Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Sellen, Derek
× Soggetto Opere
× Lingue Italiano
× Materiale A stampa
× Paese Italia

Trovati 89063 documenti.

Il partito della Resistenza. Storia del Partito d'Azione. Storia del Partito d'Azione (1942-1947)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Luna, Giovanni

Il partito della Resistenza. Storia del Partito d'Azione. Storia del Partito d'Azione (1942-1947)

UTET, 20/04/2021

Abstract: Fondato nel 1942, il Partito d'Azione si sciolse nell'ottobre 1947; ma la sua storia, per quanto breve, lo vide protagonista di tutte le vicende fondamentali che portarono alla nascita della democrazia: la Resistenza, la fine della dittatura fascista, il referendum in cui vinse la Repubblica, la stesura della Costituzione. Fu un vero e proprio Partito della Resistenza, non solo per l'arco temporale che lo vide operare, ma soprattutto perché non ebbe, in termini di voti e tessere, lo stesso peso che aveva avuto in termini di "fucili" nella lotta armata di liberazione. Segnato dall'impegno antifascista e dalla consapevolezza di rappresentare una minoranza orgogliosamente refrattaria alle suggestioni plebiscitarie del totalitarismo, il Partito d'Azione sembrò, una volta raggiunti gli obiettivi di libertà e democrazia, considerare conclusa la propria missione. Non fu esattamente così: i suoi fermenti ideali non si estinsero di certo nell'immediato dopoguerra e gli esponenti delle varie correnti interne (dalla sinistra socialista guidata da Emilio Lussu a quella riformista e repubblicana di Ugo La Malfa) continuarono a dare il loro contributo, innervando la politica e la cultura del nostro paese. A quarant'anni dalla sua prima edizione, in questo libro fondamentale si ritrova tutto intero e sempre attuale l'interrogativo sull'incapacità dell'Italia di diventare il paese laico e moderno che molti partigiani sognavano e che avevano cercato di costruire prima nella Resistenza, poi proprio nella breve, ma luminosa, parabola del Partito d'Azione.

Cesare e Cleopatra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Shaw, George Bernard

Cesare e Cleopatra

Passerino, 15/04/2021

Abstract: Cesare e Cleopatra (titolo originale in inglese: Caesar and Cleopatra) è un dramma storico di George Bernard Shaw sulla relazione tra Giulio Cesare e Cleopatra, scritto nel 1898 e andato in scena integralmente per la prima volta a New York nel 1906.George Bernard Shaw (Dublino, 26 luglio 1856 – Ayot St Lawrence, 2 novembre 1950) è stato uno scrittore, drammaturgo, linguista e critico musicale irlandese. Nel 1925 vinse il Premio Nobel per la letteratura con la seguente motivazione:"per il suo lavoro intriso di idealismo ed umanità, la cui satira stimolante è spesso infusa di una poetica di singolare bellezza."Nel 1939 ricevette l'Oscar alla migliore sceneggiatura non originale per il film Pigmalione, ispirato alla sua omonima commedia; è stato l'unico ad aver vinto sia il Premio Nobel sia il Premio Oscar fino al 2016, anno in cui fu assegnato il Nobel per la letteratura a Bob Dylan, che nel 2001 aveva vinto l'Oscar alla migliore canzone.Traduzione italiana di Antonio Agresti.

L'Alemanno. Svevi nel basso medioevo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sibalio

L'Alemanno. Svevi nel basso medioevo

Elison Publishing, 17/04/2021

Abstract: Ducato di Svevia, 1252. Williger, in viaggio da Gdańsk, arriva a Wimpfen per ritrovare il suo vecchio amico Karl. I due amici intraprendono questo viaggio, attraverso il Ducato di Svevia degli Hohenstaufen, alla riscoperta dei luoghi natii e, sfoggiando le loro competenze storiche e descrittive, rinverdiscono la loro amicizia. Protagonisti importanti del romanzo sono i cavalli, da sempre compagni di viaggio e salvezza per quei tempi, e le donne consolatrici nel momento del bisogno. Altri personaggi, di origine sveva ed alemanna, raccontano le loro avventure arricchendo la trama del romanzo.

