E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Famiglie

Trovati 3621 documenti.

Mostra parametri
Lucia, Lucia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trigiani, Adriana <1959->

Lucia, Lucia : romanzo / Adriana Trigiani ; traduzione di Ilaria Katerinov

Milano : Tre60, 2019

Narrativa Tre60

Abstract: «Lucia, Lucia!» gridano i ragazzi, ammirati, quando Lucia Sartori cammina per le strade del Greenwich Village. Bella, Lucia, lo è di certo, ma è soprattutto determinata e ambiziosa. Ha trovato lavoro come stilista presso un grande magazzino di lusso, B. Altman & C., sull'elegante Fifth Avenue, ma questa è solo la prima tappa di un'ascesa che, ne è convinta, la porterà a essere una stella nel mondo dell'haute couture. Lucia però è anche l'ultima - e unica - figlia di una famiglia di orgogliose origini italiane. I suoi genitori e i suoi quattro fratelli sono convinti che prima o poi metterà la testa a posto, sposerà Dante, il suo fidanzato, e diventerà una tranquilla madre di famiglia... Allora, con un gesto che sconvolge i suoi cari e l'intero quartiere, Lucia rompe il fidanzamento e si dedica anima e corpo alla carriera. Almeno finché non arriva un uomo facoltoso, che giura di amarla e le fa balenare la possibilità di vivere nell'agiatezza e di far parte dell'élite newyorkese. E finché uno scandalo - un autentico fulmine a ciel sereno - non mette in serio pericolo l'onore dei Sartori...

Niente è fuori posto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nadin, Joanna <1970->

Niente è fuori posto / Joanna Nadin ; traduzione di Stefano Beretta

Milano : Garzanti, 2019

Narratori moderni

Abstract: Dido ha solo sei anni, ma è molto curiosa. Seduta su un ramo di melo nel suo giardino, scorge la casa accanto e non può fare altro che sbirciare. Ed è lì che vede per la prima volta Tom e Harry, due bambini come lei. Qualcosa che non sa spiegarsi, da quel giorno, la spinge a continuare a spiarli. È allora che Dido scopre la quotidianità della loro famiglia: due genitori che si amano, due fratelli che giocano, un tavolo intorno al quale sedersi insieme per la cena. Sembra che nulla sia fuori posto: è proprio la vita che ha sempre desiderato, ma che non le appartiene. Perché sua madre ha un modo tutto suo di dimostrarle il proprio amore. Per lei non ci sono regole, non ci sono cose giuste o sbagliate da fare. Dido è ancora troppo piccola per capirlo e non ha neppure il conforto di una figura paterna, visto che non ha mai conosciuto suo padre. Così, decide che Tom e Harry saranno i suoi migliori amici e i genitori dei due le figure di riferimento che non ha mai avuto. Qualcosa di molto forte la unisce a loro e, con il passare del tempo, si sente sempre più parte di quel nucleo, allontanandosi progressivamente dalla madre, che fatica a comprenderla. Ma, anno dopo anno, Dido impara che anche il rifugio più sicuro, quando si cresce, diventa fragile e troppo piccolo per offrire la medesima protezione. Impara che anche i legami, in apparenza perfetti, nascondono tradimenti, bugie, verità inascoltate. E che, a volte, l'amore vero è proprio dove non sembra essercene, dove non lo si è mai cercato. Perché è più facile restare affascinati da una realtà sconosciuta che accettare la bellezza di quello che si possiede.

Piccola Sicilia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Speck, Daniel <1969->

Piccola Sicilia / Daniel Speck ; traduzione di Margherita Belardetti e Paola Olivieri

