E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Livello Seriali
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Einaudi <casa editrice>

Trovati 5292 documenti.

Mostra parametri
Mentre le donne dormono
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marias, Javier <1951->

Mentre le donne dormono / Javier Marias ; traduzione di Valerio Nardoni

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: Un fantasma degli anni Trenta più spaventato dei malcapitati a cui compare, un capitano dell'esercito di Napoleone durante la campagna di Russia, il protagonista de L'uomo sentimentale ritratto quando era ancora bambino, un maggiordomo bloccato in un ascensore, un caso di doppio a Barcellona che porterà alla rovina, un caso di doppio in Inghilterra che porterà all'orrore, un ciccione schifoso in adorante contemplazione di una donna dalla bellezza tanto ideale da apparire irreale... Sono solo alcuni dei personaggi di questi racconti scritti nell'arco di trent'anni che testimoniano un percorso narrativo in costante ascesa.

Il diario di Helga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weiss, Helga

Il diario di Helga : la testimonianza di una ragazza nei campi di Terezín e Auschwitz / Helga Weiss ; traduzione di Letizia Kostner

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: È il settembre del 1938, a Praga l'esercito si mobilita per far fronte all'incombente minaccia nazista. Helga è una bambina e non sa cosa tutto ciò significhi, ma ogni giorno la Storia entra nella sua vita con la violenza di uno scarpone che sfonda una porta: il padre perde il lavoro, lei viene allontanata da scuola, la obbligano a portare sui vestiti una stella gialla pesante come una colpa. Helga non sa, però sente: sente i boati dei bombardamenti, sente i discorsi politici alla radio, sente le voci che gridano di correre al rifugio. E lei corre, e intanto scrive, disegna, racconta gli obblighi e i divieti, la gente che sparisce. Finché tocca anche a lei e alla sua famiglia. Prima a Terezìn, poi ad Auschwitz-Birkenau, a Freiberg e infine a Mauthausen. La bambina adesso impara: impara cos'è un campo di concentramento, cos'è un campo di sterminio, le conseguenze ultime dell'essere ebrea sotto il Reich di Hitler. Impara cosa può diventare un essere umano. Anche mentre la sua infanzia si strappa per sempre, Helga non smette di osservare e raccontare: il diario della prigionia che oggi ci consegna è insieme un documento straordinario e un colpo al cuore. Perché nel tratto lieve dei disegni, nell'essenzialità delle parole, ci accorgiamo che neppure l'innocenza e la fantasia di una bambina possono nascondere l'orrore. Eppure, in un modo straziante e misterioso, il suo sguardo ferito non si fa piegare e riesce a illuminare la tenebra.

Una stella incoronata di buio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tobagi, Benedetta <1977->

Una stella incoronata di buio : storia di una strage impunita / Benedetta Tobagi

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Benedetta Tobagi attraverso i racconti di Manlio, sopravvissuto alla strage di piazza della Loggia dove ha perso la vita la moglie Livia, compie un viaggio nei misteri recenti della storia italiana, attraverso le fonti ma anche i sentimenti delle persone coinvolte. Un lavoro di ricostruzione storica e letteraria che coinvolge ognuno di noi nelle responsabilità collettive di un paese.

Educazione siberiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lilin, Nicolai <1980->

Educazione siberiana / Nicolai Lilin

15. ed

Torino : Einaudi, [2013]

Abstract: Cosa significa nascere, crescere, diventare adulti in una terra di nessuno, in un posto che pare fuori dal mondo? Pochi forse hanno sentito nominare la Transnistria, regione dell'ex Urss autoproclamatasi indipendente nel 1990 ma non riconosciuta da nessuno Stato. In Transnistria, ai tempi di questa storia, la criminalità era talmente diffusa che un anno di servizio in polizia ne valeva cinque, proprio come in guerra. Nel quartiere Fiume Basso si viveva seguendo la tradizione siberiana e i ragazzi si facevano le ossa scontrandosi con gli sbirri o i minorenni delle altre bande. Lanciando molotov contro il distretto di polizia, magari: Quando le vedevo attraversare il muro e sentivo le piccole esplosioni seguite dalle grida degli sbirri e dai primi segni di fumo nero che come fantastici draghi si alzavano in aria, mi veniva da piangere tanto ero felice. La scuola della strada voleva che presto dal coltello si passasse alla pistola. Eravamo abituati a parlare di galera come altri ragazzini parlano del servizio militare o di cosa faranno da grandi. Ma l'apprendistato del male e del bene, per la comunità siberiana, è complesso, perché si tratta d'imparare a essere un ossimoro, cioè un criminale onesto. Con uno stile intenso ed espressivo, anche in virtù di una buona ma non perfetta padronanza dell'italiano, a tratti spiazzante, con una sua dimensione etica, oppure decisamente comico, Nicolai Lilin racconta un mondo incredibile, tragico, dove la ferocia e l'altruismo convivono con naturalezza.

