E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Shakespeare, William <1564-1616>
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Corti sovrane
× Soggetto Fusini, Nadia <1946->. Donne fatali
× Lingue Inglese
× Data 1993
× Soggetto Sec. XVI
× Soggetto Pittarello, Roberto <1951->. Sul muro di Giulietta

Trovati 151 documenti.

Mostra parametri
Shakespeare in scena
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Shakespeare in scena : La tempesta, Sogno d'una notte d'estate, Otello, La dodicesima notte / Patrizia Cavalli

Roma : Nottetempo, 2016

Abstract: Queste che presentiamo - pubblicate per la prima volta e insieme - non sono semplici, seppure magistrali, traduzioni di quattro opere di Shakespeare: "La tempesta", "Sogno di una notte d'estate", "Otello e La dodicesima notte". Sono molto di più. Sono la voce che un poeta ha saputo dare ai personaggi, ascoltandoli, immaginandoli e vedendoli in scena. Sono traduzioni nate per la scena, che è il loro luogo naturale. Sono traduzioni vive o, come dice Patrizia Cavalli, diversi tipi di ginnastica verbale, posture fisico-linguistiche, ora ritmiche, ora acustiche, che non si limitano a traghettare le parole da una lingua all'altra ma ricreano la scena shakespeariana attraverso l'intimazione della rima, come avviene nel "Sogno di una notte d'estate", che tiene gl'innamorati nel loro teatrino d'amore. O ritrovando i personaggi della tragedia (in questo caso Otello) nei loro toni di voce. O infine, ed è il caso della "Dodicesima notte", nel movimento del corpo della traduttrice che ritrova la naturalezza delle battute "camminando dallo studio alla cucina". Cosi la traduzione compie la sua vicenda, da un testo all'altro, fedele alla scena, alla voce, a se stessa.

Non chiedere ragione del mio amore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Non chiedere ragione del mio amore : da Lady Macbeth ad Amleto, le lettere dei personaggi / Shakespeare ; [traduzione e cura di Eusebio Trabucchi]

Roma : L'orma, 2016

Abstract: Nel teatro di Shakespeare le lettere innescano foschi intrighi e rivelano amori spericolati. Sono leve motrici della trama e squisiti concentrati di stile. Questo affollato volumetto raccoglie in una nuova traduzione le missive che costellano l'opera del Bardo regalando una prospettiva animata e inconsueta sui suoi immortali personaggi.

Giulietta e Romeo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Giulietta e Romeo / William Shakespeare ; nuova versione rimata di Sergio Perosa

Sommacampagna : Cierre, 2016

Re Lear
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Re Lear / William Shakespeare ; a cura di Giorgio Melchiori ; con uno scritto di Giovanni Papini

Milano : Oscar Mondadori, 2013

Abstract: Lear, re di Britannia ha tre figlie tra cui vorrebbe dividere il regno, ma Cordelia, la minore, viene diseredata e va sposa al re di Francia. Il regno è diviso tra Gonerilla, moglie del duca d'Albany, e Regana, moglie del duca di Cornovaglia. Le due scacciano il padre dal regno e in sua difesa giunge con l'esercito francese Cordelia che però viene catturata e uccisa per ordine di Edmondo, usurpatore della contea di Gloucester. Lear muore di dolore, Gonerilla, innamorata di Edmondo, uccide la sorella e trama l'assassinio del marito. Scoperta, si uccide e il regno della Britannia sarà del duca d'Albany.

Romeo e Giulietta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barbier, Jules <1822-1901>

Romeo e Giulietta : opera in cinque atti / libretto di Jules Barbier e Michel Carre' (tratto dalla tragedia di Shakespeare) ; musica di Charles Gunod

San Pietro in Cariano : West Press, 2011

Tutto il teatro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Tutto il teatro / William Shakespeare ; nota biografica e cronologia delle opere a cura di Agostino Lombardo

Edizioni integrali

3. ed

Abstract: Non appartenne a un'epoca, ma a tutti i tempi, disse di Shakespeare Ben Jonson. William Shakespeare è considerato infatti da sempre il più grande autore teatrale mai esistito. La straordinaria energia creativa e la vastità della sua produzione suscitarono nei romantici l'immagine di una forza immane della natura, di un genio universale. Oggi, dopo oltre quattro secoli dalla nascita, Shakespeare non cessa di stupirci per la complessità, la bellezza, la varietà e la modernità dei personaggi e delle trame. (Introduzione di Tommaso Pisani)

Medea
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Medea / Euripide. Aulularia / Plauto. Macbeth / William Shakespeare. L'avaro / Moliere / a cura di Ettore Barelli

[Milano] : Edizioni scolastiche Bruno Mondadori, c2007

Abstract: Figura demoniaca di maga barbara e crudele, Medea è uno dei personaggi più noti, estremi e coinvolgenti del teatro antico. Lucida e determinata nel compiere una vendetta atroce, l'assassinio dei figli, che la colpirà con violenza devastante, Medea appare perfettamente consapevole delle conseguenze del suo gesto estremo. Ma alla tensione emotiva (capisco quali dolori dovrò sostenere, ma più forte dei miei propositi è la passione) si unisce un'assoluta autonomia intellettuale, fino ad allora sconosciuta in una donna nel mondo greco. Nella sua introduzione Vincenzo Di Benedetto mette in luce la modernità di questa tragedia e spiega la dura polemica dell'autore contro la società ateniese di quegli anni.

