Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse Catalogo
× Livello Monografie
× Soggetto Solitudine
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore BUR <marchio editoriale>

Trovati 714 documenti.

La donna dalla gonna viola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Imamura, Natsuko <1980->

La donna dalla gonna viola : romanzo / Imamura Natsuko ; traduzione di Anna Specchio

Salani, 2021

Abstract: Tutti i pomeriggi la donna dalla gonna viola si siede sulla stessa panchina del parco di una grande e anonima città giapponese e mangia una brioche alla crema, mentre i ragazzini che giocano lì intorno fanno a gara per attirare la sua attenzione. La donna dalla gonna viola non lo sa, ma ogni suo movimento è seguito di nascosto dalla donna dal cardigan giallo, la voce narrante, sempre attenta a controllare che cosa mangia, dove va, con chi parla. La donna dalla gonna viola è single, abita in un piccolo appartamento di periferia e svolge lavori temporanei, proprio come la donna dal cardigan giallo, a cui nessuno, però, sembra prestare attenzione. Chi sono davvero queste due donne, i cui unici tratti comuni sembrano essere la precarietà e la solitudine? Con la scusa di voler diventare sua amica, la donna dal cardigan giallo riesce a far assumere la donna dalla gonna viola nella sua stessa agenzia di pulizie che lavora per un hotel. E qui le loro strade si intersecano in modo drammatico e imprevedibile… Il racconto sottile e inquietante di un’ossessione, una storia che, in un crescendo di tensione, assume via via i toni del thriller, in una spirale di desideri inespressi, solitudine, dinamiche di potere e condizione femminile, disperato desiderio di rendersi visibili, di essere considerati e amati.

Senza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caminiti, Lanfranco

Senza / Lanfranco Caminiti

Minimum fax, 2021

Abstract: «L’avrebbero vestita le sue nipoti. Io diedi loro l’abito che aveva comprato da poco e una camicia di percalle. L’abito era rosa antico e smanicato. E Paola non girava mai a braccia nude, le sembrava poco elegante».Comincia così questo romanzo, con poche misurate parole che segnano l’ingresso di un uomo nel tempo che segue alla scomparsa della persona amata. E il tempo che segue è un elenco di luoghi, oggetti, libri, episodi. È il tempo della mancanza e della memoria, e procede per scarti, per oscillazioni. Da una parte, il resoconto del presente, tracciato con grande pudore, ma senza fingimenti; dall’altra, i ricordi di una vita trascorsa insieme e l'eco del passato prossimo: la scoperta della malattia, le cure, gli interventi, le veglie sulle poltrone con una coperta addosso. Senza è il racconto di un amore a cui è stata negata la possibilità di invecchiare.Una lettera postuma, ma anche un’agenda del vuoto, lo stupore dei posti che sopravvivono, l’insofferenza per l’egoismo che si annida persino nel dolore. E, infine, un apprendistato della solitudine, in un mondo improvvisamente desertificato, dove tuttavia, attraverso la scrittura, l'amore sopravvive anche nell'assenza.

Caldo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jestin, Victor <1994->

Caldo / Victor Jestin ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

E/o, 2021

Abstract: “Oscar è morto perché l’ho guardato morire senza muovere un dito. È morto strangolato dalle corde di un’altalena”. Così comincia questo breve e intenso romanzo che racconta l’ultimo giorno di Léonard, diciassette anni, in un campeggio delle Landes oppresso dalla canicola. Un comportamento irreparabile che lui per primo non sa spiegarsi. Rimanere immobili è la stessa cosa che uccidere? In preda al panico, sotterra il corpo nella spiaggia. Il giorno dopo, mentre si aspetta di essere scoperto da un momento all’altro, conosce una ragazza. La storia di un adolescente estraneo al mondo che lo circonda, un giovane che non sa stare al gioco della seduzione, della festa perenne, delle vacanze, e che si oppone passivamente, ma con tutte le sue forze, all’obbligo di felicità diffuso dagli altoparlanti del camping.

