Includi: tutti i seguenti filtri
× Materiale Materiale linguistico moderno
× Livello Monografie
× Genere Fiction
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Genere Letteratura drammatica
× Soggetto Sec. XIX

Trovati 22373 documenti.

Le stanze buie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Le stanze buie / Francesca Diotallevi

Vicenza : Pozza, 2021

I narratori delle tavole

Abstract: Si possono coltivare le passioni in un tempo ingeneroso? Qualcosa di torbido e inesprimibile affiora alla superficie di questo romanzo. Ed è indefinito, difficilmente afferrabile eppure persistente, come il profumo che porta addosso Lucilla Flores, protagonista di questa storia fosca e al tempo stesso delicata e malinconica. Francesca Diotallevi ci porta in una piccola provincia del Piemonte della seconda metà dell'Ottocento, dentro la casa di un aristocratico dedito a vigneti e poco d'altro. Dove la servitù inganna il tempo di un lavoro sempre uguale con qualche ingenuo pettegolezzo, e dove arriva a servizio un maggiordomo che prende il posto del vecchio zio appena scomparso. Ma nessun dio oscuro e severo sarebbe stato capace di tanto dolore e di tanta ingiustizia: verso una bimba innocente, e verso la moglie del conte, Lucilla, una donna con il volto «velato di oscurità», smarrita dentro un segreto che non le si addice, che non dovrebbe appartenerle, lei, la creatura più lieve, sospesa e innocente che si possa immaginare. Le stanze buie è una dichiarazione d'amore alle passioni, alla poesia, alla bellezza della natura, a quel femminile che ci meraviglia ogni volta che si rivela a noi. La storia di un amore negato, la prepotenza di un mondo chiuso e meschino, capace soltanto di nascondere, di reprimere, di lasciare che esistenze intere si lascino coprire dalla polvere della storia senza riscatto e senza futuro. Tra queste stanze ferite dal pregiudizio e dall'indifferenza, Francesca Diotallevi trova, però, una luce e una delicatezza quasi preraffaelita e in questo contrasto affila una lama che taglia sempre perfettamente. E mostra che la felicità non è nelle cose del mondo, se il tempo è ostile.

Randagio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Randagio / Fulvio Valbusa ; con Serena Marchi

Roma : Fandango libri, 2021

Abstract: Come un ragazzo delle montagne veronesi è diventato uno dei più forti fondisti di sempre? Randagio è il racconto della vita di Fulvio Valbusa, prima e dopo lo sci. Il prima, con la nascita in una famiglia umile e la perdita del gemello Silvio a 15 anni che la porta a scegliere l'agonismo. Grazie al talento e alla disciplina raggiunge i suoi traguardi. I Campionati italiani, la chiamata nella Forestale, la consacrazione alle olimpiadi di Torino con la medaglia d'oro nel 2006. E c'è un dopo, con l'addio al mondo dello sci e un nuovo obiettivo che rivoluziona la sua vita, seguire da guardia forestale il ritorno dei lupi in Lessinia.

Paesaggio con fratello rotto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Paesaggio con fratello rotto / Mariangela Gualtieri

Torino : Einaudi, 2021

Collezione di teatro ; 454

Abstract: "Da tanti anni sono vicino alla Valdoca, da tanti anni sento un'affinità di cammino e passione... ora in questo "Paesaggio con fratello rotto" ritrovo, magnificamente espressi, i motivi essenziali che ricorrono fin dai primi tentativi del 1983... il senso di una domanda... un incalzare di domande... quella della Valdoca è una poesia interrogativa... piú vicina a Leopardi che a Montale... è una poesia di tremore e di urgenza... e qui nel Paesaggio la Geisha, la Ragazza Uccello, il Macellaio incarnano tutto questo chiedere brancolante. «Che parto rifiutato ha fatto di noi solo un nome e un cognome?» «Che cosa fa di noi solo un grumo nello splendore del mondo?» Questo splendore intravisto, questa luce che ci spetta è il vero tema di Mariangela: un grido che esige la gioia e, per averla, esplora ogni nota del dolore. Ma cosa rende cosí originale il suo canto? È il fatto che una poesia come questa, una poesia di archetipi e di primordiali presenze, trova il proprio alfabeto nel palpito piú vivo della lingua attuale, in un udito attentissimo alla parola contemporanea... qui l'antico s'intreccia a qualcosa che pulsa nell'ora, a qualcosa che sta per accadere... cosí remoto da essere una profezia... il nostro fratello rotto... cosí remoto da essere imminente..."

