "bolla" del Bitcoin e al suo presunto uso illegale hanno creato un senso di diffidenza e sfiducia da parte di molti cittadini, senza tuttavia fermare le sperimentazioni. #Cryptomania risponde così ai dubbi più diffusi e cerca di prevedere scenari sempre più vicini.

Ombre rosse. Saggi sull'ultimo Lukács e altre eresie
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Formenti, Carlo

Ombre rosse. Saggi sull'ultimo Lukács e altre eresie

Meltemi, 20/01/2022

Abstract: Ombre rosse costituisce un prezioso commentario a due capolavori del marxismo novecentesco: Il principio speranza di Ernst Bloch e Ontologia dell'essere sociale di György Lukács. Priva di ogni pretesa di analisi filologica o di esegesi esaustiva, l'opera di Carlo Formenti ha un obiettivo più modesto e sicuramente più utile sul piano politico: selezionare e discutere quei passaggi che più possono aiutarci a capire la realtà contemporanea e a dotarci di strumenti teorici per rilanciare la lotta di classe in un momento storico in cui l'offensiva del capitale ha ridotto ai minimi termini la capacità di resistenza del lavoro. In altre parole, proiettare il marxismo oltre i suoi limiti storici.

Spoiler! Serie TV e giustizia sociale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Garbarino, Elena - Surace, Mara

Spoiler! Serie TV e giustizia sociale

Meltemi, 20/01/2022

Abstract: È sempre più evidente che le serie televisive rispondono alle necessità di un pubblico più consapevole della complessità del mondo e più attento alle tematiche sociali. Elena Garbarino e Mara Surace evidenziano questo cambiamento di sensibilità e aggiungono le narrazioni seriali alla cassetta degli attrezzi dell'antropologia, sottolineando come i prodotti seriali possano innescare riflessioni antropologiche, anche quando non è il loro fine principale. In Spoiler! alcuni passaggi di serie tv come Orange Is the New Black, Pose, Il racconto dell'ancella, Lovecraft Country – La terra dei demoni, Sex Education e Vida aiutano così a far emergere temi urgenti della contemporaneità, quali la costruzione dell'identità, la rappresentazione della diversità, la crisi e lo spaesamento dell'individuo postmoderno, nonché la necessità di dare voce a chi non ha avuto il privilegio di raccontare e raccontarsi.

Mister Mayfair
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bay, Louise

Mister Mayfair

Newton Compton Editori, 20/01/2022

Abstract: Un'autrice bestseller di USA TodayNon le serve un fidanzato. Le serve qualcuno che finga di esserlo.Il mio ragazzo sta per sposarsi. Va bene, tecnicamente è il mio ex. Due mesi fa ha deciso che voleva una pausa. E io, da brava illusa, ero convinta che fosse comunque quello giusto, quello con cui avrei fi nito per trascorrere il resto della mia vita. E invece non solo sposa un'altra, sposa la mia migliore amica. E hanno anche pensato bene di mandarmi un invito per celebrare con loro il lieto evento. Non mi importa quanto possa essere bella la Scozia. Nessuno potrebbe convincermi ad andarci. Nessuno tranne… un bellissimo sconosciuto che mi propone di accompagnarlo, con uno di quei sorrisi che sarebbero in grado di sciogliere tutti i ghiacci dell'Antartide. Se accetto di essere il suo "+1", in cambio di questo piccolo "favore" è disposto a offrirmi un'opportunità lavorativa che capita una volta sola nella vita. Come diavolo faccio a dire di no?Un'autrice bestseller di "USA Today""Ho divorato questo libro in un giorno. Irresistibile!""Una di quelle storie d'amore che ti fanno sentire le farfalle nello stomaco.""Anche se all'inizio il protagonista è insopportabile non puoi fare a meno di amarlo.""Louise Bay ha un talento straordinario!"Louise BayÈ un'autrice bestseller di "USA Today". Tutti i suoi romanzi hanno un alto tasso di romanticismo e le piace creare storie frizzanti, ricche di equivoci e colpi di scena. Innamorata di Londra, ha sempre la testa impegnata a inventare nuove trame per i suoi libri.