Itis Galileo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Paolini, Marco <1956->

Itis Galileo / Marco Paolini ; con Stefano Gattei, Francesco Niccolini e Michela Signori

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Marco Paolini, con il coautore dello spettacolo Francesco Niccolini e lo storico e filosofo della scienza Stefano Gattei, tratta da punti di vista diversi la figura di Galileo, così vicino a noi, coraggioso e pavido, scienziato e meccanico, scrittore affascinante al servizio della ricerca del vero e della lingua italiana.

L'importanza dei luoghi comuni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fois, Marcello <1960->

L'importanza dei luoghi comuni / Marcello Fois

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Esiste un luogo in cui convergono le teorie più inaccessibili, i fenomeni e le ipotesi più difformi. È lì che - secondo quella che la fisica teorica chiama teoria generale del tutto - risiederebbe la spiegazione dell'universo. Per Alessandra e Marinella, gemelle di cinquant'anni cui la vita ha riservato strade molto diverse, quel luogo è la casa del padre che le ha abbandonate quando avevano otto anni, senza voler più sapere nulla di loro. Ora che lui è morto si ritrovano entrambe lì, circondate da quelle pareti a loro sconosciute che sembrano sussurrare ricordi e rievocare rancori mai sopiti. Per le sorelle quella vicinanza forzata si rivelerà una tortura col sorriso sulle labbra, una resa dei conti dagli esiti imprevedibili. Una storia universale sulla ferocia e sulla dolcezza dei legami familiari.

Le certezze del dubbio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sapienza, Goliarda <1924-1996>

Le certezze del dubbio / Goliarda Sapienza ; a cura di Angelo Pellegrino

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Una provocazione, un furto in casa di conoscenti, è l'evento che apre a Goliarda Sapienza le porte del carcere romano di Rebibbia, luogo che diventerà per lei scuola di vita e microcosmo emblematico della condizione umana. Accolta con sospetto dalle compagne di cella per i mocassini alla moda e la camicetta di seta che indossa, l'autrice comprende che in carcere può essere finalmente se stessa. Ben più amara è la scoperta, quando poche settimane dopo viene rilasciata, di quanto sia difficile invece reinserirsi nella quotidianità di un mondo che non capisce chi è diverso, che non perdona chi ha sbagliato. Romanzo di febbre e d'intelligenza, Le certezze del dubbio racconta il passaggio a quel nuovo carcere che è la città, e insieme la scoperta che la solidarietà, il calore e l'amicizia sono possibili anche al di fuori delle mura circondariali. Seguendo nei loro frastornati andirivieni alcune delle ex compagne di cella tornate libere, Goliarda Sapienza s'interroga sul significato dell'amore e dell'amicizia, individuando in questi sentimenti l'unica strada per ritrovare se stessa e affrontare la vita.

Poche parole, moltissime cose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Milone, Rossella <1979->

Poche parole, moltissime cose / Rossella Milone

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Questo non pare proprio un titolo, ma una dichiarazione dell'autrice: contano le cose, i fatti, molto più delle parole. Iin questa storia, che è l'intreccio di più storie, sono i fatti, anche minimi, a costringere i protagonisti a guardarsi. Anzi, sono le cose che parlano ai protagonisti: le loro cose, quelle delle loro case; cose che non puoi vedere se non con le persone: "Ivan pensò che suo padre e Olga erano una bellissima ambizione, una porzione di futuro incorniciato dal tufo e dal legno delle porte". Ci sono coppie che si ripensano e ridiscutono la propria esistenza, sotto lo stimolo delle cose e dei fatti che accadono. alcuni sono comuni e scontati, tranne uno, quello che agita tutta la vicenda del libro: due vecchi innamorati che scompaiono. A capire, fin dove si può, il senso delle cose che accadono è soprattutto lo sguardo attento di una bambina, che ci porta a superare il soffocante limite del minimale. "-come va oggi?-e loro risposero:-anche oggi va bene, vediamo domani". (Premio Viadana)

