E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Genere Letteratura drammatica
× Nomi Shakespeare, William <1564-1616>

Trovati 340781 documenti.

Mostra parametri
Cosa c'è nella tua valigia?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cosa c'è nella tua valigia? / Chris Naylor-Ballesteros

Milano : Terre di mezzo, 2019

Abstract: Uno strano animale, stanco e impolverato, arriva con una grossa valigia. All'inizio, gli altri sono un po' diffidenti: Ma quando scoprono la sua storia, gli preparano il regalo più speciale. Età di lettura: da 4 anni.

Grande & Buffo. [4]: Morsi e rimorsi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grande & Buffo. [4]: Morsi e rimorsi / testo di Julian Gough ; disegni di Jim Field ; traduzione di Benedetta Gallo

Roma : Gallucci, 2019

Abstract: Buffo è senza parole: a quanto pare gli alberi della valle hanno deciso di volare a Sud per l'inverno. Ma la sua amica Grande non è convinta che gli alberi possano volare... A un tratto si sente un fortissimo Crunch! che arriva da Molto Vicino. Sarà forse il coniglio più grande del mondo che sgranocchia la carota più grande del mondo? Di certo nella valle di Grande e Buffo è arrivato un animale che ha intenzione di cambiare proprio tutto! Una nuova avventura che parla di amicizia, progresso... e battaglie con palle di fango. Età di lettura: da 6 anni

Un dicembre rosso cuore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un dicembre rosso cuore / Ivan Sciapeconi ; illustrazioni di Ninamasina

San Dorligo della Valle : Einaudi ragazzi, 2019

Storie e rime ; 678

Abstract: Una bambina odia dicembre. Ha tanti motivi per farlo: il freddo, il compleanno della sua "peggior nemica", un anniversario che non vorrebbe ricordare per nulla al mondo... Eppure quest'anno le cose potrebbero andare diversamente. "Un dicembre rosso cuore" tocca con sensibilità e delicatezza i temi di un Natale che è destinato ad arrivare. È una storia di crescita e riconciliazione, di apertura e nuove possibilità. Un invito a guardare oltre le apparenze, per trovare l'essenza dell'amore. Età di lettura: da 9 anni.

Non avere paura di cadere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Non avere paura di cadere : la libertà al tempo dell'insicurezza / Mauro Magatti

Milano : Mondadori, 2019

Orizzonti

Abstract: «Memori delle tirannie che l'avevano mortificata, nella seconda metà del Novecento abbiamo amato il carattere esaltante della libertà come liberazione da ogni catena. Ma ora che finalmente abbiamo raggiunto tale condizione, nuove ombre si allungano attorno e dentro di noi». A cinquant'anni dalla «primavera in cui le strade e le piazze del nostro paese risuonarono del vibrante grido di libertà», quel concetto delicato e prezioso, coltivato dalla generazione dei baby boomer, è a rischio di collasso. La sempre maggiore richiesta di sicurezza, la ricerca di qualcuno o qualcosa in grado di restituire un po' di ordine, rischiano oggi più che mai di farci sacrificare la tanto agognata libertà e di indebolire le basi di solidarietà, tolleranza e fratellanza su cui la nostra società si fonda. Avremmo bisogno, sostiene Mauro Magatti, di una libertà che sappia essere responsabile, una libertà capace di indignazione, dedizione, affezione, in grado di non rinchiudersi nella consolazione di un godimento solipsistico ma di creare nuovi legami, una libertà che sappia ricostituire luoghi e processi di produzione di senso collettivo. E poiché la libertà va allenata, individualmente e collettivamente, ecco allora cinque «movimenti» che, come una ginnastica, possono aiutarci a sbloccare ciò che si sta intorpidendo. Primo: dire no, opporsi, resistere, dissentire. Secondo: coltivare lo spirito di iniziativa. Terzo: farsi ingaggiare, senza farsi imprigionare. Quarto: lasciare andare. Quinto: far circolare la libertà. Perché la libertà è una sfida, eccitante, complessa, quotidiana, che non riguarda mai solo l'individuo, ma ogni relazione che prende forma negli ordini sociali, culturali e politici. È un delicato equilibrio che, come acrobati su un filo sottile, possiamo raggiungere solo mettendo da parte la paura di cadere