La congrega segreta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Pascalis, Luigi

La congrega segreta

Newton Compton Editori, 20/01/2022

Abstract: Dall'autore del bestseller Il sigillo di CaravaggioUn grande thriller storicoDue monaci braccati nell'Italia del Cinquecento.Un antico libro in grado di cambiare il mondo.Il giovane monaco Giustino, arrivato a San Martino di Saltara per vegliare le ultime ore del vescovo Negusanti, fa la conoscenza di un altro monaco, Guiduccio da Narni, detto fra' Quodvultdeus. Alla morte del vescovo, Giustino decide di accompagnare il frate nel suo viaggio di ritorno a Venezia. Ma il loro non sarà un viaggio come tanti.Quodvultdeus convince il giovane a seguirlo in una ricerca attraverso l'Italia intera, alla caccia di un antico e inestimabile manoscritto: La vera dottrina di Celso, un libro tanto rivoluzionario da essere in grado di cambiare il mondo. Ma i due monaci non sono gli unici sulle tracce del libro: assassini al soldo dei più potenti Stati europei si mettono infatti alle loro calcagna.Tra imboscate e fughe rocambolesche, Giustino sarà sempre più irretito dal prorompente messaggio contenuto nel manoscritto e dalla misteriosa storia della congrega chiamata "Fratellanza"…Misterioso come Il nome della rosaCoinvolgente come Il Codice Da VinciDue monaci a caccia di un antico libro che può cambiare il destino dell'umanitàRiusciranno a sfuggire ai sicari che sono sulle loro tracce?Hanno scritto dei suoi libri:"I romanzi di De Pascalis hanno qualcosa di straordinario. Un'abilità artigianale nel ricostruire meticolosamente il contesto storico: sono veri e propri viaggi nel tempo."Left"Come nei migliori romanzi storici, il racconto del passato sollecita il lettore a cogliere le ragioni delle azioni umane, anche quelle presenti."Il Manifesto"Un appassionante e ispirato racconto, nel quale ricostruzione storica e trama romanzesca convivono senza forzature."Il FoglioLuigi De PascalisHa vinto numerosi premi letterari tra cui due volte il Premio Italia e il premio Acqui per il migliore romanzo storico; è stato finalista al Premio Camaiore e candidato al Premio Strega. È autore di numerosi romanzi e saggi storici. Con la Newton Compton ha pubblicato Il sigillo di Caravaggio, Il pittore maledetto e La congrega segreta.

Auschwitz Blocco 10. Una storia vera
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hellinger, Magda - Lee, Maya - Brewster, David

Auschwitz Blocco 10. Una storia vera

Newton Compton Editori, 20/01/2022

Abstract: Una storia veraNel marzo 1942 Magda, una maestra d'asilo di venticinque anni, viene deportata ad Auschwitz insieme a un altro migliaio di donne: sono tra le prime ebree a essere rinchiuse nel campo.Qui, i nazisti hanno l'abitudine di designare una prigioniera come responsabile di tutte le altre, e Magda viene spesso scelta per questo ruolo. La sua vita nel campo prosegue quindi sul costante filo del pericolo: sfrutta in tutti i modi la sua posizione per aiutare le altre prigioniere, rischiando ogni volta di essere scoperta e giustiziata dai soldati. Basato sulla testimonianza della stessa Magda e su estese ricerche, questo libro ricostruisce un incredibile racconto di resilienza, bontà e misericordia: la prova che la parte migliore dell'animo umano può resistere anche in mezzo alle condizioni più atroci.L'incredibile testimonianza della sopravvissuta che salvò centinaia di ebree dagli esperimenti medici nel famigerato Blocco 10 di Auschwitz"Un libro che fa riflettere, una lettura imperdibile per chiunque sia interessato alla storia dell'Olocausto.""Le storie delle persone come Magda, che sono state costrette a prendere decisioni impensabili, sono state taciute troppo a lungo.""Un libro che fornisce rare e importanti informazioni sulla vita quotidiana e sull'infernale organizzazione all'interno dei campi di concentramento."Magda HellingerÈ stata deportata ad Auschwitz dalla Slovacchia nel marzo 1942, all'età di venticinque anni. È una delle poche persone che riuscirono a sopravvivere per oltre tre anni alle terribili condizioni del campo. Durante la sua permanenza ad Auschwitz-Birkenau si ritrovò a ricoprire diversi ruoli di responsabilità, agli ordini diretti delle SS, riuscendo ad approfittarne per salvare centinaia di vite.Maya LeeÈ la figlia di Magda Hellinger. È una stimata imprenditrice e gestisce numerose organizzazioni no profit. Dopo aver curato la biografia del marito di Magda, un sopravvissuto all'Olocausto, ha spinto anche sua madre a raccontare la propria storia, integrandola con approfondite ricerche storiche. Auschwitz Blocco 10 è il risultato di questi sforzi.David BrewsterVive a Melbourne, è uno scrittore freelance. Ha collaborato con diversi autori per portare alla pubblicazione le loro memorie e testimonianze.

