Il gruppo di lettura di Porto Mantovano si incontra in biblioteca il terzo giovedi di ogni mese.

E' un gruppo numeroso ed eterogeneo per gusti ed età.

Una bella occasione di confronto ed un'importante opportunità per scambiarsi opinioni sui libri ma non solo!

Quest'anno il tema scelto è il viaggio.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Amore <sentimento>

Trovati 46 documenti.

Il quinto figlio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lessing, Doris <1919-2013>

Il quinto figlio / Doris Lessing

Milano : Feltrinelli, 1992

...E venne chiamata due cuori
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Morgan, Marlo <1937->

...E venne chiamata due cuori / Marlo Morgan ; illustrazione di Carri Garrison. - Milano : Sonzogno, 1994

219 p. ; 21 cm

Abstract: Una remota tribù di aborigeni australiani ritiene che il mondo si sia avviato verso l'autodistruzione... a meno che i Mutanti ascoltino con grande attenzione il loro messaggio.

L'anno della lepre
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Paasilinna, Arto <1942-2018> - Paasilinna, Arto <1942-2018>

L'anno della lepre / Arto Paasilinna ; introduzione di Fabrizio Carbone

Milano : Iperborea, [1994]

Abstract: Il libro narra le stravaganti e spesso esilaranti peripezie del giornalista di Helsinki Vatanen che, dopo avere investito una lepre, la cerca, la cura e decide di sparire con lei nei boschi della Finlandia. Si trasforma così in un vagabondo che parte all'avventura, senza fretta e senza meta, sempre accompagnato dalla sua lepre come irrinunciabile talismano.

Per puro caso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tyler, Anne <1941->

Per puro caso / Anne Tyler ; traduzione di Laura Pignatti

Parma : Guanda, [1995]

Abstract: Per puro caso è la storia di una quarantenne, Delia Grinstead, una donna sposata con tre figli ormai quasi grandi, che all'improvviso - semplicemente allontanandosi da una spiaggia, prendendo un passaggio in macchina, abbandonandosi al piacere di un piccolo viaggio imprevisto -si lascia alle spalle il matrimonio e la famiglia per costruirsi una nuova vita in una cittadina poco lontana da Baltimora, luogo centrale nella narrativa della scrittrice americana.Tutto avviene apparentemente per caso, eppure nulla è veramente casuale. Cosa ha spinto Delia a compiere questo gesto, in cui forse ogni donna può riconoscere un proprio desiderio, la tentazione di un momento? È la sensazione di essere diventata inutile? Il riaffiorare di antiche umiliazioni? O, semplicemente, il senso di insoddisfazione, di limitatezza che inevitabilmente un matrimonio trasmette? Delia, in ogni caso, non sfuggirà facilmente ai limiti, ai gravami, alle responsabilità di cui lei stessa si è caricata. Li ritroverà anzi intatti nella sua nuova esistenza. Poiché questo, che è un mirabile ritratto di matrimonio e forse il libro più intenso, più struggente e divertito insieme della Tyler, è anche la disamina del destino che ciascuno porta in sé, già scritto. Anche il matrimonio è un destino cui non ci si può sottrarre (e Delia avrà modo di rendersene conto). Ma più forte e più profonda è la soggezione che ciascuno ha verso i propri vincoli interiori, verso la propria vocazione.

Balzac e la piccola sarta cinese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dai, Sijie <1954-> - Dai, Sijie <1954->

Balzac e la piccola sarta cinese / Dai Sijie ; traduzione di Ena Marchi

Milano : Adelphi, [2001]

Abstract: La storia di questo libro racconta di come la lettura, grazie alla segreta malia di una misteriosa, preziosissima valigia di libri occidentali proibiti, riesca a sottrarre due ragazzi, colpevoli soltanto di essere figli di sporchi borghesi, a svariate torture e permetta anche a uno di loro di conquistare la Piccola Sarta cinese. Così, pur vivendo in mezzo agli orrori della rieducazione, i due ragazzi e la Piccola Sarta scopriranno, in virtù di qualche goccia magica di Balzac, che esiste un mondo fatto di pura, avventurosa bellezza. Attraversando, nel frattempo, loro stessi rocambolesche avventure.

