E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce (qui sotto) o la relativa ricerca avanzata.

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Banca d'Italia <Roma>
Includi: tutti i seguenti filtri
× Genere Saggi
× Paese Italia
× Soggetto Architettura

Trovati 90 documenti.

Mostra parametri
Castelli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

MacAulay, David <1946->

Castelli / David Macaulay

Firenze ; Milano : Giunti, 2019

Abstract: Grande albo dalle tavole in bianco e nero, ricco di dettagli e particolari, per conoscere, scoprire e ammirare i grandi monumenti creati dall'uomo. Fulcro della vita nel Medioevo, il castello è tutt'ora un edificio dal grande fascino. Con le sue illustrazioni dettagliate, Macaulay racconta come venivano progettati e costruiti i castelli e i villaggi medievali. Età di lettura: da 10 anni.

Biodivercity
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Granata, Elena <docente di urbanistica>

Biodivercity : città aperte, creative e sostenibili, che cambiano il mondo / Elena Granata

Giunti : Slow Food : Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, 2019

Abstract: La città contemporanea è un luogo della sintesi im-perfetta tra opposti: l’alto e il basso, il singolare e il molteplice, il poco e il troppo, il mescolato e il distinto. È il luogo in cui si moltiplicano esperienze di partecipazione dal basso, di condivisione di tempi e di beni. In cui si radicalizzano comportamenti individuali, chiusure e atteggiamenti difensivi verso lo straniero e il diverso, alla ricerca di comunità tra simili, rassicuranti e protette. Sono il luogo più sensato dove andare se si vuol capire come gira il mondo; qui le tensioni e le trasformazioni sono più evidenti e accelerati. E sono le prime responsabili dei cambiamenti climatici, da cui dipendono molti dei comportamenti più distruttivi per il pianeta; d’altro canto, sono proprio le città a essere oggi il laboratorio possibile di ogni cambiamento ecologico. Per questo ragionare su di loro è non solo utile, ma ormai indispensabile. Attraverso una galleria di ritratti inediti di città e di personaggi che ne hanno tracciato il destino, quest’opera racconta di esperimenti, di follia creativa e di opposizione ostinata ai modelli assodati, così come racconta di occasioni in cui il banale buonsenso scardina regolamenti asettici per preservare preziosi contesti locali. Esperienze singole e disparate, ma capaci di inaspettate ricadute planetarie.

L'architetto come intellettuale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Biraghi, Marco <1959->

L'architetto come intellettuale / Marco Biraghi

Einaudi, 2019

Abstract: Una riflessione sul ruolo dell'architetto nella società contemporanea. Chi è l’architetto oggi? Nella quasi totalità dei casi, è un professionista il cui mestiere consiste fondamentalmente nel soddisfare, con un impegno e una competenza variabili da individuo a individuo, le richieste della committenza, senza tuttavia alcuna capacità o ambizione di proporre, della città e della società in cui vive, una visione complessiva, e soprattutto critica. Che non sempre sia stato cosí lo testimonia una tradizione che, da Leon Battista Alberti a Aldo Rossi, ha visto spesso l’architetto rivestire il ruolo dell’intellettuale: non soltanto quello di ideatore di edifici ma anche quello di autore di «interpretazioni del mondo», in grado, se non immediatamente di modificarlo, almeno di metterlo in discussione. Nel corso della storia gli architetti sono stati via via consiglieri, propositori, pensatori, sognatori, utopisti. Da qualche decennio a questa parte, però, qualcosa sembra mutato: questi ruoli sembrano non appartenere piú ai compiti – e all’orizzonte d’interesse – dell’architetto. Da intellettuale operante a mero esecutore di progetti (per quanto complessi e impegnativi questi possano essere), la traiettoria segna un’involuzione evidente. Alcuni interrogativi s’impongono a questo punto: esiste ancora, nel panorama odierno, qualche architetto erede di quella nobile tradizione? E inoltre: serve ancora l’architetto intellettuale nella società attuale? E servirà in futuro?