L'ultimo testimone. L'incredibile storia dell'uomo che è sopravvissuto a tre campi di concentramento
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Krake, Frank

L'ultimo testimone. L'incredibile storia dell'uomo che è sopravvissuto a tre campi di concentramento

Newton Compton Editori, 20/01/2022

Abstract: Nascosto sul tetto di un treno, il ventenne Wim Aloserij riesce a fuggire dai campi di lavoro obbligatori nella germania nazista. Il giovane si nasconde poi in una fattoria, dormendo per mesi in una cassa di legno nascosta sottoterra. Ma neppure lì è al sicuro.Infatti, nel 1943, Wim viene catturato nel cuore della notte durante un raid, e trasportato nella famigerata prigione della Gestapo ad Amsterdam. Lì, la sua vita cambia per sempre quando viene catapultato nell'incubo dell'Olocausto e trasportato ad Amersfoort, il primo dei tre campi di concentramento di cui conoscerà gli orrori. Wim è costretto ad adattarsi rapidamente a quell'ambiente infernale, ma alle spalle ha un'infanzia di abusi e privazioni subite da un padre alcolizzato e violento, e la corazza dentro cui è cresciuto lo aiuta a sopravvivere anche nelle altre due occasioni di internamento. Tuttavia, è con l'approssimarsi della fine della guerra che Wim deve attingere alle sue ultime forze quando si ritrova nel bel mezzo del fuoco incrociato alleati-nazisti.All'età di 94 anni, finalmente Wim si è sentito pronto a raccontare, con dovizia di dettagli, la sua incredibile storia, tenuta segreta per così tanti anni. Un racconto vivido di coraggio e resilienza. L'ultimo testimone è una lettura avvincente che lascia senza fiato.La sconvolgente testimonianza di chi è riuscito a sopravvivere agli orrori di tre campi di concentramentoIl racconto inedito e di inestimabile valore del periodo più oscuro della storia umanaBestseller internazionalePubblicato in 10 Paesi"Sembra di leggere uno straordinario libro d'avventura, anche se gli eventi descritti sono reali e terribili.""Dalla sola lettura del prologo, sono stato immediatamente catturato dalla scrittura di Frank e dalla storia di Wim. L'ultimo testimone si legge come un romanzo, impossibile staccarsene."Frank KrakeÈ nato in Olanda nel 1968 e ha studiato marketing all'Università di Groningen. Stimato conferenziere e biografo, è da sempre affascinato dalle vicende più incredibili della storia moderna.Wim Aloserij (1923-2018) è sopravvissuto ai campi di concentramento di Amersfoort, Husum, Neuengamme, e al bombardamento della nave prigione SS Cap Arcona da parte degli Alleati.