Occhi azzurri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pérez-Reverte, Arturo <1951->

Occhi azzurri / Arturo Pérez-Reverte ; introduzione e traduzione di Bruno Arpaia

Solferino, 2021

Abstract: Tenochtitlán, 30 giugno 1520. È l’ultima notte degli spagnoli nella capitale dell’impero azteco, ed è passata alla storia come la «Noche Triste». Dopo la «strage del Templo Mayor», l’odio dei tlaxcaltechi verso i conquistadores trabocca come una marea, e si mischia alla pioggia che batte furiosa sulla città, travolgendo gli uomini di Hernán Cortés in disordinata e sanguinosa ritirata. Tanto disperato è il tentativo di salvare la pelle che molti lasciano indietro l’oro dei saccheggi, per correre più leggeri verso la salvezza. Non lui, il soldato dagli occhi azzurri, che non vuole rinunciare, a nessun costo, alla promessa che quel tesoro racchiude, la promessa che lo ha portato fin lì. È il prezzo del suo coraggio, gli ha sacrificato tutto, persino la sua paura. Occhi azzurri è una miniatura perfetta in cui una notte di ferro e sangue racchiude il senso di due universi che collidono: nel fragore della battaglia, nel terrore che tutto avvolge nella sua cappa scura di morte, sentiamo il soffio leggero di desiderio, speranza, amore, a rammentarci come le pagine più terribili della Storia riescano spesso a essere – senza cadere in contraddizione – anche «indimenticabili e magnifiche».

A me gli occhi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

A me gli occhi : lo sguardo di Altan per capire chi siamo / [Altan] ; prefazione di Paolo Mereghetti ; postfazione di Simonetta Sciandivasci ; curatela editoriale di Eugenio Alberti Schatz

Milano : Salani, 2021

Abstract: I protagonisti delle immagini di Altan siamo noi: esseri umani fragili, disincantati, velenosi. Personaggi costantemente alle prese con difficoltà grandi e piccole del quotidiano, e disperatamente somiglianti fra loro. Altan plasma immagini nitide e potenti che illuminano, confortano, pungolano. È dotato di purezza di pensiero e si muove volentieri fuori dal seminato. La sua è letteratura illustrata. Non ha bisogno di tante parole per riuscire a dire più di tutti noi su qualsiasi argomento. Intuito fulminante, tratto essenziale e definito, due battute ben assestate dal retrogusto amaro, ritmo musicale. Insieme a un'ironia che taglia la vita come burro. Sono questi gli ingredienti base di un segno ormai inconfondibile, un caposaldo della vita italiana, di resistenza e di passione civile. L'ultima raccolta delle immagini di Altan - scelte e suddivise per sezioni da lui stesso - fotografa il punto esatto in cui siamo arrivati, e ci lascia sospesi per un breve istante nell'aria, prima di riportarci a terra e restituirci con intelligenza il senso della realtà. Non senza un beneficio terapeutico. Prefazione di Paolo Mereghetti, postfazione di Simonetta Sciandivasci.

I delitti di Alice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Martínez, Guillermo <1962->

I delitti di Alice / Guillermo Martinez ; traduzione dallo spagnolo di Valeria Raimondi

Marsilio, 2021

Nient'altro che nebbia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Emilitri, Patrizia <1962->