Eterno autunno. Dodici incubi di carta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Spallone, Luca Angelo

Eterno autunno. Dodici incubi di carta

Robin Edizioni, 16/04/2021

Abstract: Dodici storie. Un immaginario comune che è contemporaneamente fantastico e cupo. Attimi di trepidante attesa che si alternano a momenti di angoscia, stati d'animo penosi, paesaggi meravigliosi e impossibili. Ci sono omicidi e aggressioni. Qualcuno muore e qualcun altro si salva. Capita di assistere ad avvenimenti inspiegabili o prodigiosi. E accade che i personaggi compiano scelte più o meno condivisibili, proprio come nella vita, interrogandosi su quanto sia possibile scendere a compromessi con una realtà, ben diversa da quella a cui sono abituati, senza impazzire o lasciarsi soggiogare.

Io & Buddy
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Wilson, Casey

Io & Buddy

Newton Compton Editori, 04/02/2021

Abstract: L'amore è un alleato prezioso contro qualunque avversitàNella cittadina di campagna di Riverside, nello stato di Washington, Toby Fuller si sente più solo che mai. Non è mai riuscito a conquistarsi l'affetto di suo padre, che ha finito per abbandonare lui e la madre per sempre. Così Toby ha innalzato una corazza at­torno al suo cuore per non es­sere più ferito. Ma un giorno, un trasandato golden retrie­ver di nome Buddy lo segue da scuola fino a casa. Pur fa­ticando a camminare, Buddy si avvicina a Toby passo dopo passo, senza mai togliergli gli occhi di dosso, come se Toby fosse tutto ciò di cui ha biso­gno. Da quel giorno comincia a svilupparsi tra i due un'a­micizia straordinaria e Toby piano piano scopre l'amore incondizionato. Sembra quasi sul punto di fare pace con il suo passato doloroso, quando il destino avverso si prepara a stravolgergli di nuovo la vita. Buddy sarà in grado di dare al suo amico la forza necessaria per andare avanti?Ci sono messaggi che solo gli occhi dolci di un cane sanno comunicare"Chi non ha avuto un cane non sa cosa significhi essere amato."Arthur Schopenhauer"Impossibile trattenere le lacrime, un libro che fa bene al cuore.""Non è necessario essere amanti dei cani per venire rapiti da questa storia. Anche se sfogliare le pagine con una codina scodinzolante accanto non ha prezzo!""Una lettura in grado di trasmettere emozioni autentiche, un libro indimenticabile."Casey WilsonÈ un'autrice statunitense, nata e cresciuta in Nevada. Grande appassionata di cani, ha la for­tuna di avere come compagno di vita un golden retriever, che ha ispirato il suo romanzo.

Il ghiaccio e la pioggia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fusi, Giacomo

Il ghiaccio e la pioggia

editrice GDS, 15/04/2021

Abstract: A soli ventisette anni, Tom Kalson è un ricco e famoso attore di Hollywood.Grazie al sostegno dell'amico Jeremy Timos e del suo fidato agente Clark Stardan è riuscito a emergere e affermarsi in quel mondo di riflettori, macchine da presa, fama e gloria che tutti sognano ed ora, candidato all'Oscar come migliore attore protagonista, vede la sua carriera spiccare il volo.La sua vita viene improvvisamente stravolta dall'incontro con Rain, una ragazza di diciannove anni con i capelli corvini e gli occhi di ghiaccio, della quale si innamora perdutamente.La nuova storia d'amore non è però l'unica cosa che sconvolge l'intera esistenza di Tom: i fantasmi di un passato oscuro, un'accusa di omicidio e un detective determinato a risolvere il caso metteranno a dura prova la sua forza d'animo e lo costringeranno a fare i conti con un mondo tanto splendido quanto crudele… 

Un quadro a piacere di Francis Bacon
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Errico, Francesco

