Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse Catalogo
× Nomi Garboli, Cesare <1928-2004>
× Lingue Italiano
× Paese Italia
× Editore Adelphi edizioni <Milano>
× Livello Monografie
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore BUR <marchio editoriale>
× Genere Saggi

Trovati 7 documenti.

Tartufo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Tartufo / Cesare Garboli ; a cura di Carlo Cecchi ; con un saggio di Carlo Ginzburg

Milano : Adelphi, 2014

Abstract: Ognuno ha un suo classico, ha detto Garboli, cioè «un compagno di veglia, un segreto e inseparabile interlocutore». Il suo, non c'è dubbio, è stato Molière, cui ha dedicato, nel corso di oltre un trentennio, memorabili saggi e rivoluzionarie traduzioni, sino a diventarne «interprete accanito e quasi maniacale». Sempre, occorrerà aggiungere, in un'ottica acutamente teatrale. Non a caso, radunando nel 1976 cinque testi molieriani, Garboli sottolineava di voler offrire «cinque copioni al teatro italiano di oggi, nella presunzione che il teatro di Molière sia portatore di un sistema di idee, di un messaggio che ci è oggettivamente contemporaneo». Epicentro di quel sistema di idee è per lui "Tartufo", oltraggiosa figura di servo che – infrangendo «l'antica, dura legge teatrale che fa dell'intelligenza dei servi un privilegio infruttuoso» – si cimenta nell'impossibile impresa di farsi padrone, e che dalla servitù si libera «con l'esercizio salutare, rassicurante, medico della politica»: sicché la pièce altro non è se non la «diagnosi comica e disperata della struttura politica della realtà, mascherata di valori intoccabili che si autolegittimano grazie alla santità di una causa e si presentano come la guarigione di un male». Ma rileggere gli scritti di Garboli sul "Tartufo" non significa solo ripercorrere la storia di un febbrile corpo a corpo con Molière: signi­fica, soprattutto, riscoprire la più energica, spavalda, elettrizzante prosa critica del Novecento. Quella di un seduttivo, stregonesco «critico attore», giacché l'attore «esegue un testo come si esegue una partitura, o una vita» (Carlo Ginzburg).

Il Dom Juan di Moliere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Il Dom Juan di Moliere / Cesare Garboli ; con una nota e una bibliografia di Laura Desideri

Milano : Adelphi, [2005]

Abstract: Presentando, nel 1974, il suo Molière, Garboli deplorava come una sciagura nazionale che il teatro e la borghesia italiani avessero saltato Molière, così come succede a certi adulti che, nel loro sviluppo, rimuovono una delicata e essenziale fase di crescita. Bastano queste parole a far capire di quale novità fosse portatore il suo lavoro. E dal ceppo di quella storica impresa è nato questo libro segreto ed essenziale, cui Garboli ha atteso per oltre un ventennio e che considerava il coronamento della sua attività di traduttore e critico molièriano.

Pianura proibita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Pianura proibita / Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [2002]

Abstract: Pianura proibita è un libro che racconta una storia personale, e può essere letto come un diario nato da occasioni esteriori, ma illuminato da un sistema coerente d'idee e attraversato da lucide confessioni. E' la storia di un letterato che non ama i libri ma non può farne a meno. La storia di uno che cerca nei libri quel che non si trova, e non si può trovare, nella carta stampata. Per questa ragione l'autore di Pianura proibita - dove figurano Roberto Longhi e Benedetto Croce, Mario Soldati, Italo Calvino e Goffredo Parise - ha spesso e volentieri abbandonato le pagine dei filosofi e degli scrittori per inoltrarsi rapito e felice in tutt'altre esperienze.

La famosa attrice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La famosa attrice / Anonimo del 17. secolo ; a cura di Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [1997]

Il gioco segreto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Il gioco segreto : nove immagini di Elsa Morante / Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [1995]

Abstract: Il primo libro di Elsa Morante, una raccolta di racconti edita nel 1941, si intitolava Il gioco segreto. Pubblicato quando l'autrice non aveva ancora trent'anni, esso ebbe un tiepido successo di stima e si meritò qualche benevola parola di incoraggiamento. La stessa Morante lo dimenticò in gran parte e concorse a farlo dimenticare, riferendolo sempre alla propria preistoria. Quando nel 1963, al culmine della maturità e del successo, pubblicò Lo scialle andaluso, molti dei racconti del Gioco segreto furono esclusi dalla nuova raccolta e cestinati. In questo libro Il gioco segreto viene rivalutato non solo come prezioso incunabolo, ma come una fonte di luce nascosta che si irradia su tutta l'opera della Morante e ne illumina il percorso sotterraneo.

Lettere e scartafacci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berenson, Bernard <1865-1959>

Lettere e scartafacci : 1912-1957 / Bernard Berenson, Roberto Longhi ; a cura di Cesare Garboli e Cristina Montagnani ; con un saggio di Giacomo Agosti

Milano : Adelphi, [1993]

Journal
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manzoni, Matilde <1830-1856>

Journal / Matilde Manzoni ; a cura di Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [1992]