Nient'altro che nebbia : romanzo / Patrizia Emilitri

TEA, 2021

Abstract: In una grigia mattina di novembre il paese di Perzeghetto Olona - poche migliaia di anime vicino al lago Maggiore - deve affrontare il peggiore dei risvegli: il corpo senza vita della giovanissima Nadia Bignami viene ritrovato presso il lavatoio. Le indagini sono sin troppo semplici, perché l'ultima persona a vedere viva la vittima ha lasciato sul posto una traccia molto evidente: il suo zainetto, con tanto di portafoglio e documenti. È un altro giovane del paese, Andrea Costa, un ragazzo tranquillo, che studia e non ha mai dato preoccupazioni. Andrea non scappa, anzi, confessa lo spintone fatale. Ma perché i due si trovavano lì e cosa è successo realmente? Andrea non lo dice. E non lo dirà mai, andando incontro a un'inevitabile condanna. Sulla piccola comunità il «fatto di sangue» si abbatte come una tempesta, suscitando un'onda di odi, risentimenti, reticenze, pettegolezzi, pregiudizi e assurdità che travolge tutto e tutti: una ferita collettiva che soltanto gli anni riusciranno, lentamente e dolorosamente, a medicare. Questa storia dolente, ma non disperata, è racconta da Patrizia Emilitri con ritmo avvincente, ammirevole precisione di dettaglio e profonda partecipazione umana: Nadia, Andrea, le madri, i padri, i fratelli e le sorelle, i vicini, i curiosi, le amiche, i maligni, i vecchi del bar: "Nient'altro che nebbia" è un grande affresco di vita di provincia, animato da un folto gruppo di personaggi che escono dalle sue pagine con i tratti inconfondibili dell'autenticità.

Essere un uomo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Krauss, Nicole <1974->

Essere un uomo / Nicole Krauss ; traduzione di Federica Oddera

Guanda, 2021

Abstract: Nicole Krauss torna a esplorare il tema della memoria, dello sradicamento, della fede, con questi racconti animati da riflessioni incisive e profonde. Un ruolo centrale è ricoperto dalle donne: le protagoniste sono colte in vari stadi della loro esistenza, dall'infanzia alla vecchiaia, passando attraverso l'adolescenza, la consapevolezza della sessualità, o il meraviglioso annunciarsi di una nuova vita. Il punto di vista è spesso spiazzante: nella storia di apertura, ad esempio, una studentessa tredicenne scopre che la sua amica ha avuto un incontro pericoloso con un uomo più vecchio di lei; la stessa studentessa, una volta adulta, osserverà con paura e un pizzico di invidia la reazione della giovanissima figlia agli sguardi degli uomini. I personaggi che popolano queste pagine sono sfaccettati, ci spingono a porci domande scomode: come affrontare il divorzio - sorprendentemente amichevole - dei tuoi genitori? Come gestire l'arrivo di un misterioso sconosciuto che dice di essere tuo padre, quando lo credevi morto da anni? E, in definitiva, che cosa significa essere un uomo ed essere una donna? Un caleidoscopio di storie da ogni parte del mondo per affrontare in modo originale argomenti attuali come la violenza, il desiderio, la scoperta di sé, e illuminare gli abissi che separano, a volte, l'universo maschile da quello femminile.

Mr Wrong
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mr Wrong : lezioni d'amore

Milano : Mondadori, 2021

Novel

Abstract: Ezgi Inal ha trent'anni, è una brillante organizzatrice di eventi e non ha grande fortuna in amore. Dopo essere stata tradita e lasciata dall'ultimo fidanzato, incontra per caso Özgür, affascinante playboy e proprietario di un locale, che abita proprio nell'attico attiguo a quello dove temporaneamente vive lei. Piano piano, conoscendolo meglio, Ezgi si rende conto di avere di fronte un grande esperto di conquiste e così i due stringono un patto. Lui insegnerà alla sua nuova vicina tutte le tecniche per sedurre un affascinante ginecologo e sposarlo entro tre mesi. In cambio, lei fingerà di essere la sua fidanzata al matrimonio della sorella Ebru, per placare l'ansia di sua madre che vorrebbe a ogni costo vederlo sistemato. Comincia tutto come un gioco, i loro caratteri si scontrano ma l'attrazione cresce sempre di più. Ezgi si rende conto di provare qualcosa per il suo maestro d'amore, ma dopo tutte le delusioni che ha subito le sue amiche l'hanno messa in guardia: deve tenersi lontana da Özgür perché lui è... l'uomo sbagliato! Il romanzo ufficiale della serie Tv di Canale 5.

Anno bisestile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cameron, Peter <1959->

Anno bisestile / Peter Cameron ; traduzione di Giuseppina Oneto

Adelphi, 2021

Abstract: All’inizio della carriera, Peter Cameron era uno scrittore di commedie brillantissime, feroci, tutte sull’orlo della surrealtà – o, se si preferisce, tutte dentro quella realtà sur­voltata che era New York sullo scorcio degli anni Ottanta. Se ne ricordano di sicuro i lettori che hanno amato Un giorno questo do­lore ti sarà utile, e che qui ritroveranno la Soho delle gallerie, delle palestre esclusive e delle ancor più elitarie banche del seme; parteciperanno al rapimento più sganghe­rato del secolo, e a un tentato omicidio non meno improbabile; e finiranno per farsi tra­scinare, felici, in tutti gli altri disastri con­nessi al più lungo, accidentato e imperdibi­le divorzio fin qui raccontato.