Milano : Sperling & Kupfer, 2019

Pandora

Abstract: Sicilia, oggi. Dal fondo del mare emergono i resti di un aereo inabissatosi durante la Seconda guerra mondiale. Tra i reperti, una vecchia macchina fotografica con due iniziali perfettamente leggibili: M.R. Quelle di Moritz Reincke? Quando Nina era piccola, bastava menzionare quel nome perché calasse un silenzio di ghiaccio: in famiglia, il nonno Moritz era un tabù. Cineoperatore dell'esercito tedesco di stanza in Nord Africa, non aveva mai fatto ritorno a Berlino. Sul perché, solo tre parole: «Disperso nel deserto». Forse per questo Nina è diventata archeologa, per chiarire misteri irrisolti. Ma proprio ora che la verità sembra venire a galla insieme al relitto, una sconosciuta si fa avanti con una storia che stravolge ogni certezza. Nata a Tunisi, dice di essere figlia di Moritz - o meglio, Maurice: il nome della sua seconda vita. Tunisi, 1942. Nel quartiere chiamato «Piccola Sicilia» convivono da sempre ebrei, cristiani e musulmani. Tanti gli immigrati italiani, come la famiglia ebrea dei Sarfati: il dottor Albert e sua moglie Mimi; il figlio maggiore, Victor, affascinante pianista; e Yasmina, salvata dall'orfanotrofio e cresciuta come una figlia, animo inquieto che trova rifugio nei sogni e nell'adorazione per Victor. Con l'arrivo della guerra l'equilibrio del loro piccolo angolo cosmopolita inizia a vacillare. Tra gli invasori tedeschi, un giovane soldato filma quel mondo prossimo alla fine. Il suo nome è Moritz. Taciturno ma straordinario osservatore, preferisce restare ai margini dell'inquadratura, senza farsi coinvolgere dagli eventi. Non sa che una scelta di umanità sta per legare in maniera irreversibile il suo destino a quello di Victor e Yasmina. A costo della sua stessa vita. Perché non si può vivere senza scegliere, e non si può amare senza perdere l'innocenza. Sullo sfondo epico della storia in cui affondano le radici del nostro presente, s'intessono le sorti di due famiglie, spezzate e unite a loro insaputa. Un intreccio di destini in cerca di un luogo da chiamare casa, di un nome in cui trovare rifugio, di una storia in cui riconoscersi e sciogliere i nodi dell'anima.

La follia di Dunbar
0 0 0
Materiale linguistico moderno

St. Aubyn, Edward <1960->

La follia di Dunbar / Edward St Aubyn ; traduzione dall'inglese di Ada Arduini

Vicenza : Pozza, 2019

Bloom ; 157

Abstract: Henry Dunbar, magnate canadese dei media, ha commesso un errore imperdonabile per un uomo ricco e potente come lui: voler conservare i privilegi del potere senza avere il potere. Destinando il Trust alle sue due figlie legittime, Megan e Abigail, pensava semplicemente di privarsi del fardello di gestirlo quotidianamente e di fare, perciò, del mondo il suo parco giochi ideale, il suo hospice privato, mantenendo l'aereo, l'entourage, le proprietà e le sue ricchezze. Si ritrova invece, ora, tra le mura di un ospizio vero, una di quelle case di cura per ricchi dal mortuario conforto, imbottito di farmaci che dovrebbero lenirne il «crollo psicotico» diagnosticato dal suo medico personale, corrotto al tal punto dalle sue malefiche figlie da essere divenuto «il loro ginecologo fin troppo personale, il loro pappone». In compagnia di Peter Walker, un celebre e bizzarro comico alcolizzato che, a suo dire, soffre di depressione, la malattia dei comici o «la finzione della tragica malattia dei comici», Dunbar maledice quotidianamente le sue figlie legittime, «avvoltoi» che gli fanno a brandelli il cuore e le viscere, «cagne viscide e traditrici», e non fa altro che pensare a quella che Peter chiama la Grande Evasione. Una fuga per riavere tutto, riacquistare il potere, punire le figlie cattive a lasciare tutto il suo impero a Florence, la figlia illegittima, che ha ereditato il fascino e la bellezza della madre, oltre alla sua disarmante simpatia.

Le ragazze della Villa delle Stoffe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jacobs, Anne

Le ragazze della Villa delle Stoffe / Anne Jacobs ; traduzione di Lucia Ferrantini

