Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse Catalogo
× Livello Monografie
× Nomi Garboli, Cesare <1928-2004>
× Materiale A stampa
× Paese Italia
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore Mondadori <casa editrice>

Trovati 38 documenti.

La gioia della partita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

La gioia della partita : scritti 1950-1977 / Cesare Garboli ; a cura di Laura Desideri e Domenico Scarpa

Milano : Adelphi, 2016

Abstract: Per oltre mezzo secolo, la scrittura di Cesare Garboli ha suscitato gioia ed energia - non solo intellettuale - nei suoi lettori. Che parli di cinema o di letteratura, che affronti la pittura o il teatro, ogni suo incontro (con Francis Bacon o Mario Soldati, con Chaplin o Goya, con Gianni Brera o Walter Benjamin, o magari con l'ufficiale delle SS Herbert Kappler) produce l'impatto memorabile di una rivelazione. Ma il dono del supremo esecutore di testi, "portato a vedere le cose piuttosto come un problema da risolvere che come un tema da svolgere", l'ammaliante intelligenza comunicativa coabitarono in Garboli con una cruda severità verso i propri scritti: pochi e come a contraggenio ne raccolse, centinaia ne lasciò dispersi. Il giovane filologo che nel 1954, non ancora laureato, curava un'edizione di tutto Dante in versi, e al quale dobbiamo la promozione di Pascoli e Molière a nostri contemporanei, è autore di un'opera che ha dissimulato sé medesima nel segno di un apparente e talvolta compiaciuto spreco. È tempo, dunque, di rendere disponibile per tutti il luminoso rigore del lavoro svolto da questo scrittore antagonista sempre, anche del proprio talento.

Tartufo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Tartufo / Cesare Garboli ; a cura di Carlo Cecchi ; con un saggio di Carlo Ginzburg

Milano : Adelphi, 2014

Abstract: Ognuno ha un suo classico, ha detto Garboli, cioè «un compagno di veglia, un segreto e inseparabile interlocutore». Il suo, non c'è dubbio, è stato Molière, cui ha dedicato, nel corso di oltre un trentennio, memorabili saggi e rivoluzionarie traduzioni, sino a diventarne «interprete accanito e quasi maniacale». Sempre, occorrerà aggiungere, in un'ottica acutamente teatrale. Non a caso, radunando nel 1976 cinque testi molieriani, Garboli sottolineava di voler offrire «cinque copioni al teatro italiano di oggi, nella presunzione che il teatro di Molière sia portatore di un sistema di idee, di un messaggio che ci è oggettivamente contemporaneo». Epicentro di quel sistema di idee è per lui "Tartufo", oltraggiosa figura di servo che – infrangendo «l'antica, dura legge teatrale che fa dell'intelligenza dei servi un privilegio infruttuoso» – si cimenta nell'impossibile impresa di farsi padrone, e che dalla servitù si libera «con l'esercizio salutare, rassicurante, medico della politica»: sicché la pièce altro non è se non la «diagnosi comica e disperata della struttura politica della realtà, mascherata di valori intoccabili che si autolegittimano grazie alla santità di una causa e si presentano come la guarigione di un male». Ma rileggere gli scritti di Garboli sul "Tartufo" non significa solo ripercorrere la storia di un febbrile corpo a corpo con Molière: signi­fica, soprattutto, riscoprire la più energica, spavalda, elettrizzante prosa critica del Novecento. Quella di un seduttivo, stregonesco «critico attore», giacché l'attore «esegue un testo come si esegue una partitura, o una vita» (Carlo Ginzburg).

L'avaro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molière <1622-1673>

L'avaro / Moliere ; a cura di Cesare Garboli

2. rist

Torino : Einaudi, c2004 (stampa 2009)

Abstract: Come Tartuffe e Femmes savantes - sostiene Cesare Garboli nella sua prefazione - anche L'Avaro è uno spaccato familiare e sociale. Arpagone è un capofamiglia balordo, taccagno e tirannico come tanti altri, circondato da un amabile e canagliesco intrigo di servi e di innamorati. Poi Arpagone viene derubato e l'avarizia cessa di essere un tic, una deformità, uno spunto di situazioni farsesche. La diagnosi investe la psicologia di chi ha subíto un furto, di chi è stato defraudato di un oggetto di passione affettiva ed esclusiva, della sua unica ragione di vita. Proprio la fissazione affettiva di Arpagone su un oggetto miserabile sollecita un'equivoca, ma profonda partecipazione emotiva: l'avarizia redime l'avaro.