Jenny lo squalo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lundmark, Lisa <1988->

Jenny lo squalo / Lisa Lundmark ; illustrazioni di Charlotte Ramel ; traduzione di Lucia Barni

LNF junior, 2021

Abstract: "Il maestro dice sempre: «PARLA FORTE!» La mamma dice sempre: «Non essere timida!». Il nonno dice sempre: «Lasciali perdere, le bambine dolci e silenziose sono una così piacevole compagnia.» Ma io più che dolce sono silenziosa e arrabbiata. Come uno squalo". Jenny è una bambina timida e taciturna, a cui non piace alzare la mano in classe. Ama molto i libri sugli squali e le piace starsene in silenzio a leggere e disegnare con la sua amica Amina. Suo nonno invece non ama la solitudine, sente molto la nostalgia della nonna e passa le giornate a sfogliare vecchi album di fotografie. Ma forse, con l’aiuto di Jenny e Amina, il nonno può ritrovare una ragione di vita. E forse la visita all’acquario aiuterà Jenny a far capire alla sua classe cosa vuol dire essere uno squalo, silenzioso, forte e coraggioso, che non ha bisogno di mettersi in mostra o di parlare a voce alta.

Il vizio della solitudine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Raul <1959->

Il vizio della solitudine / Raul Montanari

Baldini+Castoldi, 2021

Abstract: L’ex ispettore Ennio Guarneri conduce una vita appartata. Cacciato dalla polizia per essersela presa con un intoccabile, non ha amici e si concede un unico sfizio: rifare in un anno tutte le elementari andando a lezione dalla sua anziana e dolcissima maestra. È solo, perché non ha bisogno di nessuno. Ma quando assiste per caso ai preparativi di un omicidio, d’istinto interviene e l’aggressore finisce ucciso. Ennio non poteva saperlo ma quella che ha interrotto era un’esecuzione: per questo il suo gesto scatena contro di lui la vendetta di Han, una misteriosa organizzazione di giustizieri. Nella drammatica avventura che segue, Ennio è costretto a esplorare la parte più oscura di se stesso, proprio quando l’incontro con una ragazza diversa da tutte sembra aprirgli l’orizzonte di un amore inatteso, improbabile, eppure irresistibile. Un dubbio rimarrà alla fine: se per lui, come per tutti noi, la solitudine sia un male a cui sottrarsi o un vizio da coltivare con cura. A trent’anni esatti dal suo esordio nel 1991, quando il noir si leggeva quasi solo in traduzione, Raul Montanari torna a esplorare le atmosfere del genere con la sua carica esistenziale e la sua scrittura cristallina e trascinante.

Storia della solitudine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Musi, Aurelio <1947->

Storia della solitudine : da Aristotele ai social network / Aurelio Musi

Pozza, 2021

Abstract: «O beata solitudo, o sola beatitudo!»: un poeta del XVI secolo esalta con questo verso il silenzio e l'isolamento di chi è in grado di mettere le ali e volare verso la solitudine: un ideale paradiso in terra. Ma la vita solitaria può essere anche una maledetta condizione negativa, anticamera della malinconia, della depressione, della follia: un inferno in terra. È un castigo degli dèi per il Prometeo di Eschilo, castigo ancor più doloroso per chi ha fatto dell'amichevole socievolezza umana la sua ragione di vita. Eroi granitici, ma destinati alla solitudine, sono quelli di Sofocle. Le tragedie di Euripide segnano poi il passaggio dalla solitudine dell'eroe alla solitudine della donna e dell'uomo. Anche la Roma antica parla ancora a noi contemporanei con i suoi personaggi storici e mitologici. Cicerone fugge dalla corruzione della politica, Seneca esalta la solitudine interiore, ma per Orazio e Tibullo essa significa spesso depressione, nevrosi, angoscia. Il Narciso delle Metamorfosi di Ovidio rappresenta la solitudine come smisurata passione di sè. La dialettica della solitudine fra il positivo e il negativo, tra il suo profilo fisiologico e quello patologico, beata e maledetta insieme, è alle radici dell'Occidente. Questo libro ne ripercorre la storia, dalle sue rappresentazioni nell'Antichità alla società di massa contemporanea. Incontriamo così il viandante, il pellegrino, l'eremita, il sopravvissuto, il folle, il prigioniero, l'intellettuale che sceglie la pace e la solitudine per i suoi studi, il cavaliere solitario don Chisciotte, fino all'anoressico e al bulimico, al ludopatico, al tossicodipendente, al «lupo solitario» capace di gesti estremi.