La stanza segreta di Auschwitz
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Matthews, Steve

La stanza segreta di Auschwitz

Newton Compton Editori, 20/01/2022

Abstract: Un grande romanzoLa guerra infuria in tutta Europa quando Ania e Danuta, due sorelle, vengono tragicamente separate.Ania è imprigionata e condotta in un campo di concentramento nazista, dove la attendono atrocità oltre ogni immaginazione. I soldati rapiscono le ragazze polacche più belle della zona per destinarle al bordello annesso al campo di lavoro di Wysznica. Ania viene rinchiusa in una stanza lussuosa e a farle visita sono il comandante del campo, Fischer, e il suo secondo, Schole… Danuta si rifugia nei meandri delle città polacche, dove si nasconde un barlume di resistenza all'occupazione, e inizia una ricerca infaticabile per ritrovare Ania. Le due sorelle sono determinate a resistere e sopravvivere, nella speranza di incontrarsi ancora. Ma anche la volontà più ferrea, durante la guerra, può essere messa a dura prova. Decenni dopo, a chilometri di distanza, la storia di Ania e Danuta tornerà alla luce, insieme a segreti rimasti sepolti a lungo e capaci di esplodere e distruggere ancora vite umane.Ispirato a una storia veraUn racconto di resistenza e di forza di volontà: la tragedia del campo di concentramento e un odio che resisterà agli anni"Una storia narrata con grande sensibilità, in grado di farti affezionare ai personaggi. Una grande lettura.""Un libro da non perdere. Una storia epica che fa luce su eventi realmente accaduti durante la seconda guerra mondiale.""Un romanzo molto onesto e fedele alla reale sofferenza di tante donne. Speriamo che queste tragedie non si ripetano mai più.""Caldamente raccomandato. Una storia che spezza il cuore, che fa pensare e che ci ricorda la crudeltà della guerra."Steve MatthewsÈ un acclamato autore internazionale di libri per bambini, diventati bestseller in Australia, Canada, Regno Unito e USA. Il suo esordio nella narrativa per adulti è stato accolto con entusiasmo da pubblico e critica.

Un canto salverà il mondo. 1933-1953: le partiture ritrovate nei campi di prigionia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lotoro, Francesco

Un canto salverà il mondo. 1933-1953: le partiture ritrovate nei campi di prigionia

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Da più di trent'anni Francesco Lotoro, pianista e compositore, recupera la musica scritta nei Campi di concentramento e nei luoghi di cattività militare e civile tra il 1933, anno dell'apertura del Lager di Dachau, e il 1953, anno della morte di Stalin e graduale liberazione degli ultimi prigionieri di guerra detenuti nei Gulag sovietici. Questo libro racconta la sua ricerca, che con un lavoro instancabile di recupero, studio, revisione, archiviazione, esecuzione e registrazione ha portato alla costruzione di un archivio di ottomila partiture, tutte opere di musica concentrazionaria. Oltre alle partiture, Lotoro ha ritrovato diecimila documenti di produzione musicale nei campi (microfilm, diari, quaderni musicali, registrazioni fonografiche, interviste a musicisti sopravvissuti) e tremila pubblicazioni universitarie, saggi di musica concentrazionaria e trattati musicali prodotti nei Campi. È l'impresa epica della costruzione di un archivio straordinario e unico al mondo. Un viaggio nella musica e nella storia che svela un modo nuovo di raccontare i capitoli più bui del Novecento: indagando le strategie del genio creativo e dell'emozione attraverso le quali una vicenda umana può entrare in una partitura e da qui oltrepassare le maglie del suo tempo per accedere all'eternità.

L'aria che mi manca. Storia di una corta infanzia e di una lunga depressione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schwarcz, Luiz - Francavilla, Roberto

