E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Genere Letteratura drammatica
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Shakespeare, William <1564-1616>
× Editore Mondadori <casa editrice>
× Paese Italia

Trovati 64 documenti.

Mostra parametri
Amleto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616> - Zazo, Anna Luisa <traduttrice>

Amleto / William Shakespeare ; traduzione di Eugenio Montale ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo ; con uno scritto di Samuel Taylor Coleridge

Milano : Oscar Mondadori, 2013

Abstract: La celeberrima tragedia di Shakespeare è una grande parabola morale, in cui le forze del bene e del male continuano la loro eterna lotta, coinvolgendo l'uomo in un turbine inarrestabile di dubbi e di passioni che lo porterà alla morte, insieme alle persone amate, ai peggiori nemici, per tenere fede al suo giuramento di vendetta e di giustizia.

Shakespeare e i poeti elisabettiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Shakespeare e i poeti elisabettiani

Milano : A. Mondadori, 2012

Romeo e Giulietta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Romeo e Giulietta / William Shakespeare ; traduzione di Slvatore Quasimodo ; introduzione di Paolo Bertinetti ; a cura di Anna Luisa Zazo ; con un saggio di Harold Bloom

13. rist

Milano : Oscar Mondadori, 2001 (stampa 2009)

Abstract: Romeo e Giulietta intreccia numerosi elementi nella vicenda dei due innamorati nati sotto contraria stella. Dalla morte viva al drammatico scontro tra due generazioni - la lotta tra le ragioni dell'odio e le ragioni dell'amore - il dramma si arricchisce di temi la cui complessità va oltre la vicenda d'amore. Tuttavia è questa a fare di Romeo e Giulietta l'opera forse più celebre e più amata di Shakespeare e nel contrasto tra la purezza, l'appassionata consapevolezza dell'amore e l'inesorabile concatenarsi delle circostanze funeste va cercata la grandezza del dramma, la chiave della sua autentica dimensione tragica annunciata nel Prologo grazie alla contrapposizione dei due termini amore e contraria stella.

Timone d'Atene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Timone d'Atene / William Shakespeare ; traduzione di Renato Oliva ; introduzione di Anna Luisa Zazo ; con un saggio di Romain Rolland

Milano : A. Mondadori, 2007

Abstract: Derivata dall'omonimo dialogo greco di Luciano, Timone d'Atene è la tragedia del denaro, dell'adulazione, dell'ingratitudine umana. In essa si narra la vicenda di Timone, ricco ateniese generoso e scialacquatore, perennemente circondato di parassiti che egli crede amici. Ma quando i debiti lo travolgono, non trova nessuno che lo soccorra. Indignato, si ritira a vita solitaria in una caverna nei pressi della città, e anche quando trova un insperato tesoro, non torna ai lussi e agli agi, ma usa quel denaro per tessere la sua vendetta contro la città ingrata. Vicino per la cupa visione del mondo e dell'umanità a Lear, Amieto e Otello, Timone resta memorabile per le icastiche invettive contro la cupidigia e l'egoismo degli uomini, tanto da essere ancora oggi uno dei drammi più significativi e citati di Shakespeare. Con un saggio di Romain Rolland.

Macbeth
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Macbeth / William Shakespeare ; traduzione di Vittorio Gassman ; introduzione di Paolo Bertinetti ; con un saggio di Yves Bonnefoy

18. rist

Milano : A. Mondadori, 1983 (stampa 2005)

Abstract: Macbeth e Banquo, generali di Duncan, re di Scozia, incontrano tre streghe che salutano Macbeth come futuro signore di Cawdor e poi re, Banquo come progenitore di re. Lady Macbeth spinge il marito ad uccidere Duncan giunto nel loro castello, mentre i figli del re riescono a fuggire. Nominato re, Macbeth elimina Banquo, dalla cui ombra sarà però perseguitato. Interroga poi le streghe che gli profetizzano che non sarà mai vinto da nato da donna e che regnerà finché la foresta di Birnam non si muoverà. Malcolm e Macduff muovono contro Macbeth che fa uccidere la moglie e i figli di Macduff. Lady Macbeth impazzisce e si uccide, il marito è ucciso da Macduff (tolto anzitempo dal ventre materno), mentre l'esercito avanza coperto di rami e fronde.

Vol. 5: Le tragedie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Vol. 5: Le tragedie / William Shakespeare

Abstract: Il presente volume riporta le seguenti tragedie: Romeo e Giulietta; Otello; Re Lear; Macbeth.