Le montagne della patria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Armiero, Marco <1966->

Le montagne della patria : natura e nazione nella storia d'Italia : Secoli 19. e 20. / Marco Armiero ; traduzione di Francesco Peri

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Nonostante la montagna in Italia goda di una centralità geografica (con il 35 per cento del territorio, a cui si somma il 42 della collina), essa è rimasta marginale nella storia e nella memoria del Paese. Eppure, a partire dall'unificazione del 1861, i regimi statali hanno nazionalizzato le montagne "ridefinendo i confini tra selvatico e addomesticato, razionale e irrazionale, bello e brutto" e ne hanno fatto non solo una risorsa, ma anche un simbolo delle conquiste del nostro Paese. Dai campi di battaglia della Prima guerra mondiale alla contraddittoria politica di rimboschimento del regime fascista, compressa tra repressione e celebrazione dei montanari; dalle proteste dei No TAV in Val di Susa alla modernizzazione idroelettrica che, cinquant'anni fa, portò alla "strage annunciata" del Vajont. (www.goodbook.it)

La madre del comandante Shigemoto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tanizaki, Junʼichirō <1886-1965>

La madre del comandante Shigemoto / Tanizaki Jun'ichiro ; traduzione di Andrea Maurizi ; prefazione di Giorgio Amitrano

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Ambientato in epoca Heian come la Storia di Genji, questo romanzo di Tanizaki sembra quasi nascere da una costola del capolavoro di Murasaki. Ma al contempo è un romanzo totalmente moderno, con tutte le ossessioni erotiche di Tanizaki e con un sottile gioco tra finzione e realtà, tra narrativa di invenzione e filologia che tocca il cuore di ogni riflessione sull'arte e sulla letteratura. Il romanzo, per gran parte, si snoda sulla ricerca di una madre rubata. Il padre di Shigemoto aveva ceduto la moglie a un potente nipote per ragioni di opportunità politica. Dunque, la nostalgia della madre come tonalità prevalente del romanzo. Che forse è, più in generale, una nostalgia della donna, un impossibile ideale di fusione tra maschile e femminile, desiderio e frustrazione ossessivi riprodotti coralmente da tutti i personaggi del romanzo. Prefazione di Giorgio Amitrano.

Il principe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Machiavelli, Niccolò <1469-1527> - Machiavelli, Niccolò <1469-1527>

Il principe / Niccolo Machiavelli

Nuova edizione / a cura di Giorgio Inglese

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Quasi ogni epoca si è riconosciuta nel Principe con argomenti sempre diversi. E anche oggi i motivi attualizzanti di questo breve classico non sembrano mancare: soprattutto il conflitto tra il desiderio di dominare razionalisticamente la realtà politica e la percezione del momento oscuro della storia, catena di eventi non predeterminabile, appare un legame privilegiato tra Machiavelli e i nostri tempi. Il volume contiene il testo critico del Principe messo a punto da Giorgio Inglese. Inoltre, un commento a pié di pagina, con ausili letterali, chiarimenti storico-politici, rimandi culturali e spunti interpretativi a più livelli di lettura. Con un saggio di Federico Chabod.

Il mistero della percezione del tempo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hammond, Claudia

Il mistero della percezione del tempo / Claudia Hammond ; traduzione di Alessandra Montrucchio

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Avete mai provato a passare un giorno senza mai guardare che ora è? Impossibile. Eppure, sebbene il trascorrere del tempo domini ogni istante delle nostre giornate, quel che noi sappiamo a riguardo è ben poco. Di questo tema si sono occupati approfonditamente biologi, psicologi e neuroscienziati, e proprio attingendo agli esiti di questi svariati studi, Claudia Hammond riesce a offrirci un'avvincente sintesi in materia.