L'aria che mi manca. Storia di una corta infanzia e di una lunga depressione

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Luiz Schwarcz porta con sé la storia di una famiglia che ha abbandonato tutto per sfuggire al terrore nazista: suo padre, ebreo ungherese, è riuscito a fuggire, solo, da un treno diretto al campo di sterminio di Bergen-Belsen, lasciando il padre Láios nel vagone che lo avrebbe portato alla morte; la madre, ebrea croata, ha dovuto memorizzare all'età di tre anni un nuovo nome, falso, per intraprendere con la famiglia un viaggio che li avrebbe portati prima in Italia e poi dall'altra parte dell'Atlantico. I due, André e Mirta, si sono conosciuti in Brasile, con i rispettivi dolorosi ricordi del tragico passato che pesavano sulla loro nuova vita. Figlio unico, Luiz, ancora giovane, ha sentito di essere responsabile dell'eliminazione della colpa che André portava per non essere riuscito a salvare il proprio padre – il nonno dell'autore – e si è visto come il legame che teneva stabile il matrimonio di André e Mirta, un'unione piena di silenzio, dolore e incompatibilità. Assumere questo ruolo, però, sarà fonte di angoscia che lo accompagnerà per tutta l'infanzia, l'adolescenza e l'età adulta. Recuperando con franchezza questi ricordi, Luiz Schwarcz costruisce un racconto toccante e preciso di come depressione e traumi, suoi e altrui, possano togliere il fiato a chiunque e rimanere latenti in esistenze in apparenza di successo.

Su tutti i vivi e i morti. Joyce a Roma
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Terrinoni, Enrico

Su tutti i vivi e i morti. Joyce a Roma

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Esistono tanti resoconti biografici di Joyce. Quel che manca è una storia. Questo libro non è una biografia, ma una storia. Parla di una vita, e di come le esperienze fatte, le parole dette o scritte, gli incontri casuali inneschino nella nostra mente pensieri e connessioni, e in quella degli artisti grandi intuizioni estetiche ed esistenziali. Fu Joyce a scrivere nel Finnegans Wake una meravigliosa parola inventata: beogrefright. Sta chiaramente per biography, ma contiene anche il virus della paura, dello spavento (fright), e anche quello del male nella fantasia fanciullesca: ogre ovvero "orco". Una biografia, infatti, come una storia, nel saper evocare quelle forze occulte che rendono possibile il miracolo della transustanziazione di esistenze in inchiostro, può, o anzi deve anche spaventare. Perché la nostra vita non è inchiostro, ma il nostro ricordo, il ricordo di noi stessi, in certi casi, lo diventerà. E questa cosa può far paura. Esiste una via d'accesso abissale, eppure rivelatrice, alla vita di Joyce e alla trasformazione di quei percorsi oscuri nella sua opera: sono i sette mesi e sette giorni tormentati che trascorse a Roma. Da qui si può ricostruire il filo sotterraneo e segreto dei misteri del più grande scrittore occidentale del Novecento. Si capiscono gli episodi da cui scaturirono le paure e le ossessioni che attraversano l'Ulisse. Ci si imbatte in una serie di straordinarie rivelazioni sull'identità del modello di Bloom. Si tocca da vicino la nascita dell'interesse per il socialismo e l'anarchismo, che portano nelle opere un forte afflato antitotalitario. Una nuova narrazione di pochi mesi misteriosi ma fondamentali per accedere al segreto della vita e dell'opera di Joyce.

Gli inganni di Pandora. L'origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cantarella, Eva

Gli inganni di Pandora. L'origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: "L'inizio della storia delle discriminazioni arriva a noi attraverso la voce del mito."Siamo abituati a pensare alla Grecia come alla culla della nostra civiltà, eppure di questa eredità fa parte anche il modo in cui consideriamo il rapporto tra i generi: un lascito che ha superato i millenni con tracce che continuano a pesare sulle nostre vite. Tutto comincia con un mito. Esiodo racconta la nascita della prima donna, mandata da Zeus sulla terra come punizione per la colpa commessa da Prometeo: rubare il fuoco agli dèi per donarlo agli uomini, riducendo così la distanza che li separava dagli immortali. Pandora è "un male così bello" da essere un "inganno al quale non si sfugge". Rappresenta un'alterità incomprensibile agli uomini, tanto misteriosa da essere paragonabile solo alla morte. Da lei, dice Esiodo, discende "il genere maledetto, la tribù delle donne". Eva Cantarella illumina alcuni momenti di una vicenda lunghissima, che dal mito giunge ai medici e ai filosofi che hanno fondato il pensiero occidentale. Attraverso le voci di Parmenide, Ippocrate, Platone e Aristotele vediamo come la differenza di genere viene costruita e codificata, fino a diventare un pilastro dell'ordine sociale e della cultura giuridica greca. E, facendo esperienza di un passato da cui finalmente siamo in grado di prendere le distanze, possiamo provare a ripensare il nostro futuro.