Il Dom Juan di Moliere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Il Dom Juan di Moliere / Cesare Garboli ; con una nota e una bibliografia di Laura Desideri

Milano : Adelphi, [2005]

Abstract: Presentando, nel 1974, il suo Molière, Garboli deplorava come una sciagura nazionale che il teatro e la borghesia italiani avessero saltato Molière, così come succede a certi adulti che, nel loro sviluppo, rimuovono una delicata e essenziale fase di crescita. Bastano queste parole a far capire di quale novità fosse portatore il suo lavoro. E dal ceppo di quella storica impresa è nato questo libro segreto ed essenziale, cui Garboli ha atteso per oltre un ventennio e che considerava il coronamento della sua attività di traduttore e critico molièriano.

Storie di seduzione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Storie di seduzione / Cesare Garboli

Torino : Einaudi, [2005]

Abstract: Antonio Delfini, Natalia Ginzburg, Sandro Penna, Elsa Morante, Roberto Longhi, Mario Soldati, Molière. Sette autori. Sette eventi di seduzione. Sette incontri letterari e di vita. Con sei di questi uomini una vicinanza reale e un cammino comune, con uno soltanto, che il tempo non ha dato di incontrare, una consonanza e un dialogo a distanza. In un mosaico dove ogni tessera trova il proprio posto e forma un ritratto appassionato e originale del nostro Novecento letterario, ciascuna di queste storie diventa non tanto (o non solo) un argomento di studio quanto piuttosto un evento e un incontro di seduzione che si rinnova nel tempo.

Pianura proibita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Pianura proibita / Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [2002]

Abstract: Pianura proibita è un libro che racconta una storia personale, e può essere letto come un diario nato da occasioni esteriori, ma illuminato da un sistema coerente d'idee e attraversato da lucide confessioni. E' la storia di un letterato che non ama i libri ma non può farne a meno. La storia di uno che cerca nei libri quel che non si trova, e non si può trovare, nella carta stampata. Per questa ragione l'autore di Pianura proibita - dove figurano Roberto Longhi e Benedetto Croce, Mario Soldati, Italo Calvino e Goffredo Parise - ha spesso e volentieri abbandonato le pagine dei filosofi e degli scrittori per inoltrarsi rapito e felice in tutt'altre esperienze.

Ricordi tristi e civili
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Ricordi tristi e civili / Cesare Garboli

Torino : Einaudi, [2001]

Abstract: Conversazioni, articoli e recensioni a commento degli avvenimenti culturali e politici più noti degli ultimi decenni per ripercorrere la storia italiana recente, tornando a confrontarsi con questioni aperte, attuali e dibattute, dal caso Moro all'assassinio Tortora, dal conflitto arabo-israeliano alla giustizia minorile nel nostro paese.

L'odore del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Parise, Goffredo <1929-1986>

L'odore del sangue / Goffredo Parise ; a cura di Cesare Garboli e Giacomo Magrini

Milano : Biblioteca Universale Rizzoli, 2000

Abstract: Alla fine degli anni Settanta, Goffredo Parise scrisse un romanzo, dopo un decennio in cui sembrava aver abbandonato definitivamente la forma romanzesca. Quel romanzo vede la luce soltanto adesso. Si potrebbe definire come un'anatomia dell'amore anziano: Parise racconta le peripezie mentali e corporee di una coppia di cinquantenni, entrambi coinvolti in una relazione amorosa con persone molto più giovani. L'epilogo del libro è tragico e violento.

Di Buonaparte e dei Borboni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chateaubriand, François Auguste René de <1768-1848>

Di Buonaparte e dei Borboni / Francois Rene de Chateaubriand ; a cura di Cesare Garboli e Graziella Giordano

Milano : Adelphi, [2000]

Abstract: Chateaubriand è stato il fondatore del moderno opinionismo politico, e questo violento pamphlet, scritto tra l'inverno e la primavera del 1814 per spianare la strada al ritorno dei Borbone sul trono di Francia, lo conferma. Fu, il suo, uno di quei gesti risoluti e instintivi che nascono dall'indignazione e tagliano tutti i ponti dietro di sé. Scopo di Chateaubriand era di convincere i francesi che per evitare una nuova repubblica o l'instaurazione di un governo straniero bisognava restituire la fiducia ai Borbone e insieme togliere loro il potere assoluto, dando alla Francia un governo monarchico-costituzionale.

L'opera completa di Guido Reni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Reni, Guido <1575-1642>

L'opera completa di Guido Reni / presentazione di Cesare Garboli ; apparati critici e filologici di Edi Baccheschi

[Nuova ed.]