Il tempo delle ciliegie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barreau, Nicolas <1980->

Il tempo delle ciliegie / Nicolas Barreau ; traduzione di Monica Pesetti

Feltrinelli, 2021

Abstract: A maggio Parigi è ancora più bella con i suoi viali di ciliegi in fiore, ma la malinconia, nell’esplodere di tanta bellezza, può essere ancora più forte. Il tempo delle ciliegie di Nicolas Barreau è l’ultimo romanzo dello scrittore francese e, come sempre, ritroviamo i libri, il mondo dell’arte e dell’editoria e poi Parigi in tutta la sua bellezza, quasi accecante, quasi esagerata per chi in quel momento, come André, sta soffrendo per amore. Scrittore di un romanzo di grande successo, André Chabanais passeggia per la sua città e pensa a come poter riconquistare il cuore della sua amata Aurélie. André sa di essere geloso e che le sue potrebbero essere solo paure infondate, ma quando scopre che Aurélie quella sera è con il suo avversario, Vetheuil, un uomo affascinante e colto, il suo mondo frana pericolosamente. Tutta colpa di quella stella Michelin che Aurélie era convinta di aver preso e che invece era stata assegnata ad un ristorante omonimo, di cui Vetheuil,è il proprietario. In Il tempo delle ciliegie Nicolas Barreau ci fa innamorare ancora una volta di Parigi, delle sue strade, dei suoi protagonisti appassionati e affascinanti.

L'uranio di Mussolini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Forte, Franco <1962-> - Vizzini, Vincenzo <1958->

L'uranio di Mussolini : romanzo / Franco Forte, Vincenzo Vizzini

Mondadori, 2021

Abstract: Ragusa, 1934. Il commissario Vincenzo Ibla, investigatore all'apparenza indolente ma acuto osservatore, viene spedito sotto il sole di luglio alle cave di Spaccaforno: tra le rocce è stato rinvenuto un cadavere, ma è al confine di due giurisdizioni, e le rispettive questure sono già pronte a rimbalzarsi a vicenda la responsabilità delle indagini. Appena vede la salma, però, Ibla capisce che il caso è suo, perché la vittima è Vittorio Borgia, un suo vecchio compagno d'armi, ora miliziano fascista. Sembra un semplice omicidio passionale, ed è quindi con una certa sorpresa che il commissario apprende dell'imminente arrivo da Milano di un certo Franco Durante, un funzionario fascista che, pare, Mussolini in persona ha inviato a Ragusa per coadiuvarlo nella ricerca dell'assassino di Vittorio. Uomo del Nord tutto d'un pezzo, Durante segue con impazienza il lavoro di Ibla, che da parte sua ricambia con tutto il sospetto per un uomo di una cultura così lontana dalla Sicilia. Presto, però, i possibili moventi dietro l'omicidio di Vittorio raddoppiano e si ramificano verso mondi e intrighi sempre più oscuri e complessi, costringendo i due a proteggersi e sostenersi a vicenda, solo per scoprire che la combinazione delle loro peculiarità a prima vista incompatibili può rivelarsi la chiave per sciogliere l'enigma. Vittorio non è l'unico a nascondere una doppia vita, perché anche Durante ha i suoi segreti, e sono legati a filo doppio con il suo arrivo sull'isola: lo scienziato Enrico Fermi ha promesso a Mussolini un'arma straordinaria e terribile, ma per svilupparla ha bisogno di uranio, quello che il Duce ha in mente di estrarre in Ciad dopo averlo conquistato con la campagna d'Africa, per poi trasbordarlo in Italia.