Lascia che il mondo giri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

McCann, Colum - Magrì, Marinella

Lascia che il mondo giri

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Nella luce di un mattino di tarda estate l'estremità meridionale di Manhattan è percorsa da un brivido che ammutolisce i passanti e calamita gli sguardi increduli verso la cima delle Torri gemelle. Siamo nell'agosto del 1974 e un misterioso funambolo danza fra i grattacieli, sospeso a quattrocento metri d'altezza. Leggera e serena come una figura sovrannaturale, la silhouette di Philippe Petit è l'occhio imperturbabile di un ciclone che, nelle strade sotto i suoi piedi, trascina una moltitudine di vite lanciate in traiettorie incontrollabili, appassionate e dolorose. C'è Corrigan, giovane sacerdote che svolge il suo incarico tra le prostitute del Bronx, mentre dentro di sé affronta una tremenda crisi di coscienza. Un gruppo di madri che piange i figli caduti in Vietnam senza però riuscire a trasformare il lutto in un ponte che le unisca. Una giovane artista la cui carriera è messa a repentaglio dal caso di un incidente stradale. Due prostitute, madre e figlia, che fanno tutto quel che possono per trovare un loro precario equilibrio e difendere la propria dignità. Intessendo queste e altre vite apparentemente estranee fra loro, Colum McCann delinea il ritratto di una città a un punto di svolta, un microcosmo traboccante di energie e di una fiducia nel futuro tanto ingenua quanto commovente."Uno dei più bei romanzi su New York. Trabocca di passione, humor, vita."Dave Eggers

Se solo il mio cuore fosse pietra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marrone, Titti

Se solo il mio cuore fosse pietra

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Nel 1945 la grande villa di campagna di sir Benjamin Drage diventa una residenza per i piccoli reduci dai campi di sterminio, grazie all'iniziativa e alla determinazione di Anna Freud, figlia del noto psicoanalista, e Alice Goldberger, sua collaboratrice, che costruiscono un ambizioso progetto di accoglienza e terapia. Con la supervisione di Anna da Londra, Alice e la sua équipe specializzata danno vita per oltre un decennio a un centro multidisciplinare dove le più recenti acquisizioni della psicologia infantile, della pedagogia e dell'arte vengono messe al servizio delle necessità di venticinque bambini tra i quattro e i quindici anni provenienti da lager, da orfanotrofi e conventi o dai nascondigli dove i genitori li hanno lasciati durante la guerra, cercando di salvar loro la vita. Lo sguardo dolce e professionale di Alice ci mostra come, nello scorrere delle stagioni, si allenti in Gadi la necessità di nascondere il cibo, si riducano gli incubi di Berl e la presenza della morte nei disegni di Denny e si avvicini per tutti, a poco a poco, l'obiettivo più difficile: recuperare la fiducia negli adulti.Titti Marrone scava nella Storia, apre gli archivi, incrocia documenti, foto, diari e lettere per trasporre in un romanzo la coraggiosa e commovente esperienza di Lingfield. La sua penna segue con delicata pazienza l'incontro con l'infanzia di ciascun bambino, il progressivo sciogliersi dei nodi più stretti, l'affiorare dei traumi e dei ricordi dolorosi.