Il responsabile delle risorse umane
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Yehoshua, Abraham B. <1936->

Il responsabile delle risorse umane : passione in tra atti / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Alessandra Shomroni

Torino : Einaudi, 2004

Abstract: Un terrorista suicida si fa esplodere in un mercato di Gerusalemme. Una donna muore. Era straniera, viveva da sola in una squallida baracca di un quartiere di religiosi. Nessuno va a reclamare il suo cadavere all'obitorio. Eppure la donna aveva ancora formalmente un lavoro, come addetta alle pulizie in un gran panificio della città. Un giornalista senza scrupoli sfrutta il caso per imbastire uno scandalo e denuncia la mancanza di umanità dell'azienda che non si è nemmeno accorta dell'assenza della dipendente. Tocca al responsabile delle risorse umane, spedito in missione dall'anziano proprietario del panificio, cercare di rimediare al danno di immagine.

Voci di muto amore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kenaz, Yehoshua <1937->

Voci di muto amore / Yehoshua Kenaz ; traduzione di Alessandro Guetta

Firenze : Giuntina, c2005 (stampa 2006)

Abstract: Personaggi indimenticabili che raccontano a tutto tondo l'umanità come solo il grande scrittore israeliano sa fare. Incontriamo così la signora Moskovitch e Paula la smemorata, il pittore Dagan e Fichman, tutti anziani ospiti di una casa di cura nei pressi di Tel Aviv. Il tempo è dilatato in uno spazio infinito di ricordi e di rimorsi, rapporti umani segnati dalla condizione insostenibile di non essere più indipendenti, i desideri personali relegati a particolari insignificanti, ultimi simbolici resti di vite ormai spese. Tra sottile umorismo e profonda introspezione psicologica non si può non affezionarsi alle figure inesorabilmente sulla via del tramonto.

Ogni cosa e' illuminata
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Foer, Jonathan Safran <1977->

Ogni cosa e' illuminata / Jonathan Safran Foer ; traduzione di Massimo Bocchiola

7. ed

Parma : Guanda, 2006

Abstract: Con una vecchia fotografia in mano, un giovane studente, che si chiama Jonathan Safran Foer, visita l'Ucraina per trovare Augustine, la donna che può aver salvato suo nonno dai nazisti. Jonathan è accompagnato nella sua ricerca da un coetaneo ucraino, Alexander Perchov, detto Alex. Alex lavora per l'agenzia di viaggi di famiglia, insieme a suo nonno che, a dispetto di una cecità psicosomatica fa l'autista, e in compagnia di una cagnetta maleodorante, chiamata Sammy Davis Jr Jr, in onore del cantante preferito dal nonno.

Il viaggiatore notturno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maggiani, Maurizio <1951->

Il viaggiatore notturno / Maurizio Maggiani

Milano : Feltrinelli, 2006

Abstract: Uno specialista di migrazioni animali siede su una vetta nel cuore del deserto sahariano: attende il passaggio delle rondini. In quell'attesa, in quel deserto, si lascia contaminare dalla fiera saggezza del popolo dei tagil, fa sua la sapienza della sua guida Jibril, consuma amore mercenario con la berbera Jasmina, ascolta il dimah Tighrizt, poeta itinerante. Da lì, viaggiatore della notte, l'irundologo misura la distanza dal mondo che altrove continua a collassare nel disordine della guerra e racconta a Jibril altre storie di erranze e migrazioni: dell'orsa Amapola sorpresa nelle foreste della Carnia, dell'armeno Zingirian incontrato nel suo cammino, del principe polacco Potocki, e della Perfetta, la donna che va lungo le strade del mondo.