La mia pizza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La mia pizza : ricette classiche e creative con nuove tecniche di impasti / dal maestro panificatore Piergiorgio Giorilli ; [con la collaborazione dello chef Walter Zanoni] ; fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani

Milano : Gribaudo, 2018

Abstract: Pizze originali, fritte, gluten free e tante proposte gourmet, ma anche focacce e idee dolci... più di 60 ricette fondono la ricerca di nuovi impasti perfetti e la scelta di materie prime d'eccezione, per accostamenti di ingredienti non scontati. Addetti ai lavori e semplici appassionati troveranno in questo volume tutte le informazioni necessarie per realizzare a regola d'arte e in maniera innovativa un piatto che è monumento gastronomico della cucina italiana. Le materie prime. Le tecniche di lavorazione. Gli impasti. Le ricette

L'altra metà di Parigi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'altra metà di Parigi : la Rive Droite / Giuseppe Scaraffa

Firenze [etc.] : Bompiani, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quando si pensa a Parigi, si pensa sempre alla Rive Gauche e alla bohème di Montparnasse. Tra il 1919 e il 1939, però, il centro artistico, letterario e mondano della Ville Lumière era la dimenticata Rive Droite: lì c'erano il Palais Royal e il Louvre, l'Opéra e la Bibliothèque Nationale, i grandi boulevard con i loro lussuosi caffè, gli Champs-Élysées con i ritrovi, i teatri e i cinematografi, il Faubourg Saint-Honoré, i grandi alberghi e i negozi alla moda, i quartieri dell'alta borghesia dove si svolgeva la vita mondana, le periferie e Montmartre. Lì vivevano révolté come André Breton e Céline, esuli e diseredati come Marina Cvetaeva e Henry Miller, ma anche altoborghesi come Proust e Gide, viveur come Francis Scott Fitzgerald e Jean Cocteau. Su una cosa sola tutti gli artisti, poveri o ricchi, erano d'accordo: si poteva vivere soltanto a Parigi.

Un piccolo odio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Un piccolo odio / Joe Abercrombie ; traduzione di Edoardo Rialti

Milano : Mondadori, 2019

Omnibus

Abstract: Savine dan Glokta è la figlia dell'uomo più odiato del regno, l'Arcilettore, a sua volta pronta a diventare la serpe più velenosa degli affari e delle industrie, se questo le garantirà un primato in un mondo in cui sembrano comandare solo gli uomini. Leo dan Brock, il Giovane Leone, attende di essere nominato Lord Governatore per respingere le aggressioni di Crepuscolo il Possente e dei suoi uomini del Nord, ma imparerà che le leggende degli eroi nascondono molte zone oscure, fatte di tradimenti e compromessi. Vick si è unita agli Spezzatori che intendono difendere i lavoratori dalle misure rapaci dei padroni, ma nasconde una decisione presa anni fa, nei gelidi campi di prigionia. Grosso è un veterano di guerra che vorrebbe dimenticare gli orrori degli assedi e la forza micidiale che si annida nelle sue mani tatuate, ma passato e violenza non sono mai troppo lontani. Il vecchio Trifoglio vorrebbe solo starsene seduto a insegnare un po' di arte della spada, ma sarà costretto ad accompagnare e consigliare un manipolo di giovani che lo irridono, e non conoscono la belva che è stato e può ancora essere. Il Principe Coronato Orso deve decidere se sprofondare definitivamente sotto le droghe, le cortigiane e il vino, oppure se mettere la sua intelligenza a servizio d'un sogno più grande, per sé e tutto il reame. I loro cammini si incroceranno e affronteranno una nuova età di tecnologia, potere economico, barbarie e follia, insurrezioni popolari e congiure di palazzo, duelli brutali nel Cerchio di scudi e il ritorno della magia. Sì, perché, se antichi stregoni decidono di allearsi con banchieri e ingegneri, al Nord invece la giovane Rikke scopre di possedere un dono invidiato e maledetto, la Vista Profonda, la capacità di vedere le ombre del passato e gli spettri del futuro. E come deciderà di impiegarla determinerà il destino di tutti. Joe Abercrombie torna al mondo della "Prima Legge" con una saga ambientata alcuni decenni dopo la prima. Vecchi protagonisti cedono il passo a una nuova generazione che si addentra in un mondo ancora più realistico, ironico, brutale e commovente, che riflette e amplifica i drammi della politica attuale.