Firenze ; Milano : Giunti, 2019

A

Abstract: Augusta, 1916. Sono passati tre anni da quando la giovane orfana Marie bussò alla porta della maestosa Villa delle Stoffe, in cerca di un impiego come domestica per la ricchissima famiglia Melzer. Mai avrebbe immaginato di ritrovarsi un giorno ai piani alti, come moglie di Paul Melzer, erede dell'impero dei tessuti. Ammirata e invidiata dallo stuolo di cameriere e servitori che un tempo erano suoi pari, Marie non riuscirà però a godere a lungo della sua fortuna: la brutalità della Grande Guerra irrompe ben presto nel mondo incantato della villa, trasformata in un ospedale militare dove i feriti vengono accolti dalle amorevoli cure delle ragazze di casa. Intanto Paul è costretto a partire per il fronte, così come i mariti di Kitty e Lisa, mentre il palazzo e la fabbrica di stoffe si riempiono di nuovi personaggi: il giovane dottor Moebius, che con i suoi sorrisi incanta le domestiche e le infermiere; Grigorj, il prigioniero russo costretto a lavorare nello stabilimento, il cui sguardo cupo trafigge il cuore della sguattera Hanna; e infine il malinconico tenente Ernst von Klippstein, che sembra non avere occhi che per la bella signora di casa. Ma mentre Marie tenta l'impossibile per risollevare le sorti dell'azienda, giunge la notizia sconvolgente che il suo amato Paul è disperso in guerra, e la speranza di riabbracciarlo si fa sempre più tenue ogni giorno che passa...

Come muoversi tra la folla
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bordas, Camille <1987->

Come muoversi tra la folla / Camille Bordas ; traduzione di Giuseppe Costigliola

SEM, 2019

Abstract: Isidore Mazal ha undici anni, è il più giovane di sei fratelli che vivono in una piccola città francese. Rispetto a loro si sente incompleto. Berenice, Aurore e Leonard sono sulla buona strada per avere un dottorato a soli ventiquattro anni. Jeremie si esibisce con una sinfonia e Simone, più vecchio di Isidore di diciotto mesi, si aspetta una grande carriera come romanziere: è talmente sicuro del suo successo che ha già messo Isidore a lavorare sulla sua biografia. I sei fratelli lasciano raramente le loro stanze, se non per riunirsi sul vecchio divano macchiato e ‘sezionare’ i programmi televisivi in prima serata alla luce della Poetica di Aristotele. Isidore non ha mai saltato un esame, né scritto una tesi. È empatico e rabbioso, vede le cose che gli altri non notano e fa domande che gli altri temono di porre. Perciò, quando una tragedia colpisce la famiglia Mazal, Isidore è l’unico a comprendere come tutti stiano lottando con il loro dolore ed è forse l’unico che può aiutarli, se riesce a non scappare da casa per primo. Camille Bordas, in questo volume immerge i lettori nella vita interiore di un ragazzo che inizia a rendersi conto che anche gli adulti che lo circondano sono altrettanto smarriti.

Educare ad essere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Soldera, Gino <1950-> - Da Mar, Donata <educatrice> - Verticilo, Luca <1977->

Educare ad essere : per diventare ciò che siamo / G. Soldera, D. Da Mar, L. Verticilo

[S.l.] : Il Leone Verde, 2019

Abstract: Comprendere l'essere umano e comprendere il bambino nella sua realtà globale fin dalla vita prenatale: questa è la chiave del metodo "Educare ad essere". Esso si propone, attraverso un percorso di consapevolezza e coadiuvato da proposte pratiche, di aiutare i genitori, veri ingegneri genetici e insostituibili educatori dell'animo umano, ad accompagnare i figli nel loro cammino di crescita e di maturazione personale. L'obiettivo è di consentire al bambino di essere pienamente se stesso e di realizzare il suo progetto di vita, che rappresenta il vero motivo e significato della sua esistenza in questo mondo. L'educazione è una grande opportunità, ancora oggi non completamente compresa, che nel rendere possibile al bambino la scoperta e l'espressione delle sue potenzialità diventa un'insostituibile fonte di ricchezza umana per i genitori e per l'intera società.

Osa, vivi, ama
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maskame, Estelle <1997->

Osa, vivi, ama : romanzo / Estelle Maskame ; traduzione di Isabella Polli

Milano : Salani, 2019

Abstract: MacKenzie Rivers conosce bene l'impatto che una morte può avere sulle persone. Ha provato questo dolore in prima persona. E quando Jaden, la sua cotta e quasi-fidanzato, perde i suoi genitori in un incidente d'auto, MacKenzie fa un passo indietro. Potrebbe non essere la cosa giusta da fare, ma con una madre alcolista e un padre che non si cura affatto dei loro problemi, pensare a se stessa è l'unica opzione. Ma una sera i due ragazzi si incontrano per caso dopo mesi di separazione, e prima che MacKenzie se ne renda conto, i sentimenti riemergono più forti che mai. Jaden le è mancato come mai nessuno prima d'ora. Oserà innamorarsi dell'unica persona a cui teme di avvicinarsi?