Nessuno ha pregato per loro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nessuno ha pregato per loro / Khaled Khalifa ; traduzione di Elena Chiti

Firenze ; Milano : Bompiani, 2021

Narratori stranieri

Abstract: Una mattina di gennaio del 1907 i due amici Hanna e Zakariyya fanno ritorno al villaggio di Hosh Hanna, vicino ad Aleppo, dopo aver trascorso la notte a divertirsi e gozzovigliare. Le loro case, la loro famiglia, tutto è stato spazzato via da un'alluvione, e ad aspettarli non trovano che il silenzio. Costretto ad affrontare una perdita indicibile e ad abbandonare per sempre il suo stile di vita, Hanna decide di ritirarsi in convento e di riannodare i fili della sua esistenza attraverso le storie di chi ha incontrato, storie non solo di dolore ma anche d'amore: l'amore tra Aicha e William Isa, l'una musulmana, l'altro cristiano, morti per mano di un ufficiale che non accettava il loro legame e voleva Aicha per sé; l'amore dello stesso Hanna per Suad, la sorella del suo caro amico; l'amore di Mariam, una rifugiata armena, per William, il figlio di Zakariyya.

Benvenuti nell'Antropocene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Green, John <1977->

Benvenuti nell'Antropocene : velociraptor, internet e la cometa di Halley : guida a un pianeta uomo-centrico / John Green ; traduzione di Lia Celi

Rizzoli, 2021

Abstract: L'Antropocene è l'attuale era geologica, in cui l'opera dell'uomo ha profondamente ridisegnato e influenzato il pianeta. A partire da un podcast di grande successo in America, arricchito e trasformato anche a causa della pandemia, John Green recensisce, con tanto di valutazione da 1 a 5 stelle, diversi aspetti del nostro pianeta antropocentrico – dalla tastiera QWERTY ai velociraptor, passando per internet, i miti dello sport e i videogiochi, fino ai Pinguini di Madagascar. Prodotti artificiali come le bevande gassate, specie naturali le cui abitudini sono state irrimediabilmente modificate dall'azione umana, fenomeni che influenzano l'umanità come la cometa di Halley: le recensioni dell'autore compongono una vera e propria sinfonia, in un libro complesso e ricco di dettagli. Il talento di John Green per raccontare storie ci porta a guardare con occhi diversi il nostro presente e il mondo che ci circonda.

La prima volta che il dolore mi salvò la vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jón Kalman Stefánsson <1963->

La prima volta che il dolore mi salvò la vita : poesie (1988-1994) / Jón Kalman Stefánsson ; traduzione di Silvia Cosimini

Iperborea, 2021

Abstract: «Ho difficoltà a immaginarmi a scrivere narrativa. La forma poetica è la più adatta a me.» Così rispose Jón Kalman Stefánsson, al tempo dei suoi esordi da poeta, a chi gli chiedeva se avesse considerato la possibilità di cimentarsi nella narrativa. Alla luce della sua produzione successiva, fatta di svariati romanzi, tradotti e premiati in tutto il mondo, la risposta non può che strappare un sorriso. Eppure è anche molto vera: Stefánsson la poesia non l'ha mai abbandonata, l'ha nascosta nella prosa. E le tre raccolte comprese in questo volume - qui pubblicate con testo islandese a fronte - possono essere viste anche come una sorta di laboratorio espressivo per quello stile inconfondibile che riesce a essere lirico e prosaico, altissimo e leggero, disperato e ricco di humour allo stesso tempo. Le fonti d'ispirazione sono le più disparate: il sole che tramonta su Reykjavík, un incidente stradale, il martellante vociare delle radio libere, la morte di Elvis Presley, la fede incrollabile nelle parole smorzata solo dall'autoironia (... mi chiedi: / che cosa hai fatto oggi? / e ti porgo una poesia / che tu leggi in trenta secondi.). E poi la musica, l'altra grande passione, l'amore e la bellezza, le uniche forze capaci di rendere immortali anche le esistenze più precarie. Completa la raccolta una spassosa e irriverente autobiografia - umana e letteraria - dei suoi tormentati e squattrinati anni giovanili prima in provincia, con il lavoro sul peschereccio e in fabbrica, la scoperta rivoluzionaria della lettura, e poi i faticosi inizi della carriera di poeta nella Reykjavík del secolo scorso, meno cool di quella di oggi, ma forse più autentica.