Vol. 2: Le commedie romantiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Vol. 2: Le commedie romantiche / William Shakespeare

I due nobili congiunti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616> - Fletcher, John

I due nobili congiunti / William Shakespeare ; traduzione di Giorgio e Miranda Mechiori ; saggio introduttivo di Anna Luisa zazo

Milano : A. Mondadori, 2005

Abstract: Frutto della collaborazione di Shakespeare con John Fletcher e databile tra il 1613 e il 1614, I due nobili congiunti è l'ultima opera lasciataci dal bardo di Stratford. Basato sul Racconto del Cavaliere, il primo dei Canterbury Tales di Chaucer, a sua volta ispirato alla Teseida del Boccaccio, questo dramma narra la vicenda di due cugini, Palamone e Arcite, amici inseparabili fino a quando si innamorano entrambi della stessa donna e per ottenerla in sposa giungono a combattere l'uno contro l'altro. Il tema fondamentale del testo è la riflessione sull'amore e sulle sue forme (eterosessuale e omosessuale), sui valori dell'onore e della cavalleria.

La commedia degli equivoci
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

La commedia degli equivoci / William Shakespeare ; traduzione di Andrea Cozza ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2004

Abstract: Rappresentata per la prima volta verso il 1594, La commedia degli equivoci costituisce quasi certamente la più antica prova comica del grande bardo di Stratford. In questo testo Shakespeare riesce a dare nuova, frizzante vita ai temi, tratti dal teatro classico e in particolare da quello di Plauto, dei gemelli, della separazione, dell'agnizione. La vicenda, dall'intreccio spumeggiante e ricco di colpi di scena, prende infatti il via quando due coppie di gemelli identici (due giovani padroni con i relativi servi) vengono separate per poi riunirsi, casualmente e inconsapevolmente, nella città di Efeso, dando così luogo a una serie di equivoci che si mescola con un gioco di straordinaria invenzione verbale.

Pericle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Pericle / William Shakespeare ; traduzione elaborata dalla riduzione scenica di Giorgio Albertazzi ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2003

Abstract: Inserita per la prima volta nel corpus delle opere di Shakespeare solo a partire dal 1664, Pericle è un'opera di grande interesse che si distingue per la sua forte teatralità. Questa favola allegorica contiene tutti i temi dei romances, le più tarde opere del Bardo: tra questi assumono particolare valore il tema della morte e rinascita e quello della pacificazione. Vero catalogo di topoi fiabeschi, il dramma racconta la storia del principe greco Pericle che, dopo aver conquistato la moglie sottoponendosi a prove e tornei, la perde in un naufragio, come più tardi perderà la figlia. Dopo aver percorso il mondo come penitente, ritrova miracolosamente le due donne amate.

La tempesta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

La tempesta / WIlliam Shakespeare ; traduzione di Salvatore Quasimodo ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2002

Abstract: La tempesta è come una ragnatela al centro della quale Prospero-Shakespeare osserva il processo della propria creazione. Nel gesto del mago che spezza la sua bacchetta nell'ultimo atto riconosciamo il drammaturgo che si congeda dal teatro. (René Girard)

Misura per misura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Misura per misura / William Shakespeare ; traduzione di Luigi Squarzina ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : Oscar Mondadori, 2002

Abstract: Il duca di Vienna, Vincenzo, preoccupato dell'immoralità dei sudditi affida a un vicario, Angelo, il governo per vedere se sarà in grado di far rispettare le leggi. Finge quindi di assentarsi e si traveste da frate per spiarne l'operato. Angelo si rivelerà incapace di governare con autentica equità e giustizia. Condanna a morte Claudio, colpevole di aver sedotto Giulietta. Interviene allora il duca travestito, sventando l'esecuzione imprevista di Claudio ma non rivela subito che lui è vivo. Svelerà infine i vari inganni e intrighi e la sua propria identità ristabilendo con il perdono l'ordine, la giustizia e le giuste unioni.

Cimbelino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Cimbelino / William Shakespeare ; traduzione di Giancarlo Nanni ; integrata da Giorgio Melchiori ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2002

Abstract: Sullo sfondo della rivolta dei britanni contro il dominio romano si consuma il dramma d'amore e gelosia di Imogene: figlia del re Cimbelino, andata sposa a Postumus Leonatus, la donna viene a torto creduta infedele dal marito, ingannato dall'intrigo di un servo, che ordina di ucciderla. Ma salvatasi fortunosamente, Imogene riuscirà a riconquistare l'affetto di Postumus e a ritrovare i fratelli che credeva perduti.