Il furto della Divina Commedia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il furto della Divina Commedia : un'indagine di Fausto Lorenzi / Dario Crapanzano

Milano : Mondadori, 2019

Il giallo Mondadori

Abstract: Milano 1954, Michele Esposito, preside in un liceo di Città Studi, ha una grande passione: i libri antichi, nei quali investe la maggior parte delle sue entrate. Grazie a un'eredità riesce ad acquistare, per ben quattro milioni di lire, l'incunabolo di una Divina Commedia del Quattrocento. Una copia rara e preziosa che il preside presenta solennemente al corpo docente dell'istituto. Quando, uno dei giorni seguenti, il libro sparisce dalla cassaforte della scuola, a indagare viene chiamato Fausto Lorenzi, un ispettore dagli occhi «di ghiaccio». Chi poteva conoscere la combinazione della cassaforte? Molti sono i sospettati: i docenti e anche la storica segretaria, che molti definiscono la vera preside. E quando viene scoperto un omicidio, Lorenzi collega subito il delitto al furto. Ma il mistero rimane fitto... Nella consueta atmosfera vintage della Milano anni Cinquanta, tra cinema fumosi e antiche librerie antiquarie, Dario Crapanzano costruisce un giallo appassionante e crea, dopo Mario Arrigoni, un nuovo personaggio investigatore, che sorprenderà i lettori e che proverà a risolvere lo strano caso del furto della Divina Commedia.

La resilienza del bosco
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La resilienza del bosco : storie di foreste che cambiano il pianeta / Giorgio Vacchiano

Milano : Mondadori, 2019

Strade blu

Abstract: Siamo abituati a pensare che le foreste siano statiche, che stiano lì, immobili, da sempre. Ma non è così. Semplicemente vivono, e cambiano, a un ritmo più lento del nostro. C'è, tuttavia, un momento in cui abbiamo la possibilità di apprezzarne il cambiamento, e, ironia della sorte, è proprio quando vi si abbatte una calamità o, come si dice in ecologia, un «disturbo». Che sia un incendio, un'alluvione, un'eruzione, ciò che segue non è l'estinzione totale. Al contrario. Disturbi di questo tipo sconvolgono un ecosistema, ma al tempo stesso aprono la strada a nuove specie animali e vegetali. Come le orchidee, ad esempio, che muoiono all'ombra fitta degli alberi, ma proliferano nei terreni aperti e assolati. O come le aquile, che battono le foreste disastrate perché, senza gli alberi, godono di maggiore visibilità sulle prede a terra. Ed è proprio questa capacità di adattamento, questa naturale resilienza, ad accumunare i boschi e le foreste che Vacchiano ha incontrato durante la sua attività di ricerca e i suoi viaggi, e che racconta in queste pagine. Una resilienza acquisita grazie a milioni di anni di lenta evoluzione, che però potrebbe non bastare di fronte alle pressioni e ai cambiamenti estremamente repentini a cui stiamo sottoponendo la nostra casa comune da un secolo a questa parte. E quindi? Vacchiano indica una strada. Dal parco nazionale di Yellowstone negli Stati Uniti alla foresta pluviale delle isole Haida Gwaii nell'Oceano Pacifico, fino alla piemontese Val Sessera, ogni bosco rivela storie di connessioni: tra alberi e alberi, tra alberi e animali, tra alberi e acqua, o aria, o fuoco. Tra alberi e uomini. E anche, tra uomini e uomini. Dimostrando quanto siamo immersi negli ecosistemi che ci danno la vita. Siamo in relazione con ogni loro elemento. Che ne siamo consapevoli o meno, noi siamo una loro causa e un loro effetto. Le storie che Vacchiano racconta parlano di piante, boschi, foreste, ma soprattutto di noi, di come sapremo immaginare il nostro futuro in relazione all'ambiente che ci circonda.