L' inseguitore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Marchi, Cesare <1949->

L' inseguitore / Cesare De Marchi

Mondadori, 2021

Abstract: Con un superbo controllo della lingua, Cesare De Marchi scrive un romanzo sul tempo, sulla senilità, sulla solitudine. Come una sonda la sua scrittura si muove nei meandri di una interiorità che induce partecipazione e sgomento, che allaccia azione a meditazione, imprevedibilità a passione. Karl si prepara a entrare in una nuova fase della vita, felice di allontanarsi finalmente dalla scuola e dai suoi colleghi insegnanti. Non sembra affatto preoccupato di restare da solo, dopo due matrimoni finiti male e amici persi negli anni, e decide di dedicarsi con passione allo studio: la nuova routine è tranquilla, scandita dal piacere delle letture storiche, dai pasti di solitaria sussistenza e da brevi passeggiate per la città di Stoccarda. Finché su Facebook si imbatte nel profilo di una donna, Gabi, molto più giovane di lui. I due si incontrano e nasce subito un legame intenso che stupisce il guardingo e incredulo insegnante a riposo. Gabi, che lavora presso un non specificato importante ministero e spesso si assenta senza lasciare traccia di sé, diventa l'epicentro della sua vita. A Karl fa sponda il ritrovato amico Carlo, un medico italiano, schietto e vitale. L'una e l'altro mettono a soqquadro la sua esistenza, ma, per ragioni diverse che tuttavia sembrano incrociarsi, si dispongono progressivamente all'evanescenza, come se il mistero dell'esistenza che li ha messi in scena li riassorbisse nel silenzio

La piccola Tina e il gigante Martino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Palumbo, Daniela <1965->

La piccola Tina e il gigante Martino / Daniela Palumbo ; illustrazioni di Martina Naldi

Il Battello a vapore, 2021

Abstract: Di notte gli abitanti di Marechiaro non riescono più a chiudere occhio. Dalla torre diroccata in cima alla collina arrivano ululati, lamenti e gemiti terrificanti. È un fantasma? Un lupo mannaro? O forse un orco cattivo? Raccogliendo tutto il suo coraggio, la piccola Tina decide di andare a scoprirlo da sola!

Peo e la casa delle api
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Čechová, Simona

Peo e la casa delle api / testo e illustrazioni di Simona Čechová

Jaca Book, 2020

Abstract: Peo vive in una valle deserta in cui non crescono né alberi né fiori. Non ci sono animali, non ci vive nessuno. Non gli piace niente della sua terra. Forse è giunto il momento di andarsene, pensa tra sé. Ma un giorno accade un fatto. Una cosa semplice che però gli cambia la vita. Arriva uno sciame d'api, che cerca un posto dove stare e Peo costruisce per loro una casa. Questo alveare è un nuovo inizio. Da quel giorno, nella valle la vita ricomincia: arrivano animali, spuntano fiori, piante, frutti. Peo finalmente non è più solo, ha degli amici che gli vogliono bene. La valle in cui vive ora è bellissima. E con l'arrivo della primavera un nuovo sciame d'api è alla ricerca di un alveare. Peo saprà come aiutarle. Un racconto che mostra ai bambini quanto possa essere bello prendersi cura degli altri.

Clara e le ombre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fontana, Andrea <1981-> - Petrazzi, Claudia <1985->

Clara e le ombre / Andrea Fontana, Claudia Petrazzo

Il Castoro, 2020

Abstract: Clara è sempre stata circondata dalle ombre. Sono minacciose e le rendono impossibile vivere una vita normale. L’hanno seguita anche a Brattleboro, la piccola città dove si è da poco trasferita con il padre. A scuola viene da subito presa di mira dai bulli, finché non conosce Robert e il suo gruppo, con cui crea un legame speciale. E quando all’improvviso, uno dopo l’altro, alcuni compagni di scuola cominciano a sparire, saranno proprio Clara e i suoi nuovi amici a scoprire che dietro le sparizioni c’è qualcosa di spaventoso, qualcosa che si nasconde nel bosco. Con l’aiuto degli altri, Clara dovrà trovare il coraggio per affrontare le sue paure e sconfiggere finalmente tutte le sue ombre.

Julian e la volpe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Todd-Stanton, Joe <illustratore>

Julian e la volpe / Joe Todd-Stanton

Babalibri, 2020

Abstract: Julian è un topolino che vive da solo nella sua tana sotto terra. Gli piace starsene per conto suo e ha imparato a evitare tutti gli animali: il gufo, il gatto, i suoi vicini topolini, le talpe, i conigli, il contadino con il suo cane. Julian però non sa che una volpe con i denti affilati lo osserva e, un giorno, piomba nella sua piccola tana pronta a divorarlo! Ma la finestra di Julian è troppo piccola per lei e la volpe resta incastrata. Julian decide di aiutarla e finisce così per diventare… la sua preda? No, molto meglio!

