EFFETTO LIBRO è il Gruppo di Lettura di Suzzara.

Nasce nel maggio 2006 e si pone come obiettivo la lettura di libri classici e contemporanei.

 

Offre, a chi ama la lettura ed è affascinato dai libri, un'occasione per esprimere e confrontare sensazioni ed emozioni. In un clima piacevole e disteso dà l'opportunità di incontrarsi, conoscersi e naturalmente esporre i propri punti di vista sui libri letti.

Le riunioni hanno cadenza mensile, dopo aver letto il libro deciso nell’incontro precedente. La scelta dei libri avviene su proposta dei partecipanti stessi e la discussione avviene mettendo in rilievo le sensazioni, le curiosità e gli interessi che i libri suscitano in noi.

 

Per altre informazioni visita il sito del Gruppo di Lettura o diventa fan della pagina di Facebook Gruppo Di Lettura Effetto Libro.

 

Questi alcuni degli ultimi libri letti:

 

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2004

Trovati 3 documenti.

La zia marchesa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Agnello Hornby, Simonetta <1945->

La zia marchesa / Simonetta Agnello Hornby

Milano : Feltrinelli, 2004

Abstract: Sicilia fine Ottocento. Costanza Safamita è l'unica figlia femmina di una ricca famiglia di proprietari terrieri, tanto amata e protetta dal padre, il barone Domenico, quanto rigettata dalla madre. Con la sua chioma di capelli rossi e il suo aspetto fisico quasi "di un'altra razza", cresce fra le persone di servizio, fra l'orgoglio paterno del sangue e le prospettive alquanto ridotte della vita in provincia. Sarà lei, per volere del padre, a ereditare le sostanze e il prestigio della famiglia. Affronterà la mondanità palermitana e una vita coniugale in equilibrio tra l'amore per il marito e l'impossibilità di abbandonarglisi, saprà affrontare i capimafia e contenere lo sfascio della famiglia, in un mondo arcaico e barbarico, fotografato nel momento della fine.

Leggere Lolita a Teheran
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nafisi, Azar <1955->

Leggere Lolita a Teheran / Azar Nafisi

Milano : Adelphi, [2004]

Abstract: Nei due decenni successivi alla rivoluzione di Khomeini, mentre le strade e i campus di Teheran erano teatro di violenze barbare, Azar Nafisi ha dovuto cimentarsi nell'impresa di spiegare a ragazzi e ragazze, esposti in misura crescente alla catechesi islamica, una delle più temibili incarnazioni del Satana occidentale: la letteratura. È stata così costretta ad aggirare qualsiasi idea ricevuta e a inventarsi un intero sistema di accostamenti e immagini che suonassero efficaci per gli studenti e, al tempo stesso, innocui per i loro occhiuti sorveglianti. Il risultato è un libro che, oltre a essere un atto d'amore per la letteratura, è anche una beffa giocata a chiunque tenti di proibirla.

La festa del ritorno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Abate, Carmine <1954->

La festa del ritorno / Carmine Abate

Milano : A. Mondadori, 2004

Abstract: Un padre e un figlio. Il primo racconta la sua vita di emigrante, sospesa tra partenze e ritorni, tra Francia e paese; il secondo ricorda il suo spaesamento e la sua rabbia nei periodi senza il padre, ma anche l'incanto dell'infanzia, immersa in un paesaggio vivido, esuberante. Davanti a loro, un grande fuoco acceso sul sagrato, la notte di Natale. Tutti e due hanno un segreto da nascondere, un segreto legato all'amore della figlia maggiore per un uomo misterioso. Un enigma che si svela poco a poco, fino all'inattesa conclusione. Ambientato in un paese della Calabria e narrato da due voci inconfondibili per l'abile intarsio di parole e ritmi plurilinguistici, il romanzo è insieme di formazione, storia d'amore, atto di denuncia verso le condizioni di vita.