La ragazza del collegio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gazzola, Alessia <1982->

La ragazza del collegio / romanzo di Alessia Gazzola

Longanesi, 2021

Abstract: A dieci anni dal primo romanzo della serie "L'allieva" torna Alice Allevi. Torna Alice Allevi in tutta la sua splendida e perfetta imperfezione. Torna Claudio Conforti, per tutti e tutte ormai solo «CC»: mente brillante, parlantina spesso caustica, cuore solo all'apparenza ruvido. Torna il cast di comprimari che per dieci anni esatti ha entusiasmato lettrici e lettori, facendo innamorare, sorridere, disperare e a volte perfino arrabbiare. Alice è tornata dopo un intenso periodo vissuto a Washington insieme a Claudio Conforti, e c'è una ragione precisa dietro la decisione della coppia più scintillante della medicina legale. Per Claudio, infatti, questa è l'occasione della vita: la Wally sta per andare in pensione e la corsa alla successione in qualità di direttore dell'istituto sembra aperta e subito chiusa: CC appare come la persona ideale per assurgere al ruolo di nuovo «Supremo» dell'istituto. Ma, mentre lo scatto di carriera di Claudio, contro ogni previsione, si rivela tutt'altro che facile, Alice - ora medico legale praticante a tutti gli effetti - si trova coinvolta non in uno ma in ben due casi che presto si dimostrano in grado di mettere alla prova il suo ben noto fiuto investigativo. Da un lato, l'incidente stradale di cui è vittima una giovane studentessa di un prestigioso collegio potrebbe nascondere qualcosa di più terribile della semplice fatalità, anche perché il colpevole è fuggito e sembra impossibile stanarlo. E dall'altro c'è di mezzo un bambino smarrito che non parla e di cui non si sa bene nemmeno l'età. Spinta dalla sua naturale empatia, e da una buona dose di voglia di ficcanasare, Alice si troverà coinvolta dalle due vicende, molto più intimamente di quanto lei (e CC stesso) si potevano mai immaginare.

Heaven
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kawakami, Mieko <1976->

Heaven / Mieko Kawakami ; traduzione dal giapponese di Gianluca Coci

E/o, 2021

Abstract: Heaven indaga l'esperienza e il significato della violenza e il conforto dell'amicizia. Bullizzato per il suo strabismo, il protagonista del romanzo soffre in silenzio. La sua unica tregua è l'amicizia con una ragazza, Kojima, anche lei continuamente vittima dei dispetti delle coetanee per via della trasandatezza con cui si presenta a scuola. Kojima invita il ragazzino protagonista a un fitto scambio epistolare innocente e pieno di sogni, dove non c'è posto per l'angoscia del bullismo. Le lettere si susseguono a gran ritmo, riempiendo fino all'estremo la custodia del dizionario dove il ragazzino le nasconde, nonché diventando l'unico motivo di gioia delle giornate dei due ragazzi, che a scuola tendono a eclissarsi, anche agli occhi l'uno dell'altra. Ci sono molti segreti, cose che secondo la piccola e intelligente Kojima, non potranno mai essere comprese dai compagni di classe, i quali non sanno fare altro che sfogare le loro debolezze su di lei e sul suo amico. Ma qual è la vera natura della loro amicizia se è il terrore ad alimentare il loro legame?

Il fuoco di Pandora
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strukul, Matteo <1973->

Il fuoco di Pandora / Matteo Strukul

Solferino, 2021

Abstract: Nella notte che regna sui villaggi degli uomini, Pandora ricorda. Si è esiliata dall'Olimpo per rimediare al dolore scatenato sul mondo dall'apertura del vaso a lei affidato, la trappola di Zeus. Si è data una missione: portare agli umani il fuoco, i suoi usi e le sue storie, dalla magia della Fenice alla sfortunata corsa di Fetonte sul carro del sole, alla battaglia di Ecate, Signora delle Fiaccole, contro il gigante Clizio. Ma quello tra le donne e il fuoco è un legame che non finisce con Pandora. Continua con Pentesilea, amazzone guerriera, forgiata nelle fiamme, perseguitata da una maledizione e destinata ad affrontare Achille sotto le mura di Troia. Con la pira funebre che conclude la vicenda di Didone, regina orgogliosa e abbandonata che si dà la morte dopo la partenza di Enea. Con il diadema e la veste intrisi di fiamme che consumano Glauce, la nuova moglie di Giasone, doni mortali di Medea ripudiata. Generose e vendicatrici, sagge e impetuose, Matteo Strukul costruisce in questo libro un vero e proprio pantheon di capostipiti femminili, a cui dà voce di volta in volta per ricostruire i miti fondativi della nostra cultura da una prospettiva insolita e coinvolgente.