Destini incrociati. 1944. Giovani, eroi, ribelli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dowswell, Paul - Crosio, Olivia

Destini incrociati. 1944. Giovani, eroi, ribelli

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Seconda guerra mondiale. Marijke vive nei Paesi Bassi. Yvie a Londra e Tomasz in Germania. Ma il desiderio di vivere, il rifiuto di arrendersi e la ribellione contro la malvagità impediscono loro – ragazzi che in circostanze normali sarebbero stati solo questo, ragazzi – di restare a guardare e lasciarsi sopraffare. Invece, essere giovani nel 1944 per loro significa combattere, rendere il mondo un posto migliore e darsi la possibilità di un futuro. La graziosa Marijke, armata solo della sua macchina fotografica, entra nella Resistenza olandese; Yvie impara l'arte della sopravvivenza a scuola e nella vita, in una Londra devastata dai crateri delle bombe, e Tomasz, condannato dai nazisti a lavorare in una fabbrica sotterranea delle bombe V2, si lancia in un'impresa coraggiosa che muterà la storia sua e di molti altri, fra cui il soldato tedesco Rolf. Una notte, nei boschi olandesi illuminati dagli incendi e attraversati dai convogli dell'occupazione nazista, si incrociano i destini di Marijke e Tomasz e poi quello di Yvie mentre le famigerate V2 piovono dal cielo a incenerire Londra.

Teresa degli oracoli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cecconi, Arianna

Teresa degli oracoli

Feltrinelli Editore, 20/01/2022

Abstract: Teresa custodisce un segreto da tutta la vita e per questo, quando intuisce che la sua memoria inizia a fare acqua come un colino, decide di sdraiarsi nel letto e restarci, zitta e immobile. Per dieci anni, non si alzerà più. Ma le figlie Irene e Flora, la cugina Rusì, la badante Pilar e Nina, la nipote, non sono disposte a rinunciare a lei: spostano il letto al centro del salotto, al cuore di una famiglia – che è donna perché finisce con "a"– diversa da tutte le altre. C'è infatti Irene, che è nata con ai piedi dodici dita, e Pilar, che sa distinguere i sogni che nascono da dentro e quelli che arrivano da fuori; c'è chi come Rusì dorme con una torcia da minatore sulla fronte, e chi di nascosto appende bachi da seta al letto di Teresa. E ognuna di loro, per paura, senso di colpa o incapacità ad abbandonarsi al proprio futuro, vive a metà. Fino al giorno in cui, richiamate dalle preoccupazioni del medico, tutte si stringono attorno a quel letto per vegliare la matriarca. Nella condivisione e nei silenzi si aprono a poco a poco spiragli: Teresa li asseconda rivelando, notte dopo notte, quattro oracoli che aiutano le donne a sciogliere i nodi che limitano le loro esistenze. Così, forse, Teresa potrà finalmente liberare se stessa. In Teresa degli oracoli la scrittura di Arianna Cecconi dà vita a un immaginario al contempo realistico e magico, che ci scuote nel riso e nella commozione, scavando al fondo dei nostri segreti."Innovativo, coraggioso, ironico. Si legge tutto d'un fiato e lascia il lettore con il desiderio di rileggerlo."Simonetta Agnello Hornby"Un'epopea al femminile sul mistero e le scelte dell'esistenza."la Lettura

La bambina che non sapeva odiare. La mia testimonianza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Maksymowicz, Lidia - Rodari, Paolo - Rodari, Paolo - Bergoglio, Jorge - Segre, Liliana - Modiano, Sami

