E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Shakespeare, William <1564-1616>
× Nomi Lombardo, Agostino <1927-2005>
× Data 1998
× Risorse Catalogo

Trovati 2 documenti.

Mostra parametri
Romeo e Giulietta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Romeo e Giulietta / William Shakespeare ; traduzione e cura di Agostino Lombardo

4. ed

Milano : Feltrinelli, 1998

Abstract: Romeo e Giulietta (1594-1595) è la tragedia dell'amore giovane in contrapposizione all'amore maturo di Antonio e Cleopatra: è la storia d'amore per eccellenza e lo è diventata proprio perchè è molto di più. Odio, amore, nelle sue più diverse espressioni, la vita in famiglia, la vita sociale... L'intenzione stessa di Shakespeare non era quella di scrivere un dramma sentimentale ma una grande e ricca tragedia di passioni umane, qualunque esse siano. E' sì una celebrazione del sentimento più romantico e più antico del mondo ma con una consistenza assolutamente naturalistica e per questo attuale.

La tempesta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

La tempesta / William Shakespeare ; introduzione di Nemi D'Agostino ; prefazione, traduzione e note di Agostino Lombardo

10. ed

Milano : Garzanti, 1998

Abstract: Prospero, duca di Milano, appassionato di magia, viene spodestato dal fratello Antonio. Con la figlia Miranda si rifugia nell'isola abitata da Calibano e da alcuni spiriti, tra cui Ariele. Prospero riduce tutti al suo sevizio. Dopo dodici anni, grazie alla magia, fa naufragrare la nave che traporta il re di Napoli, Alonso, il figlio Ferdinando, il seguito e Antonio, suo fratello. Ferdinando incontra Miranda e se ne innamora, dominato da un incantesimo. Ariele intanto terrorizza il re Alonso e Antonio e li costringe al pentimento. Propero libera Ferdinando dall'incantesimo e gli dà in sposa la figlia e perdona il fratello purché gli restituisca il ducato. Dopo aver rinunciato alla magia salpa per l'Italia, lasciando Calibano padrone dell'isola.