Romeo e Giulietta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Romeo e Giulietta / William Shakespeare ; a cura di Anna Luisa Zazo ; traduzione di Salvatore Quasimodo ; introduzione di Paolo Bertinetti

Milano : A. Mondadori, 2001

Abstract: Romeo e Giulietta intreccia numerosi elementi nella vicenda dei due innamorati nati sotto contraria stella. Dalla morte viva al drammatico scontro tra due generazioni - la lotta tra le ragioni dell'odio e le ragioni dell'amore - il dramma si arricchisce di temi la cui complessità va oltre la vicenda d'amore. Tuttavia è questa a fare di Romeo e Giulietta l'opera forse più celebre e più amata di Shakespeare e nel contrasto tra la purezza, l'appassionata consapevolezza dell'amore e l'inesorabile concatenarsi delle circostanze funeste va cercata la grandezza del dramma, la chiave della sua autentica dimensione tragica annunciata nel Prologo grazie alla contrapposizione dei due termini amore e contraria stella.

Enrico 5.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Enrico 5. / William Shakespeare ; traduzione di Vittorio Gabrieli ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

3. rist

Milano : A. Mondadori, 1990 (stampa 2001)

Abstract: La storia prende spunto dalle vicende di Enrico V d'Inghilterra, re che si distinse per aver conquistato la Francia nel corso della battaglia di Azincourt.

Enrico 8.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Enrico 8. / William Shakespeare ; traduzione di Vittorio Gabrieli ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2001

Abstract: Ultima opera di Shakespeare, Enrico VIII appare il proseguimento ideale dei 'romances', drammi finali del suo itinerario teatrale. Coronamento delle Storie inglesi nell'immagine di una monarchia pacifica e trionfante, offerta dalla gloria di Enrico e più ancora dai trionfi futuri, annunciati nella scena conclusiva, di Elisabetta e Giacomo I, il dramma trova il suo punto di forza nella figura di Caterina. Unico grande personaggio della vicenda, insieme a quello di Wosley, la regina abbandonata conclude la serie delle figure femminili dei 'romances' con l'immagine di una donna sconfitta, esempio forse unico del teatro shakespeariano di una parabola di ascesa e caduta vissuta in assoluta innocenza.

La bisbetica domata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

La bisbetica domata / William Shakespeare ; traduzione di Masolino d'Amico ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2000

Abstract: Testo originale a fronte. Caso unico nel teatro di Shakespeare, questo libro è, esplicitamente, una commedia nella commedia, rappresentata come parte della beffa giocata da un ricco aristocratico a un calderaio ubriaco.

Il mercante di Venezia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Il mercante di Venezia / William Shakespeare ; traduzione di Sergio Perosa ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 2000

Abstract: La storia di un prestito dato ad usura da un ebreo ad un mercante veneziano e quella del corteggiamento di una splendida dama che sposerà solo l'uomo capace di superare una singolare prova, sono al centro di una delle più brillanti e celebri commedie di Shakespeare. Divisa in cinque atti e composta intorno al 1594, Il mercante di Venezia ha conosciuto un'interrotta fortuna fino ai giorni nostri, sia come testo destinato alla rappresentazione che come opera di lettura.

L'opera poetica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

L'opera poetica / William Shakespeare ; a cura di Roberto Sanesi

Milano : A. Mondadori, 2000

Abstract: William Shakespeare è sicuramente il più grande scrittore inglese di tutti i tempi. La sua immensa celebrità, l'influenza che ha esercitato su tutta la letteratura che viene dopo di lui è certamente dovuta, per lo più, ai suoi drammi, alcuni dei quali sono diventati dei veri e dei propri punti di riferimento per l'arte occidentale. Ma Shakespeare è padre anche di una produzione poetica di altissimo livello, presentata in quest'opera che intende far conoscere gli immortali versi d'amore del poeta inglese.

Tutto e bene quel che finisce bene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shakespeare, William <1564-1616>

Tutto e bene quel che finisce bene / William Shakespeare ; traduzione di Giorgio Melchiori ; saggio introduttivo di Anna Luisa Zazo

Milano : A. Mondadori, 1999

Abstract: Tutto è bene quel che finisce bene è l'avventura tormentata della bella Elena, accolta nella ricca dimora dei conti di Rossiglione dopo la morte del padre, uno stimato medico e fedele servitore della prestigiosa casata. Ispirandosi liberamente alla nona novella della terza giornata del Decameron di Boccaccio, Shakespeare racconta le intricate peripezie d'amore della giovane Elena per Bertram, il figlio ed erede del conte, che però non intende nemmeno prendere in considerazione l'eventualità di una relazione con una donna di rango inferiore.