Perdersi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Howard, Elizabeth Jane <1923-2014>

Perdersi / Elizabeth Jane Howard ; traduzione di Sabina Terziani e Manuela Francescon

Fazi, 2020

Abstract: Henry è un ultrasessantenne solo e piuttosto male in arnese, che vive sulla barca di una coppia di amici. La sua è stata un’esistenza sfortunata e apparentemente segnata dalla crudeltà delle donne. Lettore e pensatore, è un uomo privo di mezzi, ma non di fascino. Daisy è una drammaturga di successo, anche lei ha superato i sessant’anni e conduce una vita piuttosto solitaria in un piccolo cottage di campagna con giardino che ha da poco acquistato, dove contempla l’enorme vuoto affettivo che nessun uomo ormai riempirà più, nonostante una parte di lei continui a desiderare di essere amata ancora una volta. Quando Henry si offre come giardiniere, all’inizio Daisy è diffidente, ma poi gli consente di insinuarsi pian piano nella sua vita quotidiana: bisognosa com’è di affetto e attenzione, abbocca facilmente al suo amo. La tensione sessuale tra i due cresce in modo graduale, fino a che Daisy ne è obnubilata e non è più in grado di vedere Henry per quello che realmente è, nonostante i suoi amici e sua figlia, perplessi e sospettosi, continuino a metterla in guardia…In questo nuovo romanzo l’autrice della saga dei Cazalet condivide, seppure in forma romanzata, un’esperienza tragica vissuta in prima persona; Elizabeth Jane Howard si mette a nudo e lo fa con una sincerità e un’umiltà davvero commoventi. Perdersi, ritratto magistrale di un plagio psicologico e scavo profondo dentro una mente malata, è una testimonianza preziosa e conferma, ancora una volta, il suo grande talento nel raccontare.

L'ospite della Vigilia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Luca, Erri <1950->

L'ospite della Vigilia / Erri De Luca ; illustrazioni di Alessandro Sanna

Terre di mezzo, 2020

Abstract: Un uomo solo in una casa di montagna e un piatto in più messo per errore sulla povera tavola della festa. Un viaggiatore intrappolato nella nebbia e una porta che si apre.

La morte e la primavera
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rodoreda, Mercè <1908-1983>

La morte e la primavera / Mercè Rodoreda ; traduzione dal catalano e nota introduttiva di Amaranta Sbardella

La Nuova frontiera, 2020

Abstract: In un paese senza nome retto da leggi crudeli - uomini costretti a dimostrare il proprio coraggio nuotando nel fiume che scorre sotto il paese, persone seppellite negli alberi - un adolescente si ritrova all'improvviso orfano. Solo, dovrà imparare a destreggiarsi e a proteggersi dalla diffidenza dei suoi concittadini in un mondo claustrofobico che non comprende e non accetta. Finché un giorno anche in lui, come nelle montagne incontaminate che circondano il paese, non si risveglierà la "primavera", ovvero l'amore. Interpretato spesso come un'allegoria della vita in un regime totalitario, "La morte e la primavera" è un romanzo sul potere, l'esilio e la speranza che in una società conformista germoglia anche dal più piccolo gesto d'indipendenza.

A un millimetro di cuore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bisotti, Massimo <1979->

A un millimetro di cuore : romanzo / Massimo Bisotti

Mondadori, 2020

Abstract: Si può aver paura della solitudine e al tempo stesso aver paura di essere amati? Se lo sta chiedendo Meg, sola in una casa ormai vuota. Demian, lo scrittore e l'uomo con cui ha vissuto gli ultimi due anni se n'è andato senza darle nessuna spiegazione: solo i suoi scritti a parlare per lui. Da tempo la loro storia aveva iniziato a logorarsi, fra abitudine, noia e disillusione, eppure Meg non era preparata a un distacco. Per una vita era stata lei ad andarsene, incapace di cedere del tutto ai sentimenti e convinta che ognuno dovesse farcela da solo, e ora si trovava a fare i conti con l'abbandono. Meg aveva conosciuto Demian mentre lui era in coma, in seguito a un drammatico incidente. Al risveglio, lui era riuscito a liberarla da un sentimento che era diventato un chiodo fisso, quello per George Cabot, un uomo immaginario che aveva conosciuto solo in sogno. Si era fissata con l'idea di poterlo incontrare nella sua realtà, innamorata dell'amore perfetto e utopistico, ma si era poi disillusa. George Cabot altro non era che il personaggio di un libro di Demian. Con pazienza e cura, Demian l'aveva strappata a quell'illusione e le aveva regalato una storia vera, concreta, tacendole tuttavia molti dettagli del suo passato. Ora che è sparito Meg è frastornata e non sa cosa fare. È il momento di pensare a se stessa o di alimentare la speranza che Demian ritorni? E se per una serie di strane coincidenze si accorgesse della reale esistenza di George Cabot? Cosa cambierebbe nel suo instabile cuore?