Il ritmo di Harlem
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Whitehead, Colson <1969->

Il ritmo di Harlem : romanzo / Colson Whitehead ; traduzione di Silvia Pareschi

Mondadori, 2021

Abstract: Per i suoi clienti e vicini su 125th Street, Ray Carney è un commerciante serio: sgobba da bravo padre di famiglia nel suo negozio dove vende mobili a prezzi contenuti. Sua moglie Elizabeth aspetta il secondo figlio e, sebbene i suoceri non mostrino di apprezzare granché il fatto che la figlia e i nipoti vivano in un piccolo appartamento vicino ai binari della sopraelevata, Ray sembra soddisfatto così. Ma dietro questa apparente normalità si aprono delle crepe: sono in pochi a sapere che suo padre era un membro piuttosto temuto della criminalità locale. Per giunta, con tutti quei divani venduti a rate, i soldi cominciano a scarseggiare. Per cui, se suo cugino Freddie occasionalmente gli porta in negozio qualche anello o una collana, Ray non vede la necessità di informarsi sulla loro provenienza; inoltre conosce un gioielliere in centro, anche lui molto poco propenso a fare domande e assai discreto. Inizia così il conflitto interiore tra Ray l'onesto commerciante, padre di famiglia, e Ray il malvivente. Ma quando Freddie decide di prendere parte alla rapina allo storico Hotel Theresa, una serie di terribili malavitosi irrompe nella vita di Carney: dal gangster Chink Montague, "noto per la sua abilità con il rasoio a mano libera", a Pepper, reduce della Seconda guerra mondiale dalla pistola facile, fino al micidiale Miami Joe con i suoi eleganti completi viola. Barcamenarsi in questa doppia vita diventa sempre più difficile e pericoloso: riuscirà il nostro eroe a evitare di essere ucciso, a salvare suo cugino e ottenere la sua parte del colpo grosso? Ma, soprattutto, riuscirà a mantenere intatta la sua reputazione? Questo ennesimo exploit letterario di Whitehead non è solo un esilarante dramma morale mascherato da poliziesco: è anche un romanzo sociale su razza e potere. Ma è in primo luogo una lettera d'amore nella quale Harlem - animata da una sfilata dickensiana di personaggi colorati e originalissimi - ha la stessa vivacità e ricchezza della Dublino di Joyce.

Il libro delle cose nascoste
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dimitri, Francesco <1981->

Il libro delle cose nascoste / romanzo di Francesco Dimitri

Longanesi, 2021

Abstract: I ricordi di gioventù, le radici, la terra. È questo, o forse molto di più, a spingere quattro amici di vecchia data, oggi quasi quarantenni, a rispettare un patto: ritrovarsi lo stesso giorno ogni anno a Casalfranco, il loro piccolo paese d'origine nel cuore di una Puglia meravigliosa e arsa dal sole. Arturo, il leader carismatico del gruppo chiamato da tutti Art, è sempre stato il più attento a rispettarlo ed è il solo a essersi ristabilito nel paese dopo che come gli altri lo aveva lasciato per cercare un futuro più ricco di promesse e possibilità. Ma quest'anno Art non si presenta all'appuntamento: le ore passano e gli amici, Mauro, Fabio e Tony, lo aspettano con crescente apprensione, finché decidono di andare a cercarlo. Ciò che scoprono quando riescono a entrare in casa sua è preoccupante: Art coltiva marijuana, un'attività molto pericolosa in un posto dove aleggia la minaccia della criminalità organizzata. Chiedendo ai conoscenti, Mauro, Fabio e Tony scoprono che in paese girano voci inquietanti sul conto di Art, e frugando nel caos della sua abitazione trovano un diario, "Il Libro delle Cose Nascoste". Cosa sono le Cose Nascoste? In che razza di guai si è infilato Art, e quali segreti ha tenuto nascosti per tanti anni? Questi sono gli interrogativi che ai tre amici stanno a cuore. Ma ogni cuore ha il suo lato oscuro. Doveva essere un ritrovo all'insegna della spensieratezza. Diventerà un viaggio nell'abisso di ciascuno di loro.