Calypso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sedaris, David <1956->

Calypso / David Sedaris ; traduzione di Matteo Colombo

Milano : Mondadori, 2019

Scrittori italiani e stranieri

Abstract: Al centro di "Calypso" troviamo un sacco di roba: una tartaruga mostruosa, una casa di vacanza al mare, fratelli sorelle & genitori, il rapporto di totale sottomissione di David nei confronti di Fitbit, la sua divorante passione per l'attività di netturbino volontario, i diritti dei gay negli USA di ieri e di oggi, l'elezione di Trump, ecc. ecc. Siamo alle prese con narrazioni esilaranti, spietate e tenere raccontate con una inconfondibile vena ironica e al contempo partecipe; ma in queste pagine l'impasto si arricchisce di tonalità e temi più dark e dolorosi. La storia del suicidio della sorella Tiffany e quella dell'alcolismo della madre portano i lettori alla scoperta di un continente malinconico e ancora inesplorato. La verve narrativa di Sedaris, la sua capacità di cogliere e immortalare quei momenti di totale assurdità che costituiscono la tessitura più vera delle nostre vite, la sua passione per le dinamiche familiari (e non) più crude e spassose: tutto contribuisce a portarci ancora più vicino a quel cuore di tenebra che si nasconde dentro (e intorno) a ciascuno di noi

La luce alla finestra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Riley, Lucinda <1971->

La luce alla finestra / Lucinda Riley ; traduzione di Lisa Maldera

Firenze ; Milano : Giunti, 2019

I tascabili di Lucinda Riley

Abstract: Emilie de la Martinières è sempre stata in lotta con le sue origini aristocratiche, ma la morte di sua madre, una donna molto "charmante", fredda e distante, ha risvegliato in lei un groviglio di sentimenti contrastanti e dolorosi. Unica erede del sontuoso castello nel Sud della Francia, Emilie scopre un vecchio taccuino di poesie che la mette sulle tracce della misteriosa e bellissima zia Sophia, la cui tragica storia d'amore ha segnato irrimediabilmente la sua famiglia. E mentre prende corpo la turbolenta vita di Sophia, anche il puzzle del passato di Emilie lentamente si compone. Grazie proprio all'antico castello e a un nuovo, misterioso amore.

L'estate dell'innocenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sánchez, Clara <1955->

L'estate dell'innocenza / Clara Sánchez ; traduzione di Enrica Budetta

Milano : Garzanti, 2019

Narratori moderni

Abstract: C'è un'età della vita in cui sono gli altri a scegliere, perché noi non siamo ancora in grado di farlo da soli. È la magia dell'essere bambini, il segreto che si nasconde dietro l'innocenza di quegli anni. Così è per Beatrice durante le vacanze estive dei suoi dieci anni, in compagnia del mare della Costa Brava che brilla di mille puntini all'orizzonte e della sua famiglia un po' fuori dagli schemi: donne tenaci, indipendenti e a volte nevrotiche, che non si sono mai rassegnate al ruolo di mogli e madri. Sua mamma non ha peli sulla lingua ed è in cerca di protezione, più che offrirne. Olga, la zia preferita, colta e sofisticata, è come avvolta in un'aura di luce e la trascina in un mondo fatto di abiti di seta e balli. In loro Beatrice vede la donna che vuole diventare. In loro intravede, senza capirlo appieno, l'equilibrio sottile delle relazioni con gli uomini, fatto di amore e, talvolta, dolore. E mentre suo padre sembra non interessarsi di nulla, ridotto a pura presenza fisica, lo zio Albert le chiede il vero motivo per cui da grande vorrebbe fare la scrittrice, ed è l'unico a dirle che la vita non è come appare: né migliore né peggiore, ma diversa. Beatrice è solo una bambina ma, in quell'estate, qualcosa comincia a cambiare. Una crepa scheggia la sua innocenza portandola lontano dall'infanzia. Il ricordo delle onde e della sabbia sui piedi resterà per sempre nel suo cuore, insieme al sapore di un'età in cui tutto è possibile, ma al contempo si fa strada in lei la consapevolezza che crescere vuol dire cambiare mille volte corpo, voce e volto.