Un quadro a piacere di Francis Bacon

editrice GDS, 15/04/2021

Abstract: L'orrore che noi abbiamo dentro ci è stato dato in eredità.Tutti viviamo accanto alle nostre impossibilità. All'infelicità di non essere compresi. Di non essere amati.Ma c'è anche chi fa della propria lingua un incapacità del dire.L'irrealizzabilità di comunicare con l'altro.C'è chi è affollato dalle inquietudini e dalla sensazione della cospirazione del genere umano. Che tutto questo non esistere ricada costantemente dentro di noi e si rifletta nelle nostre ossa e nell'intero corpo oramai ridotto a pasto.Questo è un autentico oscuro itinerario nella carne.Un allarmante e orribile corsa verso la morte ma anche la fiducia di raggiungere i cuori ridotti ad altro.Quand'è che l'uomo affronta i raccapriccianti incubi che attraversano l'intero spettro delle sue agitazioni?Quando l'uomo si fa orrore egli stesso per attraversare l'abisso?Ci limitiamo a vivere esperienze ma le possediamo?Un ragazzino di 16 quasi 17 anni affronta l'inimmaginabile.Con il suo migliore amico Zeder. Con la musica e i libri di fantascienza e sopratutto con il suo catalogo "delle idee che devono muoversi" Dovrà fronteggiare le atrocità raccapriccianti di un mondo che non ha più significato.Il suo amore per Cassandra diventerà l'unico scopo per ristabilire un nuovo ordine. La ricerca di un linguaggio che è sempre mancato diverrà l'approdo per conquistare l'immortalità.La mostruosità e la bellezza si fonderanno. L'orribile e il grottesco lo condurranno nel più grande viaggio mai fronteggiato.Il viaggio contro l'incubo dell'essere. 

Pratiche manageriali. Pensare l'azienda e costruirne una vincente
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Galavotti, Alessandro

Pratiche manageriali. Pensare l'azienda e costruirne una vincente

Edizioni del Faro, 15/04/2021

Abstract: Molti hanno provato a definire che cosa sono le organizzazioni, come funzionano e cosa devono avere per essere vincenti. Quello che, però, di unico si troverà in questo testo è un mix unico fra teoria organizzativa ed esperienza pratica sviluppata dall'autore stesso. Ogni concetto, infatti, è rapportato a un caso concreto e ogni caso concreto è rapportato a un'idea. Il presente lavoro illustra quindi una metodologia che, partendo dallo schema teorico basato sull'interrelazione fra l'elemento primario della cultura aziendale e quelli secondari – anche se non meno importanti – delle funzioni, dei processi, dei progetti e del know-how, viene calata nella realtà aziendale, viene sporcata nelle attività quotidiane, viene modellata in base alle esigenze organizzative più concrete in modo da renderla ben utilizzabile nella vita lavorativa di tutti i giorni.

Le vie dell'acqua
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

ANTOLOGIA AUTORI VARI

Le vie dell'acqua

CIESSE Edizioni, 15/04/2021

Abstract: Il Comune di Teolo, in collaborazione con la Biblioteca Civica e la casa editrice Ciesse Edizioni, ha organizzato la prima edizione del Concorso letterario "Le vie dell'acqua", rivolto agli alunni delle classi Quarte e Quinte della scuola Primaria e delle classi Prime, Seconde e Terze della scuola Secondaria di Primo grado di Teolo, che vogliono cimentarsi nell'arte della scrittura attraverso la composizione di filastrocche per la scuola Primaria e brevi racconti in prosa per la Secondaria.Lo scopo del concorso è stato quello di offrire ai bambini e agli adolescenti di Teolo la possibilità di mostrare il proprio talento, di valutare i loro sforzi creativi, di dare un obiettivo concreto alla passione per la lettura, di mettere in pratica ciò che a scuola si studia e s'impara, sono tutte opportunità che fanno di un concorso letterario come "Le vie dell'acqua" una significativa palestra per crescere umanamente e culturalmente.