Mantova: Laboratorio di idee e progetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mantova: Laboratorio di idee e progetti : Casa del Mantegna 29 marzo-01 maggio / a cura di Stefano Mangoni ; da un'idea di Renato Bocceda

[s.n., 2019]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Atlantide
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Piano, Carlo <1965-> - Piano, Renzo <1937->

Atlantide : viaggio alla ricerca della bellezza / Carlo e Renzo Piano

Milano : Feltrinelli, 2019

Fuochi

Abstract: Da Genova a Itaca, un viaggio intimo alla ricerca della città perfetta e una riflessione sul senso del costruire. "Ci vuole un'intera vita, anche lunga se ti riesce, per imparare, capire, raccogliere tutto assieme. Magari per fare un edificio in cui mettere i desideri della gente, l'invenzione del costruttore e la poesia degli spazi. E, per poterlo fare, bisogna aver conosciuto tanta gente, aver camminato per molti luoghi in silenzio. Bisogna aver viaggiato, sofferto, letto tante pagine, aver avuto molti amici e forse aver rubato loro qualche idea." Comincia un giorno di fine estate al porto di Genova (latitudine 44°25'35" Nord, longitudine 8°54'54" Est), a pochi passi dallo studio di Punta Nave, il lungo viaggio per mare di Renzo Piano e suo figlio Carlo. A guidarli è un desiderio ancestrale, come molti esploratori prima di loro: salpare e prendere il largo alla ricerca di Atlantide. Atlantide è la città perfetta, perché ospita una società perfetta. Questa è la sua bellezza, preziosa e inafferrabile. Renzo Piano, con gli occhi di chi sa misurare la terra ma anche le infinite geometrie del mare, ritorna nei luoghi in cui ha costruito le sue opere, tasselli nella ricerca infinita e necessaria della perfezione. Naviga con suo figlio nel mezzo del Pacifico, sulle rive del Tamigi e della Senna, raggiunge Atene, il Golden Gate Park di San Francisco e la Baia di Osaka. Cercando la bellezza, trova l'imperfezione che ogni progetto porta con sé. Allora non resta che continuare il viaggio.

Romanico cremonese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Milanesi, Giorgio <docente di iconografia medievale>

Romanico cremonese : le chiese dell'antica Diocesi di Cremona / Giorgio Milanesi

SAP, 2018

Abstract: Cremona, come noto, è una delle poche città italiane che possono vantare la conservazione di un patrimonio culturale di epoca medievale di altissimo livello: la Cattedrale, il Battistero, molte chiese e torri urbane, ma anche due palazzi pubblici e decine di strutture private celate sotto una veste moderna in buona parte ancora da studiare. Il territorio diocesano, questo è meno noto, è ugualmente ricco di testimonianze medievali ed è su questa piccola galassia di sopravvivenze circoscritte tra l’ XI e la metà del XIII secolo che Giorgio Milanesi ha ricostruito la trama del romanico cremonese esterno alla città attraverso trentacinque edifici che afferivano al territorio della antica diocesi. Una perlustrazione pressoché a tappeto ha portato alla scoperta di inedite emergenze e cicli pittorici e ha inevitabilmente determinato una rilettura di edifici e immagini, anche noti, come la parrocchiale di Rivolta d’Adda, i mosaici di Pieve Terzagni o i campanili di Voltido e Pieve d’Olmi.

Disegnare con gli alberi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bay, Marco <architetto>