Dopo l'onda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Collette, Sandrine <1970->

Dopo l'onda / Sandrine Collette

Roma : E/O, 2019

Dal mondo. Francia

Abstract: Il clima è cambiato, ha perso ogni regola. In seguito al maremoto, sulle coste si abbatte un violento tsunami che sommerge le terre per chilometri e chilometri. Tutto finisce sott'acqua, strade, città, paesi, e una nuova costa si forma sulle cosiddette terre alte, quelle che prima erano le montagne. In quel nuovo oceano improvvisamente dilatato si sono salvate pochissime alture, cime di colline particolarmente elevate diventate isolotti in un mare di cui non si vedono i confini. Su una di queste isole tagliate fuori dal mondo sorge la casa di padre, madre e nove figli, una tribù unita e chiassosa che si ritrova a dover lottare per la sopravvivenza in condizioni estreme. Ma le acque continuano a salire, sia pure lentamente. Finiranno per inghiottire la casa, e loro non hanno altra scelta che andarsene. Hanno una barca, ma non c'è posto per tutti, così il padre decide di abbandonare tre figli sull'isola, portare in salvo gli altri e poi tornare a prenderli. Il viaggio si rivela un'odissea fatta di tempeste improvvise, mostri marini, pericoli, fame e sete. Dopo tragiche peripezie riescono finalmente a raggiungere le terre alte, ma vengono informati che l'isolotto sul quale avevano lasciato tre figli non esiste più, è stato completamente sommerso. La madre impazzisce, ruba una barca per andare a vedere con i suoi occhi quel che non c'è più. Nel frattempo i tre figli rimasti sull'isola vedono l'acqua salire con spietata costanza, ne misurano ogni giorno l'avanzata, si ritirano sempre più in alto nella speranza che il padre venga a riprenderli, ma non hanno quasi più cibo, l'isola continua a essere spazzata dalle tempeste e nessuno appare all'orizzonte per salvarli, tranne un assassino ben determinato a portarsi via le loro ultime provviste e lasciarli affogare come topi.

Adolescenza zero
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pigozzi, Laura <1959->

Adolescenza zero : hikikomori, cutters, ADHD e la crescita negata / Laura Pigozzi

Roma : Nottetempo, 2019

Cronache

Abstract: Attraverso l'analisi di fenomeni estremi come quelli che riguardano gli hikikomori, ragazzi reclusi in casa, o le cutters, giovani che si tagliano la pelle, la psicoanalista Laura Pigozzi si interroga sulla continuità che esiste tra essi e lo statuto "disanimato" degli adolescenti contemporanei. Il rapporto che questi intrattengono col proprio corpo, con la scuola, con il sesso e con la scoperta del mondo mostra i segnali inquietanti di una chiusura, di "un arresto del desiderio, uno scacco della vitalità, un gorgo di passività". Più isolati e ripiegati su di sé che in passato, gli adolescenti appaiono privi di quello slancio verso il nuovo, l'Altro e l'esterno che dovrebbe definire il passaggio all'età adulta. Che cosa è successo? E, soprattutto, quali sono gli strumenti per riaprire i loro sguardi sulla vita e sul futuro? Tramite l'esame di casi clinici e l'analisi approfondita della relazione tra istituzione scolastica e nucleo familiare, l'autrice rileva come nel passaggio dalla famiglia alla scuola, dai genitori agli amici, qualcosa è andato storto in un modo che le altre epoche non hanno conosciuto. Oggi più di ieri, risulta faticoso il compito principale degli adolescenti: creare un legame con i pari.

La persona giusta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Petrignani, Sandra <1952->

La persona giusta / Sandra Petrignani

Firenze ; Milano : Giunti, 2019

Arya

Abstract: Hanno due nomi esotici, India e Michel. Lei 16, lui 18 anni. Scoppia l'amore, insperato, atteso. Sono diversi come l'acqua dal fuoco. Hanno famiglie lontanissime l'una dall'altra. Lui è nato ad Algeri, ha la pelle "abbronzata", come la definisce India, ed è stato adottato da una coppia molto borghese. Lei è figlia di due che andavano insieme in Oriente e che ora hanno divorziato. Michel ha un fratello, India una sorella. E amici che contano molto nella loro vita, e una nonna decisiva. La quotidianità scorre fra esami di licenza liceale e passione, fra scontri e riconciliazioni e tante canzoni, in una Roma estiva, in un viaggio alla ricerca del padre biologico, e corse al mare. Poi accade l'imprevedibile. Un romanzo d'amore ricco di colori e musica, in cui sarà facile e bello ritrovarsi senza aver paura dei propri sentimenti.