Das mit dem roten faden verbundene gedächtnis
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Materassi, Orlando - Pascale, Silvia

Das mit dem roten faden verbundene gedächtnis

CIESSE Edizioni, 15/04/2021

Abstract: Elio Materassi war einer der 650.000 italienischen Militärinternierten, die nach dem Waffenstillstand vom 8. September 1943 in die Lager des Dritten Reiches deportiert wurden.Elio bezahlte mit 20 langen Monaten Internierung sein "NEIN" zum Nazi-Faschismus, gezwungen, als Hitlers Sklave zu arbeiten. Er hätte sich von den Leiden der Konzentrationslager und dem Elend der Zwangsarbeit befreien können, indem er sich für Deutschland und die Italienische Sozialrepublik entschieden hätte, aber er entschied sich dagegen und trug damit zur ersten Form des Widerstands bei: eine Seite der Geschichte, die noch nicht vollständig erforscht ist, die sie den Jugendlichen hinterlassen wollen.Zum ersten Mal gemeinsam stellen sich Silvia Pascale und Orlando Materassi nicht nur dem historischen Thema der IMI, sondern ausgehend von der persönlichen Erfahrung des Sohnes des Internierten, sprechen sie über den Sinn des familiären Traumas, über die Beziehung zwischen Vater und Sohn und entwickeln einen roten Faden, der Wertschätzung und emotionale Zugehörigkeit verbindet.

Questione di Stilo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Verona, Cesare - Moraglio, Adriano

Questione di Stilo

Giunti, 16/04/2021

Abstract: Torino, 1919. "Signor Levi, le propongo un affare fantastico: perché non fabbrica anche lei penne stilografiche a Torino?". Un giovane ragioniere intraprendente guarda dritto negli occhi un noto industriale tessile di Torino, Isaia Levi. L'imprenditore è intrigato dalla proposta del giovanotto che gli sta davanti. Se Torino è nota per aver dato i natali al Regno e se è famosa per le sue pasticcerie, il cioccolato, l'industria automobilistica e quella tessile, non potrebbe diventare la "capitale" della penna stilografica? Qualche giorno dopo comincia l'avventura: "Buongiorno, devo registrare una nuova società". Il funzionario della Camera di Commercio solleva lo sguardo dalle carte e stringe le labbra in segno di considerazione: "Nome della società?". "Fabbrica italiana di penne a serbatoio Aurora". Torino, 1889. Un certo Cesare Verona importa in Italia le prime macchine per scrivere di produzione americana Remington. La sua attività comincia in pieno centro a Torino, a una quindicina di minuti a piedi dal luogo in cui sorgerà la fabbrica dell'Aurora. Cesare Verona è il mio bisnonno e io, che porto il suo nome, sono attualmente il quarto patron di Aurora, divenuta la più importante fabbrica italiana di penne stilografiche. È andata così. In questo incrocio "siderale" tra macchine per scrivere e penne stilografiche c'è tutto il paradosso di una storia che ha compiuto ben cento anni. Tutta da… leggere, ora che l'ho scritta per voi. Cesare Verona

Hals. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pescio, Claudio

Hals. Ediz. illustrata

Giunti, 16/04/2021

Abstract: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d'oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d'animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.

Hals. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pescio, Claudio

Hals. Ediz. illustrata

Giunti, 16/04/2021

Abstract: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d'oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d'animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.

La piccola Emilia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Radi, Marco

La piccola Emilia

Damster, 07/04/2021

Abstract: Due irriducibili pensionati, un saldatore comunista e un tipografo democristiano, con la complicità di un altro vecchietto assai poco riservato e di un giovinastro elvetico incline al panteismo, mettono a segno un furto strampalato, facendo sparire un fucile mitragliatore giocattolo dal museo di Peppone e Don Camillo, in quel di Brescello. Il giorno seguente il disastroso colpo, il sindaco di Arzanello Trebbia viene freddato a colpi di mitra. Qual è il collegamento? Possibile che quei quattro deficienti abbiano un ruolo nella morte del loro primo cittadino?