Vite che non sono la mia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carrère, Emmanuel <1957->

Vite che non sono la mia / Emmanuel Carrere ; traduzione di Maurizia Balmelli

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Lo tsunami in Sri Lanka e la morte della giovane cognata: con uno sguardo apparentemente da cronista Carrere ci rimescola dentro, mostrandoci come ogni vita può essere la nostra.

L'orizzonte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Modiano, Patrick <1945->

L'orizzonte / Patrick Modiano ; traduzione di Emanuelle Caillat

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Jean Bosmans ha l'abitudine di annotare su un taccuino tutti i frammenti di memoria che si affacciano alla sua mente. Cosi, a partire da un nome di donna, ricorda l'incontro avvenuto a fine anni Sessanta con Margaret Le Coz, una ragazza ventenne frequentata a Parigi e amata intensamente per alcuni mesi. Con Margaret, Jean ha condiviso il sentimento di essere seguito, spiato, aspettato ogni giorno, o meglio braccato. Lei da un uomo dal viso magro, gli zigomi butterati e un abito sempre troppo stretto: un certo Boyaval, lui da una donna crudele dai capelli rossi, forse sua madre. Margaret è una giovane donna bella e misteriosa, vulnerabile, segreta, silenziosa. Di lei si sa soltanto che è nata a Berlino, che è arrivata in Francia con la madre, che non ha mai conosciuto il padre e che è cresciuta in vari collegi. È una donna che fugge. E durante una delle sue fughe incontra Boyaval che inizia a perseguitarla. Fugge ancora, ma l'uomo non le dà tregua, cosi come la incalzano alcuni misteri che provengono dal suo profondo passato, zone d'ombra che di punto in bianco la convincono a nascondersi, ad abbandonare tutto senza avvertire nessuno. Una sera Margaret non si sente più sicura, abbandona precipitosamente Parigi e parte per Berlino dove sparisce senza lasciare traccia. Quarant'anni dopo, Jean, diventato uno scrittore, decide di ritrovarla: parte per Berlino dove un ragazzo incontrato per caso gli conferma che una donna con quel nome possiede una libreria li vicino...

Limbo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mazzucco, Melania G. <1966->

Limbo / Melania G. Mazzucco

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Attraverso la vita di una ragazza come tante e insieme unica nella sua storia, Melania Mazzucco dipinge un ritratto

Azione popolare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Settis, Salvatore <1941->

Azione popolare : cittadini per il bene comune / Salvatore Settis

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Indignarsi non basta. Contro l'indifferenza che uccide la democrazia, contro la tirannia antipolitica dei mercati dobbiamo rilanciare l'etica della cittadinanza. Puntare su mete necessarie: giustizia sociale, tutela dell'ambiente, priorità del bene comune sul profitto del singolo. Far leva sui beni comuni come garanzia delle libertà pubbliche e dei diritti civili. La comunità dei cittadini è fonte delle leggi e titolare dei diritti. Deve riguadagnare sovranità cercando nei movimenti civici il meccanismo-base della democrazia, il serbatoio delle idee per una nuova agenda della politica.

Nel tempo di mezzo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fois, Marcello <1960->

Nel tempo di mezzo / Marcello Fois

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Vincenzo Chironi mette piede per la prima volta sull'Isola di Sardegna - una zattera in mezzo al Mediterraneo - nel 1943, l'anno della fame e della malaria. Con sé ha solo un vecchio documento che certifica la sua data di nascita e il suo nome, ma per scoprire chi è lui veramente dovrà intraprendere un viaggio ancora più faticoso di quello affrontato col piroscafo che l'ha condotto fin li. A Nuoro trova ad attenderlo il nonno, Michele Angelo maestro del ferro, che gli farà da padre e da complice in parti uguali -, e soprattutto sua zia Marianna, che vede nell'inaspettato arrivo del nipote l'opportunità per riscattare un'esistenza puntellata dalla malasorte. Anni dopo, quando ormai a Nuoro la presenza di Vincenzo Chironi sembra scontata, naturale come il mare e le rocce, la forza del sangue torna a far sentire il suo richiamo. Perché quando Vincenzo conosce Cecilia, che ha gli occhi di un colore che non si può spiegare, innamorarsi di lei gli sembra l'unica cosa possibile. Anche se è promessa sposa di Nicola, con cui lui è mezzo parente... Se è vero che la disobbedienza chiama il castigo, forse è anche vero che quell'amore è l'ultimo anello di una catena destinata a non aver fine. Dopo l'epopea di Stirpe, Marcello Fois - con una lingua capace di abbracciare l'alto e il basso, e di potenziare lo scorrere del tempo - dipinge un mondo in cui i paesaggi sono vivi come i personaggi che li abitano.