Everyman
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Roth, Philip <1933-2018> - Roth, Philip <1933-2018>

Everyman / Philip Roth ; traduzione di Vincenzo Mantovani

Torino : Einaudi, [2007]

Abstract: Il destino dell'Everyman di Roth si delinea dal primo sconvolgente incontro con la morte sulle spiagge idilliache delle sue estati di bambino, attraverso le prove familiari e i successi professionali della vigorosa maturità, fino alla vecchiaia, straziata dall'osservazione del deterioramento patito dai suoi coetanei e funestata dai suoi stessi tormenti fisici. Pubblicitario di successo presso un'agenzia newyorkese, è padre di due figli di primo letto, che lo disprezzano, e di una figlia nata dal secondo matrimonio, che invece lo adora. E l'amatissimo fratello di un uomo buono la cui prestanza fisica giunge a suscitare la sua più aspra invidia, ed è l'ex marito di tre donne diversissime tra loro, con ciascuna delle quali ha mandato a monte un matrimonio. In definitiva, è un uomo che è diventato ciò che non vuole essere.

Storia della colonna infame
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manzoni, Alessandro <1785-1873>

Storia della colonna infame / Alessandro Manzoni ; introduzione di Maurizio Cucchi

2. ed

Milano : Feltrinelli, 2008

Abstract: L'insieme di questa storia di iniquità e violenza del potere, di dolore e di vergogna delle vittime, conferisce all'umana amministrazione della giustizia, smarrito ogni senso religioso, ogni riferimento ideale alla giustizia superiore di chi solo sa, un che di orribilmente fragile e precario. L'indignazione, nel Manzoni, non è solo morale, ma comprende una sua partecipazione commossa di fronte alla sorte toccata agli umili, di molti altri dei quali si occupa, assorbiti dalla favola, impigliati in quella rete di delazioni e invenzioni. Ha scritto Carlo Bo: L'operetta è un miracolo di logica del male, di qui il doppio piacere della lettura: in effetti il lettore è chiamato a seguire il giucco tortuoso, seppure trasparente, delle varie soluzioni e dei tanti passaggi e, nello stesso tempo, a prender atto della logica invincibile della corruzione che porta l'ingiustizia gabellata per opera di giustizia.

Il calore del sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Némirovsky, Irène <1903-1942>

Il calore del sangue / Irene Nemirovsky ; traduzione di Alessandra Berello ; con una nota di Olivier Philipponnat e Patrick Lienhardt

Milano : Adelphi, [2008]

Abstract: E' inutile ribadirlo e tantissimi lettori lo sanno bene: Irene Nemirovsky non delude mai e anzi riesce sempre a sorprendere per la scrittura precisa e misurata e le storie perfette in tutte le loro componenti che riesce a tessere. Anche in questo breve romanzo non risparmia il suo talento nel rappresentare quello che c'è al di là delle apparenze più convenzionali. Come nella storia del matrimonio tra due giovani e brillanti rappresentanti della piccola borghesia di campagna della provincia francese, che si apprestano a seguire un percorso apparentemente già tracciato e privo di insidie. Ma sarà davvero così?

Il sergente nella neve
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Olmi, Ermanno <1931-2018> - Olmi, Ermanno <1931-2018> - Rigoni Stern, Mario <1921-2008>

Il sergente nella neve : la sceneggiatura / Ermanno Olmi e Mario Rigoni Stern ; a cura di Gian Piero Brunetta

Torino : Einaudi, 2008

Abstract: Nel 1962 Ermanno Olmi rilascia un'intervista in cui dichiara: Nel mio prossimo film, tratto dai ricordi di Russia di Mario Rigoni Stern, Il sergente nella neve, non ho nessuna intenzione di fare della critica storica. La verità totale della guerra (perché la guerra è verità, la guerra è morte, e nessuno fa il mistificatore di fronte alla morte) mi servirà per fare il bilancio dei valori umani che considero essenziali. Ogni soldato, ogni alpino, vedrà le cose che contano veramente nella vita e quelle che sono soltanto epidermiche, marginali. Quando pronuncia quelle parole, il giovane regista sta lottando da tre anni per riuscire a realizzare il film che ha in mente da quando ha letto il libro di Rigoni Stern: ha terminato di scrivere insieme a lui la sceneggiatura, ha fatto dei sopralluoghi in Slovenia e in altre località in cerca di ambientazioni e di attori non professionisti, ha provato ad aggirare tutti gli ostacoli creati dalle case di produzione. Quel film non nascerà mai, per molte ragioni di cui dà conto Gian Piero Brunetta nel saggio che chiude questo volume, ma a distanza di poco meno di cinquant'anni questo manoscritto si presenta ancora, così com'è, come esempio di sceneggiatura perfetta, capace di sfidare il tempo. Una sceneggiatura che può essere letta come un libro a sé stante: che diventa ancora più preziosa se accostata al testo de Il sergente nella neve.