Il passato non perdona
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Snaidero, Dario

Il passato non perdona

Damster, 07/04/2021

Abstract: Friuli 1953. Trieste italiana è un urlo parossistico, ormai. Vinicio Corgnali, ex partigiano e poliziotto fallito, è richiamato in servizio per riportare a casa una squadra di calcio in ostaggio degli Jugoslavi che non accettano i confini imposti dai trattati. Altri fatti accadono. Un enorme rubino viene rubato dalla reliquia di Ermacora, primo patriarca di Aquileia. Qualcuno ha ucciso la baronessa Filomena De Vincentiis, importante imprenditrice e grande strozzina. Per risolvere questi e altri misteri, il vice ispettore Corgnali deve ripensare la sua guerra partigiana. Tre donne se ne contendono il cuore. O il suo letto. E c'è un'orsa che ricompare.

cRimini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bressanin, Davide

cRimini

Damster, 07/04/2021

Abstract: Alfredo 'Fred' Sonetto ama l'estate con feroce determinazione. Ma non è facile continuare ad adorare spiaggia, sole e mare quando si è stati appena lasciati dalla fidanzata, quando tua figlia è a migliaia di chilometri di distanza con la tua ex e quando sei costretto a passare le vacanze con Guglielmo, il tuo capoufficio gay, titolare dell'agenzia investigativa Sabato e Jody il suo amante olandese. Per sconfiggere la malinconia, che avanza sempre più decisa verso il suo ombrellone non resta che farsi avanti con Sissi, la bella animatrice della spiaggia, che saputo del suo lavoro da investigatore privato propone una scommessa: se Fred troverà il legittimo proprietario di un borsello smarrito accetterà di prendere un aperitivo con lui. Con la prospettiva di una serata bollente, in compagnia della bella animatrice, sarebbe stupido non accettare. E poi è solo un gioco estivo, per spezzare via la monotonia della vacanza. Cosa può succedere? Sicuramente non ci saranno inseguimenti, risse, persone scomparse, bande criminali, ragazze aggredite, sadici assassini, mariti infedeli e violenti, mostri spietati, il Minotauro, negozianti di souvenir, disinibite turiste, receptionist vendicative, fotografie compromettenti, Cujo e il segugio di Mignanego. Quella di Fred sarà una tranquilla, banale, rilassante e indimenticabile vacanza al mare.

Cocktail d'anime per l'avvocato Alfieri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bernardi, Marco P. L.

Cocktail d'anime per l'avvocato Alfieri

Damster, 07/04/2021

Abstract: È l'inizio di agosto del 1971 quando a Torino due sacerdoti vengono assassinati, a poche ore l'uno dall'altro.Il vicecommissario incaricato coinvolge nelle indagini Ennio Alfieri, avvocato cinquantatreenne ritiratosi prematuramente dalla professione perché deluso dalla giustizia degli uomini e incapace di abituarsi all'idea di difendere i colpevoli.Alfieri vive in piazza Solferino, nella grande casa di famiglia affacciata sulla Fontana Angelica, con l'unica compagnia di Beppegaribaldi, un canarino permaloso che si arrabbia se non viene nutrito a orari precisi. Don Mario è l'amico di sempre: insieme hanno frequentato il liceo e l'università e hanno combattuto la guerra partigiana.Se, dopo il primo delitto, sembra prevalere la pista, facile da percorrere e poco faticosa nel caldo opprimente di quei giorni, del tentativo di rapina finito male, altre strade si propongono dopo il secondo delitto, da quella dei furti d'arte sacra su commissione agli omicidi rituali perpetrati da una setta della collina.Lungo i vicoli deserti del Balon, nelle sale lussuose dei caffè del centro e in quelle fumose delle vecchie piole di Porta Palazzo, la caccia dell'Avvocato continua, sul filo di nuovi indizi e antichi ricordi.