Milano : Rizzoli, c1999

E difficile parlare di se
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ginzburg, Natalia <1916-1991>

E difficile parlare di se / Natalia Ginzburg ; conversazione a piu voci condotta da Marino Sinibaldi ; a cura di Cesare Garboli e Lisa Ginzburg

Torino : Einaudi, [1999]

Un po' prima del piombo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Un po' prima del piombo / Cesare Garboli ; prefazione di Ferdinando Taviani

Milano : Sansoni, 1998

Abstract: Il libro, presentato da Fernando Taviani, raccoglie descrizioni, racconti, cronache di spettacoli, usciti tra il 1972 e il 1977 sul Mondo e sul Corriere della Sera. La prosa di Garboli riesce a cogliere non solo i tratti salienti degli spettacoli che recensisce, ma l'intera atmosfera di quegli anni, quasi che il teatro non fosse che lo specchio in cui si rivela il volto segreto di uno Stato in disordine.

La famosa attrice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La famosa attrice / Anonimo del 17. secolo ; a cura di Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [1997]

L'odore del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Parise, Goffredo <1929-1986>

L'odore del sangue : romanzo / Goffredo Parise ; a cura di Cesare Garboli e Giacomo Magrini

Milano : Rizzoli, 1997

Abstract: Alla fine degli anni Settanta, Goffredo Parise scrisse un romanzo, dopo un decennio in cui sembrava aver abbandonato definitivamente la forma romanzesca. Quel romanzo vede la luce soltanto adesso. Si potrebbe definire come un'anatomia dell'amore anziano: Parise racconta le peripezie mentali e corporee di una coppia di cinquantenni, entrambi coinvolti in una relazione amorosa con persone molto più giovani. L'epilogo del libro è tragico e violento.

Il gioco segreto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Garboli, Cesare <1928-2004>

Il gioco segreto : nove immagini di Elsa Morante / Cesare Garboli

Milano : Adelphi, [1995]

Abstract: Il primo libro di Elsa Morante, una raccolta di racconti edita nel 1941, si intitolava Il gioco segreto. Pubblicato quando l'autrice non aveva ancora trent'anni, esso ebbe un tiepido successo di stima e si meritò qualche benevola parola di incoraggiamento. La stessa Morante lo dimenticò in gran parte e concorse a farlo dimenticare, riferendolo sempre alla propria preistoria. Quando nel 1963, al culmine della maturità e del successo, pubblicò Lo scialle andaluso, molti dei racconti del Gioco segreto furono esclusi dalla nuova raccolta e cestinati. In questo libro Il gioco segreto viene rivalutato non solo come prezioso incunabolo, ma come una fonte di luce nascosta che si irradia su tutta l'opera della Morante e ne illumina il percorso sotterraneo.

L' isola di Arturo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morante, Elsa <1912-1985>

L' isola di Arturo : romanzo / Elsa Morante ; introduzione di Cesare Garboli

Torino : Einaudi, 1995

Abstract: Il romanzo è un'esplorazione attenta della prima realtà verso le sorgenti non inquinate della vita. L'isola nativa rappresenta una felice reclusione originaria e, insieme, la tentazione delle terre ignote. L'isola, dunque, è il punto di una scelta e a tale scelta finale, attraverso le varie prove necessarie, si prepara qui, nella sua isola, l'eroe ragazzo-Arturo. E' una scelta rischiosa perché non si dà uscita dall'isola senza la traversata del mare materno; come dire il passaggio dalla preistoria infantile verso la storia e la coscienza.

Memorie d'oltretomba
0 0 0
Monografie

Chateaubriand, François Auguste René de <1768-1848>

Memorie d'oltretomba / F.R. de Chateaubriand ; Progetto editoriale e introduzione di Cesare Garboli ; a cura di Ivanna Rosi

Torino : Einaudi-Gallimard, [1995]

Lettere e scartafacci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berenson, Bernard <1865-1959>

Lettere e scartafacci : 1912-1957 / Bernard Berenson, Roberto Longhi ; a cura di Cesare Garboli e Cristina Montagnani ; con un saggio di Giacomo Agosti

Milano : Adelphi, [1993]

Canti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leopardi, Giacomo <1798-1837>

Canti / Giacomo Leopardi ; a cura di Niccolo Gallo e Cesare Garboli ; prefazione di Cesare Garboli

Torino : Einaudi, [1993]

Racconto on finito
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Delfini, Antonio <1907-1963>

Racconto on finito / Antonio Delfini ; prefazione di Cesare Garboli

[S.l.] : Pegaso, stampa 1992

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0