La bambina che non sapeva odiare. La mia testimonianza

Solferino, 20/01/2022

Abstract: Quando vado da Mengele vengo addormentata, per cui quando esco non ricordo esattamente cosa sia accaduto. Mi sveglio ed è il mio corpo a parlare e a raccontarmi." Lidia Maksymowicz aveva tre anni quando è entrata assieme a sua madre nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. E per tredicimesi è sopravvissuta in quell'inferno, nella baracca dei bambini: una delle piccole "cavie" degli esperimenti del dottor Josef Mengele. La madre di Lidia, cattolica, fin dai primi giorni aveva aderito alla Resistenza bielorussa: una ragazza, con una figlia di pochi anni, che aveva deciso di entrare in clandestinità e di opporsi alla barbarie nazista. I boschi della Bielorussia sono l'ultima luce che Lidia ricordi, prima del buio di Auschwitz. Da cui esce nel gennaio del 1945, dopo la liberazione, per mano a una donna che non è sua madre: una polacca, senza figli, che decide di adottare una delle "orfanelle" rimaste sole in un campo disseminato di cadaveri. Lidia cresce con lei. Ma non dimentica la sua vera madre. Non smette di credere che sia viva, di cercarla. E in una storia che sa di miracolo la ritroverà.Del campo, Lidia ricorda il silenzio: a denti stretti, impegnata a sopravvivere, senza potersi permettere nemmeno un'emozione. Oggi ha ritrovato la voce e ha deciso di dedicare la vita a gridare: mai più. Perché tutto può ancora succedere di nuovo. "Prima che i campi aprissero quale fu l'errore? Dare cittadinanza a parole di una ostilità fuori da ogni logica, ma d'un tratto ritenute legittime. Così è ancora oggi. Torniamo ad ammettere parole che sanno di odio, di divisione, di chiusura. Quando le sento in bocca ai politici, mi manca il fiato. Qui, nella mia Europa, a casa mia, ancora quelle terribili parole. È esattamente adesso, in momenti come questi, che può ridiscendere il buio.

Dostoevskij. Filosofia, romanzo ed esperienza religiosa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pareyson, Luigi

Dostoevskij. Filosofia, romanzo ed esperienza religiosa

EINAUDI, 18/01/2022

Abstract: I saggi qui raccolti propongono una lettura articolata e dialogante del grande russo non solo come approfondimento di inedite prospettive su temi ampiamente dibattuti dalla critica, ma soprattutto come interpretazione unitaria del suo pensiero. L'intero ragionare di Pareyson si fonda su tre momenti legati a diversi ordini d'esperienza: del bene e del male, della libertà e di Dio. Ma esperienza primissima è qui anche quella della lettura dei libri di Dostoevskij, "occasioni" per l'avvio di una meditazione che trascende il semplice commento al testo per divenire interpretazione dell'esperienza religiosa in quegli aspetti di universalità capaci di suscitare l'interesse e la partecipazione di ogni uomo, tema, questo, centrale nell'ultimo Pareyson. In questo senso, "Pareyson su Dostoevskij" era un libro necessario molto prima di essere scritto.

L'arte di mangiare il giusto. L'equilibrio a tavola con il metodo giapponese
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Loreau, Dominique - Cianni, Alice

L'arte di mangiare il giusto. L'equilibrio a tavola con il metodo giapponese

Giunti, 19/01/2022

Abstract: Un invito a riprendere in mano la nostra vita a partire dall'alimentazioneAssaporare ogni boccone, privilegiare la qualità rispetto alla quantità, sentirci liberi di organizzare i pasti secondo le nostre esigenze sono aspetti che influiscono sul peso molto più di tante diete. Informazioni, suggerimenti e uno sguardo costante allo stile alimentare del Giappone ci apriranno nuovi orizzonti, non solo nei confronti del cibo.

Enigmi, misteri e leggende di ogni tempo. Avvenimenti inspiegabili, civiltà oscure, scienze arcane, enigmi, miti e leggende
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mayorca, Stefano

Enigmi, misteri e leggende di ogni tempo. Avvenimenti inspiegabili, civiltà oscure, scienze arcane, enigmi, miti e leggende

De Vecchi, 19/01/2022

Abstract: L'ignoto, con le sue magiche atmosfere e manifestazioni, e i tanti enigmi che ne determinano l'impronta ancestrale, risuona nel nostro io più profondo per ricordarci una verità incontestabile: l'uomo è figlio del mistero. Secoli di conquiste in tutti i campi dello scibile umano non hanno scalfito o diminuito il fascino che si promana da ciò che non può essere spiegato con i normali sensi umani, con la logica o con il semplice ragionamento. Oltre i regni nebulosi della sostanza materiale, l'immateriale – ma tangibile – attende di essere portato alla luce, specchio luminoso dell'essenza-presenza di retaggi remoti, di profetiche intuizioni che travalicano l'umano.