L'Aida
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gerasi, Sergio <1978->

L'Aida / Sergio Gerasi

Bao, 2020

Abstract: Aida è una ragazza alto borghese il cui mal di vivere non riesce a prendere una forma precisa. Un giorno, quasi per sbaglio, conosce un collettivo di artisti emarginati e davvero fuori dagli schemi, e la sua vita comincia a cambiare, insieme alle sue priorità. La guarderemo crescere, imparare a buttarsi, a non preoccuparsi di cadere. E a ricominciare a fidarsi di sé. Per il suo terzo libro con BAO, Sergio Gerasi rende ancora più vera e tridimensionale la sua (nostra) amata Milano, regalandoci una storia su ciò che succede appena fuori dal campo visivo della gente "perbene", e dentro alle loro teste, quando nessuno guarda.

Libero come un pesce
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Liao, Jimmy <1958->

Libero come un pesce / Jimmy Liao ; traduzione di Silvia Torchio

Terre di mezzo, 2020

Abstract: Il protagonista di questa storia è un uomo solo. Un giorno in un acquario vede un pesce che gli sorride, e da quel momento inizia a vederlo sempre e dappertutto, così decide di portarlo a casa. Finalmente ha qualcuno che gli fa compagnia, finalmente è felice. Ma una notte, in sogno, capisce che l'unico modo per rendere felice anche il pesce è ridonargli la sua libertà

La casa degli sguardi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mencarelli, Daniele <1974->

La casa degli sguardi / Daniele Mencarelli

Mondadori libri, 2020

Abstract: Daniele è un giovane poeta oppresso da un affanno sconosciuto, "una malattia invisibile all'altezza del cuore, o del cervello". Si rifiuta di obbedire automaticamente ai riti cui sembra sottostare l'umanità: trovare un lavoro, farsi una famiglia... la sua vita è attratta piuttosto dal gorgo del vuoto, e da quattro anni è in caduta "precisa come un tuffo da olimpionico". Non ha più nemmeno la forza di scrivere, e la sua esistenza sembra priva di uno scopo. È per i suoi genitori che Daniele prova a chiedere aiuto, deve riuscire a sopravvivere, lo farà attraverso il lavoro. Il 3 marzo del 1999 firma un contratto con una cooperativa legata all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. In questa "casa" speciale, abitata dai bambini segnati dalla malattia, sono molti gli sguardi che incontra e che via via lo spingeranno a porsi una domanda scomoda: perché, se la sofferenza pare essere l'unica legge che governa il mondo, vale comunque la pena di vivere e provare a costruire qualcosa? Le risposte arriveranno, al di là di qualsiasi retorica e con deflagrante potenza, dall'esperienza quotidiana di fatica e solidarietà tra compagni di lavoro, in un luogo come il Bambino Gesù, in cui l'essenza della vita si mostra in tutta la sua brutalità e negli squarci di inattesa bellezza. Qui Daniele sentirà dentro di sé un invito sempre più imperioso a non chiudere gli occhi, e lo accoglierà come un dono.

La casa in collina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pavese, Cesare <1908-1950> - Pavese, Cesare <1908-1950>

La casa in collina / Cesare Pavese ; introduzione di Donatella Di Pietrantonio

Einaudi, 2020

Abstract: Ora che ho visto cos'è guerra, cos'è guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi: - E dei caduti che facciamo? Perché sono morti? - Io non saprei cosa rispondere. Non adesso, almeno. Né mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero. Così si chiude l'opera, e queste sono le parole migliori per presentarla.

Blu
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Teckentrup, Britta <1969->

Blu / Britta Teckentrup ; traduzione di Paola Mazzarelli

Gallucci, 2020

Abstract: Blu vive nella parte più buia del bosco. Ha ormai dimenticato di saper volare, giocare e cantare. Ma un giorno arriva Oro. E, a poco a poco, tutto cambia...