Chinaberry
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Still, James <1906-2001>

Chinaberry / James Still ; traduzione di Livio Crescenzi

[S.l.] : Mattioli 1885, 2019

Frontiere

Abstract: "Chinaberry" è un'ode alla voluttà della narrazione, un romanzo che, attraverso le storie raccontate dai tanti personaggi, si disegna in una miriade di fili intrecciati. Ora i sommessi ricordi di Lurie confidati al giovane protagonista di questo romanzo sotto gli alberi di chinaberry, ora le storie che Anson narra in modo chiassoso, sul dondolo, durante una calda notte estiva. "Chinaberry" è la storia di un ragazzo che per la prima volta si spinge lontano da casa per scoprire i territori vastissimi del Texas e la meravigliosa storia della famiglia che lo accoglierà. Ma non è solo l'infanzia del narratore, è la sua memoria, il suo dolore e la sua gioia, l'emozione della partenza e il desiderio di un ritorno, e in fondo è rivelatorio scoprire come ciascuno di noi abbia il suo Chinaberry.

Quando un uomo cade dal cielo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Arimah, Lesley Nneka <1983->

Quando un uomo cade dal cielo / Lesley Nneka Arimah ; traduzione di Tiziana Lo Porto

[S.l.] : SEM, 2019

Abstract: "Quando Enebeli Okwara mandò sua figlia alla scoperta del mondo, non sapeva quello che il mondo poteva fare alle figlie." È questo l'inizio di uno dei racconti contenuti in questo libro, storie che esplorano temi cari a tutti noi: l'importanza della famiglia, nel bene e nel male, e del luogo che chiamiamo casa; i legami tra genitori e figli, mariti e mogli, amanti e amici. E poi le differenze di classe e razza, i complicati rapporti tra giovani adolescenti e le loro madri, la guerra che distrugge le vite, e le piccole battaglie che ogni persona combatte ogni giorno. Lesley Nneka Arimah attraversa tutti i generi del racconto, da quello realistico a quello fantastico. È una scrittrice che riesce a disegnare le sue protagoniste femminili senza censurarne debolezze o difetti, ma cogliendo pienamente l'essenza dell'essere donna nelle diverse fasi della vita. Ci sono, nelle sue storie, attimi folgoranti in cui si ha l'impressione che una luce si accenda, per permetterci di vedere ciò che si cela dietro un gesto quotidiano, di intuire emozioni nascoste, di identificarci con un personaggio.

Canta, spirito, canta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ward, Jesmyn <1977->

Canta, spirito, canta / Jesmyn Ward ; traduzione di Monica Pareschi

Milano : NNE, 2019

Abstract: Jojo ha tredici anni, e cerca di capire cosa vuol dire diventare un uomo. Vive con la madre Leonie, la sorellina Kayla e il nonno Pop, che si prende cura di loro e della nonna Mam, in fin di vita. Leonie è una presenza incostante nella vita della sua famiglia. È una donna in perenne conflitto con gli altri e con se stessa, vorrebbe essere una madre migliore ma non riesce a mettere i figli al di sopra dei suoi bisogni. Quando Michael, il padre di Jojo e Kayla, esce di prigione, Leonie parte con i figli per andarlo a prendere. E così Jojo deve staccarsi dai nonni, dalla loro presenza sicura e dai loro racconti, che parlano di una natura animata di spiriti e di un passato di sangue. E mentre Mam si spegne, gli spiriti attendono, aggrappati alla promessa di una pace che solo la famiglia riunita può dare. Dopo "Salvare le ossa", Jesmyn Ward torna nel suo Mississippi, una terra in cui il legame con le origini, i vincoli di sangue e la natura sono fatti di amore e violenza, colpa e speranza, umanità e riscatto.

