E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2003
× Editore Diabasis <casa editrice>
× Materiale A stampa
× Nomi Cancogni, Manlio <1916-2015>
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Milazzo, Ivo <1947->
× Nomi Ferrari, Ireneo

Trovati 1 documenti.

Mostra parametri
Gli scervellati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cancogni, Manlio <1916-2015>

Gli scervellati : la seconda guerra mondiale nei ricordi di uno di loro / Manlio Cancogni

Reggio Emilia : Diabasis, [2003]

Abstract: L'autore ci racconta autobiograficamente le vicende della Seconda Guerra Mondiale a cui partecipò come sottotenente, dal suo scoppio fino ai drammatici giorni sulla fragile frontiera orientale con la Jugoslavia.Si tratta tuttavia di una testimonianza del tutto anomala, perché Cancogni fu un sofferto antipatriota, un disobbediente della coscienza - del tutto estraneo alla logica e alla retorica del fascismo, alla sua sostanza e ai suoi modi - che non disertò dai quarantacinque soldati affidati al suo comando e, come lui, ostili alla patria fascista. E ai suoi deliri. Al pari dei fuoriusciti francesi nemici della Rivoluzione dell'89, che invocavano la sconfìtta della patria nella guerra contro le monarchie europee - e per questo detti gli scervellati - l'autore appartiene a quel ceto medio intellettuale che si schierò contro la propria patria (in Spagna, in Abissinia, in Europa), odiandola fino ad augurarle la sconfìtta e la rovina, perché così sarebbe rovinato il fascismo. È questo il modo interiore delle vicende narrate.