Alla fonte delle parole
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alla fonte delle parole : 99 etimologie che ci parlano di noi / Andrea Marcolongo

Milano : Mondadori, 2019

Strade blu

Abstract: 99 parole per riappropriarci del mondo. 99 parole per ritrovare una voce che altrimenti rischia di farsi troppo flebile e perdersi tra la fretta e la sciatteria di questo nostro nuovo secolo. 99 parole per ribellarci alla confusione e al buio che ci travolgono quando rimaniamo muti di fronte al presente. 99 parole per ritrovare noi stessi. Andrea Marcolongo ha scelto le sue personali 99 parole. E di ognuna di esse, con eleganza e leggerezza e al tempo stesso infinita "cura", ricostruisce il viaggio. Le parole sono il nostro modo di pensare il mondo, il mezzo che abbiamo per definire ciò che ci sta intorno e quindi, inevitabilmente, per definire noi stessi. Ogni volta che scegliamo una parola diamo ordine al caos, diamo contorni e corpo al reale, ogni volta che pronunciamo una parola essa è riflesso di noi. Ci rivela. Senza il linguaggio non faremmo che brancolare scomposti nella confusione, incapaci di dire la realtà e ciò che sentiamo. Proprio per questo delle parole dobbiamo avere estrema cura. Sono un giardino da coltivare con pazienza ogni giorno, da mantenere fertile e vivo, fino alle sue radici. Ma come ci si prende cura delle parole? Innanzitutto riappropriandoci della storia, appunto, delle loro radici, dei loro significati originari, seguendo il viaggio che un termine ha percorso per arrivare fino a noi, seguendo le sfumature di senso, gli slittamenti che nel corso dei secoli e attraverso i luoghi esso ha subito, ricostruendo così la storia di noi e del nostro leggere e rappresentare il mondo. Tutt'altro che sterile e fine a se stessa è dunque l'arte di ricostruire le etimologie. È lente per mettere a fuoco chi siamo stati, chi siamo. E chi vogliamo essere. Quanto ha viaggiato una parola prima di arrivare fino a noi? Da dove è partita? Quanti luoghi ha toccato influenzando altre lingue e quanto è stata a sua volta modificata? Forse non c'è lezione migliore di quella che ci offrono le parole, per loro natura «viaggianti», che di movimento e mescolanza da sempre fanno una ragione di sopravvivenza.

La rete degli invisibili
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La rete degli invisibili : la 'ndrangheta nell'era digitale: meno sangue, più trame sommerse / Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

Milano : Mondadori, 2019

Strade blu

Abstract: Anche nel sordido mondo della criminalità e dell'illegalità la sopravvivenza è regolata dalla legge darwiniana dell'evoluzione e dell'adattamento all'ambiente, come dimostra la storia della 'ndrangheta che, proprio in virtù della sua straordinaria capacità mimetica, è diventata una delle organizzazioni mafiose più ricche e potenti del pianeta. Ma come sono fatti gli 'ndranghetisti del terzo millennio? Come vivono? Come si vestono? Come gestiscono i loro affari? Come si riconoscono? Continuando nel loro infaticabile quanto meritorio tentativo di indagare una realtà criminale sommersa e misteriosa, e di dare un volto agli «invisibili», Nicola Gratteri, magistrato da trent'anni in prima fila nella lotta alla mafia calabrese, e Antonio Nicaso, docente universitario che da trent'anni le dedica la propria attività di studioso, analizzano la 'ndrangheta 2.0, sempre più collusiva e sempre meno violenta, e i suoi rapporti con i centri di potere economico, politico e finanziario, con la massoneria deviata, con il narcotraffico, con il «deep web» e con i social network. Ne descrivono i boss, inclini al basso profilo e ostili ai gesti eclatanti e alle clamorose dimostrazioni di forza, ma attivamente impegnati nello spietato governo del territorio, nella corruzione e infiltrazione delle istituzioni e dell'economia legale e nel soddisfare la «domanda di mafia» legata alla globalizzazione e alla creazione di un unico mercato mondiale, dove imprenditori e operatori economici, in Italia e all'estero, chiedono alla criminalità beni e servizi necessari per abbattere i costi di produzione, elevare i margini di profitto e acquisire competitività. Ma Gratteri e Nicaso raccontano anche l'altra faccia della 'ndrangheta, quella che lascia ora intravedere le prime crepe in un secolare e apparentemente inscalfibile muro di omertà: i rampolli dei boss che si decidono - o convincono i padri - a collaborare con la giustizia, le mogli e le figlie che si ribellano e gli affiliati che non hanno più paura di esibire pubblicamente la loro omosessualità. «Quella contro la 'ndrangheta» concludono gli autori «è una battaglia che è possibile vincere, ponendo mano ai codici nella speranza di trovare una forte convergenza politica su una battaglia di civiltà. Contro mafie e corruzione, due mali endemici che costituiscono una zavorra e una gravissima minaccia sul presente e sul futuro del nostro Paese».