Il grande libro della scelta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borgini, Paola - Abbondanza, Pietro - Pietro Abbondanza

Il grande libro della scelta

Edizioni Stazione Celeste, 14/04/2021

Abstract: Questo è il sesto libro trasmesso dai Portatori di Presenza; fa parte di un percorso il cui principale obiettivo, è quello di farci prendere una piena e responsabile consapevolezza di essere quella Luce che ha scelto di farsi Carne.Il perché di questa scelta è quello che le Guide ci aiuteranno a scoprire, ascoltando* e leggendo le 46 sessioni di questo testo rivoluzionario.Ma non è solo questo, è molto di più…     è riconoscersi come Uno che può essere molti, per vivere come Umanità e nell'Umanità questa esperienza terrena, proclamandosi Sovrano assoluto del proprio Territorio Comune.Ma non è solo questo, è molto di più…È qualcosa che non può essere espresso a parole, va vissuto in prima persona; e chi farà tutto il percorso in Presenza e Umiltà utilizzando le tre chiavi indicate dai Portatori di Presenza – Verità, Sincerità e Trasparenza – ciò che scoprirà sarà un Tesoro di incommensurabile valore.*. All'interno del libro sono presenti dei web link per ascoltare/scaricare le registrazioni audio delle sessioni di channeling che compongono il libro.

La pandemia del dolore e la speranza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Beschi, Francesco

La pandemia del dolore e la speranza

Marcianum Press, 29/04/2021

Abstract: "…le parole del padre e del pastore infondono conforto ai figli…li accompagnano fino all'ultimo passaggio…perché nessuno vada perduto …" (dalla prefazione di Angelo Scola)Riflessioni e preghiere del vescovo di Bergamo, una delle città più provare dalla pandemia Covid 19. Cinque grandi capitoli: dolore, solitudine, preghiera, limite, comunità. A fronte del senso di vuoto, di rabbia, di disperazione, si erge la forza della preghiera, il valore di un sorriso, il vincolo di una comunità, piccoli segni di speranza e, soprattutto, un sentimento profondo di fede e di condivisione con i sofferenti.

Lingua e essere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gümüsay, Kübra

Lingua e essere

Fandango Libri, 15/04/2021

Abstract: Questo libro insegue un desiderio: un linguaggio che non riduca le persone a categorie. Immaginiamo che la lingua sia un museo, dove si impara a conoscere presente e passato, oggetti e idee, sensazioni e sentimenti, e si imparano anche i nomi delle cose. Nelle sue sale, alcuni di noi camminano indisturbati, sono le persone "normali", coloro a cui non viene assegnato un nome unico che li definisca; altri invece sono etichettati, catalogati, ricondotti a gruppi – la donna, il musulmano, il gay, la lesbica, la persona disabile, il nero, l'ebreo – che ne semplificano la complessità. Kübra Gümüsay esplora la questione di come il linguaggio modella il nostro pensiero e determina la nostra visione politica. Dimostra come le persone diventano invisibili come individui se sono sempre viste come parte di un gruppo e possono esprimersi solo come tali. Ma come possono le persone parlare davvero come persone? E come possiamo tutti noi – in un momento di discorsi sempre più violenti e pieni di odio – comunicare gli uni con gli altri in modo diverso? Attraverso la lingua e l'uso spesso inconsapevole che se ne fa, Kübra Gümüsay racconta la società contemporanea che si dice multiculturale, e chiarisce come l'unico modo per usare la lingua in senso realmente democratico sia comprenderne le valenze politiche e capirne i meccanismi. Cosa significa legittimare come fossero opinioni discorsi razzisti, xenofobi, violenti che colpiscono le minoranze, le donne, le persone marginalizzate? Cosa significa per chi non è nella "norma" dover spiegare continuamente se stesso, le proprie scelte, la propria religione, il modo in cui ci si veste e chi si ama? In un saggio lucido e schiettissimo, a partire dalla propria esperienza e da quella dei molti con cui si è confrontata negli anni, Gümüsay rimette la lingua al centro del nostro agire politico e denuncia come l'incitazione all'odio, la violenza verbale abbiano conseguenze che nessuno può permettersi di non prendere in considerazione.