Cuore di tenebra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Conrad, Joseph <1857-1924>

Cuore di tenebra / Joseph Conrad ; introduzione di Francesco Binni ; traduzione di Luisa Saraval

14. ed

Milano : Garzanti, 2009

Abstract: Marlowe racconta di aver avuto l'incarico di sostituire un capitano fluviale ucciso dagli indigeni nell'Africa centrale. Si imbarca su una nave francese e, giunto alla stazione della compagnia, vede come gli indigeni muoiano di stenti e di sfruttamento. Dopo un lungo viaggio di duecento miglia sul fiume rintraccia Kurtz, un leggendario agente capace di procurare più avorio di ogni altro. In realtà Kurtz, uomo solo e ormai folle, è quasi morente. Viene convinto a partire, ma muore sul battello che lo trasporta, dopo aver pronunciato un discorso che non può nascondere la tenebra del suo cuore.

Il lamento del prepuzio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Auslander, Shalom <1970->

Il lamento del prepuzio / Shalom Auslander ; traduzione di Elettra Caporello

Parma : Guanda, [2009]

Abstract: "Gli insegnanti della mia gioventù non ci sono più, i genitori sono vecchi e non siamo più in buoni rapporti. Il tizio di cui mi parlavano, però, è ancora in circolazione. Non me lo scrollo di dosso. Ho letto Spinoza. Ho letto Nietzsche. Ho letto il "National Lampoon". Non è servito. Vivo con Lui ogni giorno e lo scruto : è ancora arrabbiato, ancora vendicativo, ancora - eternamente - incazzato": convinto che Dio ce l'abbia "personalmente" con lui, che sia sempre pronto a rovinargli qualsiasi gioia e a rifilargli qualche fregatura Shalom fatica davvero a vivere. E noi ne ridiamo ora amaramente, ora divertiti grazie a questo romanzo a metà tra Groucho Marx e La versione di Barney.

Vivere!
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Yu, Hua <1960-> - Yu, Hua <1960->

Vivere! / Yu Hua ; traduzione di Nicoletta Pesaro

Milano : Feltrinelli, 2009

Abstract: Sono trascorsi ormai dieci anni da quando il narratore si è recato nelle campagne a raccogliere ballate popolari e ha avuto modo di conoscere diverse persone, fra cui un anziano contadino che arava la terra con il suo bufalo. Si chiamava Fugui ed era ben disposto ad aprire il suo cuore, a raccontare la propria storia e a spiegare come mai il bufalo aveva tanti nomi. Figlio di un ricco proprietario terriero, era considerato la pecora nera della famiglia Xu perchè in una notte giocando d'azzardo aveva perduto tutto il patrimonio familiare. Da quel momento inizia la rovina della sua casa e Fugui deve intraprendere una nuova vita, fatta di fatica nei campi, miseria e umiliazioni, per risollevarsi. Ma nell'affrontare il duro destino potrà sempre trarre la forza necessaria dall'affezionata moglie Jiazhen, dalla brava figlia Fengxia, dal piccolo Youqing... E passando attraverso la povertà, la fame, la fatica, la guerra, la carestia e la serie di lutti dei suoi cari giungerà a capire l'essenza delle cose e l'autenticità degli affetti, approdando a una superiore consapevolezza, ironica e pietosa assieme, della gioia di vivere, nonostante tutto.