L'acrobata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'acrobata / Laura Forti

Firenze : Giuntina, 2019

Diaspora

Abstract: «Devo correre il rischio di far uscire la mia storia, una storia che ho tenuto dentro per tutti questi anni, a costo che mi si schianti il cuore, a costo che tu mi giudichi». Perché un figlio ha diritto di sapere qual è il cammino che ha portato suo padre a scegliere la lotta armata per combattere la dittatura, e a morire per la libertà. Bisognerà allora partire da lontano, dalle generazioni precedenti: dalla Russia Bianca di fine Ottocento all'Italia del fascismo, dalle leggi razziali alla fuga in Cile, dall'impegno politico per Salvador Allende al dramma della dittatura di Pinochet. Fino al tragico epilogo.Senza mai cadere nel sentimentalismo e nella retorica, Laura Forti scava negli affetti e nella Storia. Un monologo di grande intensità: a un figlio è narrata la storia del padre che non ha conosciuto e il lettore, da quella storia, trae la consapevolezza che solo l'elaborazione del passato può darci il coraggio di trasformare il dramma in forza, la sofferenza in speranza.

Favole da riformatorio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Favole da riformatorio / Ugo Cornia

Milano : Feltrinelli, 2019

I narratori

Abstract: Lupi sfrattati o in pensione, alci disoccupate che si ammalano di depressione, Raperonzolo, Cipollonzolo e Pomodoronzolo rapiti dalla jihad agroalimentare, un gattino che voleva diventare il gatto con gli stivali ma non ha i soldi per comprarsi degli stivali... Attingendo dalla tradizione classica delle favole, e stravolgendola, Ugo Cornia scrive e riscrive venti fabliaux contemporanei, rispettandone per argutezza lo spirito antico ma attualizzandone la critica sottesa ai comportamenti e ai costumi del nostro vivere. Senza mai rinunciare alla leggerezza e a uno stile piano, accessibile, queste favole si aprono spesso allo scavo profondo dei sentimenti - per esempio ne "La favola della cicogna", che "dopo una vita di lavoro indefesso, ormai stanca di tutto, aveva sviluppato in sé il sentimento dell'estrema tragicità dell'esistere, cosa che nella sua testa si traduceva nella frase 'meglio sarebbe stato il non esser mai nati". Non manca neppure l'ironia nei confronti di alcune mode editoriali, come nella favola che chiude la raccolta - quella dei personaggi di favole famose che un bel giorno hanno voluto lasciare la propria favola per trasferirsi in un noir. Venti favole dissacranti e fanciullesche per un Natale "da riformatorio".

Antica madre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Antica madre / Valerio Massimo Manfredi

Milano : Mondadori, 2019

Omnibus

Abstract: Numidia, 62 d.C. Una carovana avanza nella steppa, scortata da un drappello di soldati agli ordini del centurione di prima linea Furio Voreno. Sui carri, leoni, ghepardi, scimmie appena catturati e destinati a battersi nelle "venationes", i rischiosissimi giochi che precedevano i duelli fra gladiatori nelle arene della Roma imperiale. La preda più preziosa e temuta, però, viaggia sull'ultimo convoglio: è una giovane, splendida donna con la pelle color dell'ebano, fiera e selvatica come un leopardo... e altrettanto letale. Voreno ne rimane all'istante affascinato, ma non è il solo. Appena giunta nell'Urbe, le voci che presto si diffondono sulla sua incredibile forza e sulla sua belluina agilità accendono l'interesse e il desiderio dell'imperatore Nerone, uomo vizioso e corrotto al quale nulla può essere negato. Per sottrarla al suo destino di attrazione del popolo nei combattimenti contro le bestie feroci e toglierla dall'arena, dove prima o poi sarebbe andata incontro alla morte, Voreno ottiene il permesso di portarla con sé come guida nella memorabile impresa che è sul punto di intraprendere: una spedizione ben oltre i limiti del mondo conosciuto, alla ricerca delle sorgenti del Nilo che finora nessuno ha mai trovato. Spedizione voluta dallo stesso imperatore - su suggerimento del suo illustre consigliere, il filosofo Seneca - non solo perché spera di ricavarne grande e imperitura gloria, ma anche perché spera di allargare i confini delle terre conosciute ed estendere così i domini di Roma. E sarà proprio nel corso di questa incredibile avventura, fra monti e vulcani, piante lussureggianti e animali mai visti, che Varea - cioè "solitaria", come rivela di chiamarsi la donna - svelerà il proprio insospettabile segreto.