1Q84
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Murakami, Haruki <1949-> - Murakami, Haruki <1949->

1Q84 / Murakami Haruki ; traduzione dal giapponese di Giorgio Amitrano

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: La terza parte di 1Q84 si apre con Ushikawa: abbandonato il lavoro di avvocato, lasciato da moglie e figli, l'uomo, così brutto da suscitare repulsione in chiunque lo incontri, ora vive da solo e fa il detective privato. Il suo incarico, commissionato dalla Setta, è di rintracciare Aomame, ma quando si rende conto che la ragazza risulta nascosta da qualche parte ed è praticamente irraggiungibile, decide di concentrarsi su Tengo: qualcosa gli dice che se riuscirà a trovare lui, prima o poi salterà fuori anche lei. Affitta perciò una stanza nel condominio di Tengo e piazza una videocamera davanti all'ingresso della sua casa, per sorvegliare chi entra ed esce. L'intuizione di Ushikawa è corretta e il suo piano avrebbe successo se non fosse per l'entrata in scena di Tamaru (il factotum della signora per conto della quale Aomame vendica le donne che hanno subito violenza), che blocca il detective un attimo prima che possa mettere le mani sulla ragazza. Quel grande affabulatore contemporaneo che è Murakami Haruki ha saputo, con la trilogia di 1Q84, creare un universo allo stesso tempo autonomo e sinistramente prossimo al nostro: in questo terzo libro si appresta a scioglierne tutti i misteri, a rispondere alle domande con cui nel precedente volume ha stregato i suoi lettori. Poche volte come in questo caso si può parlare di un romanzo che contiene mondi: tante e tali sono le suggestioni, i temi, le ossessioni a cui riesce a dare forma Murakami.

L'interpretazione dei sogni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Freud, Sigmund <1856-1939>

L'interpretazione dei sogni / Sigmund Freud ; traduzione di Daniela Idra ; introduzione di Stefano Mistura

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: La notte tra il 23 e il 24 luglio 1895 Sigmund Freud sogna una sua paziente di nome Irma: la donna mostra i segni di un'infezione che si è propagata in gola, provocandole forti dolori. Ma né i sintomi della signora né l'aspetto dei medici che la circondano corrispondono al vero: nel sogno tutto sembra diverso, senza un motivo apparente. Ed è proprio con la cosiddetta iniezione di Irma che Freud abbandona definitivamente il metodo dell'ipnosi per lanciarsi in una nuova fase di studio dei processi mentali: una ricerca che renderà pubblica soltanto all'alba del nuovo secolo, dando alle stampe L'interpretazione dei sogni. Ma il capolavoro della psicanalisi, qui riproposto in una nuova traduzione, filologicamente accurata, non è soltanto questo: l'introduzione di Stefano Mistura rivela, come un affascinante documento in filigrana, numerosi episodi fondamentali della vicenda biografica di Sigmund Freud, dalle fantasie infantili alla drammatica morte del padre, dal timore degli insuccessi al complicato rapporto con il medico Wilhelm Fliess, il primo lettore, e censore, di quello che sarebbe diventato il libro del XX secolo.

Da quando a ora
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Faletti, Giorgio <1950-2014>

Da quando a ora / Giorgio Faletti

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Nel campo sterminato del possibile, ognuno è una frase, ognuno è una canzone, ognuno è un romanzo. Un libro autobiografico in cui l'autore di lo uccido si mette a nudo. Con ironia e candore. Con umorismo e tenerezza. Due Cd musicali incisi per la prima volta. In Quando Faletti interpreta le sue canzoni già portate al successo da altri. In Ora propone dodici canzoni del tutto inedite.