Educazione siberiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lilin, Nicolai <1980->

Educazione siberiana / Nicolai Lilin

Torino : Einaudi, [2009]

Abstract: Cosa significa nascere, crescere, diventare adulti in una terra di nessuno, in un posto che pare fuori dal mondo? Pochi forse hanno sentito nominare la Transnistria, regione dell'ex Urss autoproclamatasi indipendente nel 1990 ma non riconosciuta da nessuno Stato. In Transnistria, ai tempi di questa storia, la criminalità era talmente diffusa che un anno di servizio in polizia ne valeva cinque, proprio come in guerra. Nel quartiere Fiume Basso si viveva seguendo la tradizione siberiana e i ragazzi si facevano le ossa scontrandosi con gli sbirri o i minorenni delle altre bande. Lanciando molotov contro il distretto di polizia, magari: Quando le vedevo attraversare il muro e sentivo le piccole esplosioni seguite dalle grida degli sbirri e dai primi segni di fumo nero che come fantastici draghi si alzavano in aria, mi veniva da piangere tanto ero felice. La scuola della strada voleva che presto dal coltello si passasse alla pistola. Eravamo abituati a parlare di galera come altri ragazzini parlano del servizio militare o di cosa faranno da grandi. Ma l'apprendistato del male e del bene, per la comunità siberiana, è complesso, perché si tratta d'imparare a essere un ossimoro, cioè un criminale onesto. Con uno stile intenso ed espressivo, anche in virtù di una buona ma non perfetta padronanza dell'italiano, a tratti spiazzante, con una sua dimensione etica, oppure decisamente comico, Nicolai Lilin racconta un mondo incredibile, tragico, dove la ferocia e l'altruismo convivono con naturalezza.

Giornate tranquille
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Doron, Lizzie <1953->

Giornate tranquille / Lizzie Doron ; traduzione di Anna Linda Callow

Firenze : Giuntina, [2010]

Abstract: "…Qui da noi, ognuno è una storia, una storia che nessuno vuole raccontare e nessuno vuole ascoltare… ma nel negozio di Zaytshik la gente raccontava e ascoltava" : Il salone di parrucchiere di Zaytshik è il punto di ritrovo di un piccolo quartiere di Tel Aviv, non solo per la vedova Leale, la manicure, ma anche per i suoi vicini, quasi tutti sopravvissuti alla Shoah. È qui che dopo anni di silenzio cominciano timidamente a raccontare la loro storia anche se "Qui era molto facile sapere quello che sarebbe successo domani, ma impossibile conoscere ciò che era avvenuto ieri". Un romanzo pervaso di lieve umorismo e calda compassione e di storie che rappresentano ora le vette più infime ora i livelli più alti dei sentimenti umani.

Paradiso e inferno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jón Kalman Stefánsson <1963->

Paradiso e inferno / Jon Kalman Stefansson ; traduzione di Silvia Cosimini

Milano : Iperborea, 2011

Abstract: Unica controindicazione per questo poetico e originale romanzo è... il freddo. Se ne soffrite, procuratevi

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Jonasson, Jonas

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Bompiani, 07/04/2011

Abstract: Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare la ricorrenza in pompa magna, con tutte le autorità. Allan, però, è di un'altra idea. Così decide, di punto in bianco, di darsela a gambe. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige nell'unico luogo dove la megera direttrice dell'istituto non può riacciuffarlo, alla stazione degli autobus, per allontanarsi anche se non sa bene verso dove. Anzi, senza avere alcuna destinazione in mente. Nell'attesa del primo pullman in partenza, Allan si imbatte in un ceffo strano, giovane, biondo e troppo fiducioso che l'attempato Allan non sia capace di colpi di testa. Non potendo entrare nella piccola cabina della toilet pubblica insieme all'ingombrante valigia cui si accompagna, il giovane chiede ad Allan, con una certa scortesia, di vigilare bene che nessuno se ne appropri mentre disbriga le sue necessità. Mai avrebbe pensato, il biondo, quanto gli sarebbe costata questa fiducia malriposta e quella necessità fisiologica. La corriera per-non-si-sa-dove sta partendo, infatti. Allan non può perderla se vuole seminare la megera che ha già dato l'allarme, e così vi sale, naturalmente portando con sé quella grossa, misteriosa valigia. E non sa ancora che quel biondino scialbo è un feroce criminale pronto a tutto per riprendersi la sua valigia e fare fuori l'arzillo vecchietto. Una girandola di equivoci. Una esilarante avventura. Una vitalità esuberante. Una galleria di personaggi senza paragoni. Un centenario capace di incarnare i sogni di ognuno, pronto a tutto per non lasciarsi scappare questo improvviso e pericoloso dono del destino.