La luce del domani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Veletzos, Roxanne

La luce del domani : romanzo / Roxanne Veletzos ; traduzione di Patrizia Spinato

[S.l.] : Nord, 2019

Narrativa ; 777

Abstract: Bucarest, gennaio 1941. Un uomo e una donna corrono tra i vicoli insieme con la figlia. Sono ebrei, sanno che presto verranno catturati e per loro sarà la fine. Tuttavia c'è un modo per dare almeno una speranza alla bambina. Un modo terribile, che lacera il cuore. Ma non hanno scelta. L'uomo e la donna abbandonano la piccola dietro un portone e scompaiono nella notte. Natalia è stata fortunata. Condotta in orfanotrofio, è stata poi adottata da una coppia di commercianti, Despina e Anton, che l'hanno fatta subito sentire amata e l'hanno protetta durante i terribili anni del regime nazista. Tuttavia la fine della guerra ha portato l'avvento dei comunisti e, da quando la cartoleria di Anton è stata confiscata dal governo, la famiglia è in gravi difficoltà economiche. Natalia ha lasciato gli studi e si è rassegnata a una vita stretta nella morsa di un Paese oppressivo e violento. Ma tutto cambia nel momento in cui riceve una lettera dai suoi genitori naturali, miracolosamente sfuggiti al pogrom e giunti in America. Quella lettera potrebbe essere la chiave per oltrepassare la Cortina di Ferro ed essere finalmente libera. Eppure la decisione sembra impossibile: se partisse, Natalia volterebbe le spalle alle persone che l'hanno amata e cresciuta; se restasse, rinuncerebbe a un futuro pieno di opportunità... Sullo sfondo di un Paese schiacciato tra Hitler e Stalin, questo romanzo racconta la storia di due famiglie divise eppure unite dall'amore per una bambina, entrambe pronte a lottare con coraggio e a sacrificare ogni cosa, persino la loro vita, pur di far vedere a quella bambina la luce del domani.

Orangeboy
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lawrence, Patrice

Orangeboy / Patrice Lawrence ; traduzione dall'inglese di Isabella Maria

Torino : Giralangolo, 2019

Abstract: Marlon Sunday ci prova da una vita, a stare fuori dai guai. Suo fratello Andre, dopo sei anni di appartenenza a una gang di strada, ha subito un incidente disastroso che l'ha ridotto in fin di vita e poi, uscito dal coma, non è più stato lo stesso di prima. Da lì, per Marlon e per sua madre, è cominciata la risalita: il tentativo faticoso e cocciuto di ricostruire una famiglia spezzata, un ambiente positivo, amorevole e aperto al futuro. Quando la ragazza più bella e sexy della scuola si interessa improvvisamente a lui, Marlon ha l'impressione di avercela fatto, finalmente. Ma non è che l'inizio di un lungo viaggio da incubo, disseminato di prove ed enigmi, in cui tutte le certezze del presente si sfaldano e tutti i nodi del passato vengono al pettine. In attesa del guerriero che saprà districarli una volta per tutte.

Gli angeli di pietra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ohlsson, Kristina <1979->

Gli angeli di pietra : romanzo / Kristina Ohlsson ; traduzione di Alessandro Storti

Milano : Salani, 2019

Abstract: Simona è felice: ha davanti a sé un weekend da passare con la nonna nella sua grande casa. Ma improvvisamente tutto sembra prendere una brutta piega. Perché la nonna si fa male cadendo, e in ospedale scopre di avere una grave malattia. Come se non bastasse, in casa cominciano a succedere delle cose strane: qualcuno sta spostando le statue di pietra nel giardino, di notte si sentono rumori di passi e sospiri, e un vecchio mangiacassette che la nonna aveva regalato a Simona si mette a registrare voci inquietanti... forse dietro a tutto questo c'è un segreto. Un segreto nascosto nelle pieghe del passato, nella storia della casa e dei suoi abitanti. Simona è determinata a scoprirlo, ma nella sua ricerca coraggiosa non sarà da sola. Al suo fianco ci sono infatti i suoi amici Billie e Aladdin, che le staranno vicino in questi giorni difficili. Perché Simona non deve affrontare soltanto degli eventi misteriosi, ma anche una paura ben più concreta: quella di perdere la nonna, che sta combattendo contro la sua malattia. E scoprirà qualcosa che riguarda lei, e la sua famiglia, da molto vicino... Dopo "Bambini di cristallo" e "Il bambino argento" tornano i piccoli protagonisti di Kristina Ohlsson in una storia che intreccia il brivido e l'amore. Età di lettura: da 11 anni.