Super GC
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Super GC / Jean Leroy, Marie-Anne Abesdris ; traduzione di Simona Mambrini

Milano : Babalibri, 2019

Superbaba

Abstract: Carlo Giuseppe vuole diventare un supereroe. e un supereroe, si sa, ha cose migliori da fare che prendersi cura della sorellina: deve allenarsi per diventare forte e compiere imprese eccezionali. O almeno così pensava super CG, prima di scoprire che i super-eroi non sono tutti uguali. Per chi comincia a leggere da solo testo in stampatello maiuscolo. Età di lettura: da 6 anni.

Esperimenti e magie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Esperimenti e magie / Mario Sala Gallini ; disegni di Vittoria Facchini

Milano : Mondadori, 2019

Oscar primi junior

Abstract: La nuova vicina di casa di Beatrice è una strega truffaldina. Aiuto, bisogna correre ai ripari! Ma, per far funzionare il piano speciale antistrega escogitato da Beatrice insieme al maestro Beniamino, c'è bisogno di un coraggioso che si intrufoli nell'antro della maga e sfoderi un'arma segreta. Qualcuno si offre volontario?. Età di lettura: da 6 anni.

Cavallo d'aria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cavallo d'aria / Donatella Ziliotto ; illustrazioni di Valeria Fogato

Milano : Mondadori, 2019

Oscar Primi junior

Abstract: Federico ha un amico segreto che, quando cala la notte, bruca le sue lenzuola fiorite e, quando si alza il sole, se ne sta appeso sopra il tavolo e fa colazione con lui. Se Federico racconta le barzellette, lui nitrisce, e se gli lancia un cornetto alla crema, lui lo afferra al volo. Che emozione poter cavalcare un amico così speciale! Età di lettura: da 6 anni.

La cantante scomparsa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La cantante scomparsa / Antonio Ferrara

Firenze ; Milano : Giunti, 2019

Impronte gialle ; 4

Abstract: Tra lettere che vanno e vengono, misteriosi messaggi e appuntati imbranati, una cantante lirica scompare misteriosamente, forse a causa di un rapimento. Il maresciallo Cecconi arriva a Venezia, determinato a risolvere l'intrigo. Un giallo tutto da ridere, tra improbabili telefonate, battute a raffica, enigmi che si nascondono dietro l'angolo. Età di lettura: da 8 anni.

Il mio grosso grasso pesce zombie. 2: È tonnato!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il mio grosso grasso pesce zombie. 2: È tonnato! / Mo O'Hara ; illustrazioni di Marek Jagucki

Milano : Il castoro, 2019

Abstract: Dopo che Tom l'ha salvato, Frankie è diventato un grosso grasso pesce zombie con poteri ipnotici e insieme hanno sventato i piani di Mark, il fratello maggiore di Tom che ha deciso di diventare uno Scienziato Diabolico. Ora Tom non vede l'ora di andare al mare con la sua famiglia, e ovviamente porterà con sé Frankie! Ma questa non sarà certo la vacanza che si aspettavano, perché Frankie si troverà di fronte una Super Anguilla Zombie e una tormenta elettrica in arrivo. Età di lettura: da 8 anni.

Babar l'elefantino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossi, Sarah <1980->

Babar l'elefantino / Sarah Rossi ; da Jean de Burnhoff

San Dorligo della Valle : EL, 2019

Classicini

Abstract: Le avventure di Babar l'elefantino, tra viaggi in mongolfiera e battaglie contro i perfidi rinoceronti. Il magico mondo creato da Jean de Brunhoff prende vita con due storie qui raccontate da Sarah Rossi e accompagnate dalle illustrazioni originali dell'autore. Età di lettura: da 7 anni.