Giulio Cesare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616> - Galford, Ellen

Giulio Cesare : il giovane che conquisto' un impero / Ellen Galford

Trezzano s/Naviglio : Il castello, c2007

Abstract: La vera storia dell'infanzia di Cesare nel cuore dell'Impero Romano e le sue avventure da adulto in qualità di eroe e dittatore di Roma. Per scoprire il mondo dell'antica Roma, dalle divinità ai gladiatori, dagli schiavi ai senatori. Una linea temporale mette in evidenza le vittorie e la vita di Cesare collocandole nel più ampio contesto della storia mondiale. Le illustrazioni e le mappe riportano in vita l'antica Roma, dai rumorosi anfiteatri alle sanguinarie battaglie negli angoli più remoti dell'Impero. Età di lettura: da 12 anni.

Battute immortali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Battute immortali / Shakespeare ; a cura di Maurizio Clementi

Siena . Barbera, 2007

Abstract: In questo volume Maurizio Clementi - drammaturgo, poeta e saggista - raccoglie le battute e le scene più famose del teatro di Shakespeare, suddividendo l'antologia per sezioni tematiche: Dubbio e Verità, Tempo e Spazio, Odio e Amore, Necessità e Casualità, offrendo al lettore un emozionante sguardo d'insieme sul più grande scrittore di tutti i tempi.

Enrico 5.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Enrico 5. / William Shakespeare ; introduzione di Nemi D'Agostino ; prefazione, traduzione e note di Andrea Cozza

4. ed

[Milano] : Garzanti, 2006

Abstract: Se in altri drammi storici di Shakespeare gli eventi bellici fanno da sfondo all'azione scenica, in Enrico V sono la sostanza stessa del dramma, che costringe a domandarsi: esiste una guerra che possa dirsi giusta? Shakespeare mette in scena, accanto alla guerra epica delle sonanti disfide e delle bandiere al vento, quella degli uomini costretti a farla: fango e pioggia, fame e fatica, attese snervanti, spreco insensato, miseria e squallore. La battaglia finale di Agincourt, momento decisivo e climax del dramma, è resa realisticamente in modo frammentato e confuso: nessuno capisce come veramente stiano andando le cose. Nemmeno il re, che non sa di aver vinto.

La tempesta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Meo, Alba

La tempesta / William Shakespeare ; adattamento di Alba Meo ; illustrazioni di Desideria Guicciardini

Roma : Lapis, [2006]

Abstract: Questa è la storia di un potente mago, Prospero, e della sua bellissima figlia, l'ammirevole Miranda, confinati per anni su di un'isola sperduta insieme a due strani servitori, Ariel, leggiadro e vivace spiritello dell'aria, e Calibano, creatura terrestre deforme e greve; fino al giorno in cui una spaventosa tempesta farà naufragare un veliero sulla spiaggia, cambiando per sempre il destino dei protagonisti... Il libro è una riscrittura in prosa per i bambini de La Tempesta di William Shakespeare, di cui è attento a conservare il tessuto di immagini e la musicalità del linguaggio. Età di lettura: da 9 anni.

Vol. 5: Le tragedie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Vol. 5: Le tragedie / William Shakespeare

Abstract: Il presente volume riporta le seguenti tragedie: Romeo e Giulietta; Otello; Re Lear; Macbeth.

Vol. 2: Le commedie romantiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Vol. 2: Le commedie romantiche / William Shakespeare

Re Lear
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Re Lear / William Shakespeare ; introduzione, traduzione e note di Gabriele Baldini

17. ed

Milano : Biblioteca universale Rizzoli, 2005

Abstract: Lear, re di Britannia ha tre figlie tra cui vorrebbe dividere il regno, ma Cordelia, la minore, viene diseredata e va sposa al re di Francia. Il regno è diviso tra Gonerilla, moglie del duca d'Albany, e Regana, moglie del duca di Cornovaglia. Le due scacciano il padre dal regno e in sua difesa giunge con l'esercito francese Cordelia che però viene catturata e uccisa per ordine di Edmondo, usurpatore della contea di Gloucester. Lear muore di dolore, Gonerilla, innamorata di Edmondo, uccide la sorella e trama l'assassinio del marito. Scoperta, si uccide e il regno della Britannia sarà del duca d'Albany.

I due nobili congiunti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616> - Fletcher, John

I due nobili congiunti / William Shakespeare ; traduzione di Giorgio e Miranda Mechiori ; saggio introduttivo di Anna Luisa zazo

Milano : A. Mondadori, 2005

Abstract: Frutto della collaborazione di Shakespeare con John Fletcher e databile tra il 1613 e il 1614, I due nobili congiunti è l'ultima opera lasciataci dal bardo di Stratford. Basato sul Racconto del Cavaliere, il primo dei Canterbury Tales di Chaucer, a sua volta ispirato alla Teseida del Boccaccio, questo dramma narra la vicenda di due cugini, Palamone e Arcite, amici inseparabili fino a quando si innamorano entrambi della stessa donna e per ottenerla in sposa giungono a combattere l'uno contro l'altro. Il tema fondamentale del testo è la riflessione sull'amore e sulle sue forme (eterosessuale e omosessuale), sui valori dell'onore e della cavalleria.

Re Giovanni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Re Giovanni / William Shakespeare ; introduzione, traduzione e note di Gabriele Baldini

Milano : Fabbri, 2003

Abstract: Drammatizzazione del regno di Giovanni d'Inghilterra, figlio di Enrico II d'Inghilterra ed Eleonora d'Aquitania, padre di Enrico III d'Inghilterra.

Poemetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Poemetti / William Shakespeare ; traduzione e note di Gabriele Baldini

Milano : Fabbri, [2003]

Abstract: La nuova produzione del Teatro di Dioniso di Valter Malosti prevede un cantiere di rigenerazione di uno dei testi di Shakespeare meno conosciuti dal pubblico, Venere e Adone. Composto nel 1593, durante la lunga stagione in cui la città venne infestata dalla peste e vennero chiusi i teatri per evitare l'ampliarsi dell'epidemia, Venere e Adone fu il primo testo teatrale di Shakespeare stampato con la sua firma, e fu, durante la sua vita, l'opera maggiormente ristampata: si contano almeno dieci edizioni fino all'anno di morte, a cui se ne aggiungono altre sei entro il 1636. Come è noto Shakespeare trasse ispirazione dal libro decimo delle Metamorfosi di Ovidio: mentre la storia originale si concentra nell'arco di settantacinque versi, il poema inglese si estende per ben 1194 versi.

Il racconto d'inverno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Il racconto d'inverno / William Shakespeare ; introduzione, traduzione e note di Gabriele Baldini

Milano : Fabbri, [2003]

Abstract: Il re di Sicilia Leonte ha sposato Ermione, ma crede che il figlio nascituro sia del re di Boemia Polissene. Leonte ordina al cortigiano Camillo di avvelenarlo, ma questi non gli obbedisce e fugge con Polissene. Leonte istruisce un processo per adulterio contro Ermione e fa interpellare l'oracolo di Delfi. Leonte ordina anche che la bambina, nata nel frattempo, venga abbandonata su una spiaggia deserta. La morte di Ermione giunge prima che l'oracolo sveli la sua innocenza, mentre Perdita, la bambina, viene salvata e, cresciuta, ama il figlio di Polissene con cui fugge in Sicilia. Afflitto dal senso di colpa per la morte della moglie, Leonte riconosce la figlia e riceve in dono una statua, che non solo somiglia ad Ermione, ma è Ermione stessa.

Riccardo 3.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Riccardo 3. / William Shakespeare ; introduzione, traduzione e note di Gabriele Baldini

Milano : Fabbri, [2003]

Abstract: Riccardo, fratello di Edoardo IV, aspira alla corona. Uccide il duca di Clarence, suo fratello e ne sposa la vedova Anna. Morto Edoardo IV, diventa reggente in attesa che il figlio e successore del re, compia la maggiore età. Fa però subito rinchiudere il ragazzo con il fratello, duca di York, nella Torre di Londra. Ottiene così il trono e fa uccidere i figli di Edoardo IV. Ripudiata Anna, vuole sposare la nipote Elisabetta, ma il duca di Buckingham si ribella e si schiera col duca di Richmond che muove contro Riccardo. Il duca di Buckingham viene ucciso, ma il duca di Richmond vince in battaglia e Riccardo muore combattendo.

La dodicesima notte ovvero Quel che volete
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

La dodicesima notte ovvero Quel che volete / William Shakespeare ; introduzione, traduzione e note di Gabriele Baldini

Milano : Fabbri, [2003]

Abstract: E' la storia di due gemelli fra loro somigliantissimi, Viola e Sebastiano, che vengono separati da un naufragio presso le coste dell'Illiria. Viola si vestirà con abiti maschili e si farà chiamare Cesario, andando a lavorare come paggio presso il duca Orsino. Finirà con l'innamorarsi del suo padrone il quale ama, non riamato, la contessa Olivia, che si innamora del suo bel paggio Viola/Cesario. L'arrivo di Sebastiano complica ulteriormente la situazione ponendo però le basi di un suo felice scioglimento. Olivia infatti si innamora di Sebastiano, mentre Orsino, scoperta la vera identità del suo paggio, decide di sposare Viola.