Disegnare con gli alberi : storie di giardini / Marco Bay

Milano : Mondadori, 2018

Sentieri

Abstract: «Degli anni speciali dell'infanzia, quando trascorrevo le estati sul lago o in campagna, conservo ancora l'immagine dei faggi secolari piantati dal bisnonno e il profumo dei prati falciati. Lì ho imparato a distinguere un rododendro da un'azalea, come si pota una siepe, come si semina nel semenzaio, quando è tempo di riparare i vasi nella serra, come si rastrella la ghiaia. Lì ho vissuto i primi momenti di libertà totale.» Animato da questo amore precoce e mai tradito per la natura, l'architetto paesaggista Marco Bay ha scelto di dedicare la propria vita alla creazione di giardini, arricchendo piazze e cortili, case di campagna e palazzi di varie regioni italiane con gli innumerevoli cromatismi del mondo vegetale. Anziché sulla carta, infatti, Bay preferisce disegnare sulla terra, affrontando la grande sfida di tracciare segni che, in perfetta sintonia con il panorama, contribuiscano a completarlo e valorizzarlo, suscitando emozioni forti e rigeneranti in chi godrà della sua vista. L'apparente semplicità e naturalezza dei suoi sorprendenti progetti - fra i più noti, l'Hangar Bicocca e le aiuole di palme in piazza Duomo a Milano - è in realtà il frutto di un'incessante ricerca illuminata da alcune idee guida: imparare a «vedere» il paesaggio che ci circonda, capire la natura del terreno e interpretare i bisogni di ogni pianta affinché possa crescere sana e robusta anche in un habitat fortemente antropizzato. Disegnare con gli alberi racconta la meravigliosa «fatica» di immaginare e costruire spazi verdi in luoghi dove il verde è trascurato, oltraggiato, bandito, e insegna a giocare con piante e fiori, e a scegliere e combinare, nell'infinita varietà delle loro forme, sfumature e trasparenze, quelli più adatti a esprimere la propria personale idea di armonia. Dalla magia del momento in cui l'idea progettuale viene concepita fino alla messa a dimora delle piante scelte con cura nei vivai, passando per lo studio scenografico del giusto contrappunto di luci e ombre, queste pagine, impreziosite da disegni dell'autore, testimoniano di un processo creativo del tutto particolare: la genesi di opere d'arte viventi, destinate a cambiare e a rinnovarsi - come gli esseri umani - giorno dopo giorno e stagione dopo stagione.

Architettura e democrazia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Settis, Salvatore <1941->

Architettura e democrazia : paesaggio, città, diritti civili / Salvatore Settis

Torino : Einaudi, 2017

Vele ; 126

Abstract: Dove corre il confine fra «paesaggio» e «città»? E come giudicare o indirizzare gli interventi sull'uno e sull'altra, o la continua crescita delle periferie? Devono prevalere i valori estetici (un paesaggio da guardare) o quelli etici (un paesaggio da vivere)? L'architetto è il mero esecutore dei voleri del committente, anche quando vadano contro l'interesse della collettività, o deve mostrarsi attento al bene comune? Sfidare i confini difficili fra città e paesaggio, decostruire i feticci di un neomodernismo conformista (il grattacielo e la megalopoli) e le sue conseguenze (i nuovi ghetti urbani) vuol dire tentare il recupero della dimensione sociale e comunitaria dell'architettura. In un paesaggio inteso come teatro della democrazia, l'impegno etico dell'architetto può contribuire al pieno esercizio dei diritti civili. Diritto alla città, diritto alla natura, diritto alla cultura meritano questa scommessa sul nostro futuro.

La biblioteca dell'ingegnere e dell'architetto (1707-1866)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La biblioteca dell'ingegnere e dell'architetto (1707-1866) : catalogo della mostra, Mantova, Biblioteca Comunale Teresiana, 6 maggio-13 agosto 2016 / Carlo Togliani ; schede bibliografiche di Pasquale di Viesti

Mantova : Biblioteca Teresiana : Publi-Paolini, 2016

Le forme del museo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Beccu, Michele <1952-> - Menghini, Anna Bruna <1960-> - Zattera, Ariella <1942->

Le forme del museo : ragionamenti ed esercizi didattici = Architectural shapes of museums : reasoning and learning exercises / Michele Beccu, Anna Bruna Menghini, Ariella Zattera

Gangemi, 2016

Abstract: Questo è un libro di ragionamenti architettonici, che come tutti quelli sull'insegnamento della progettazione/composizione, segna l''eterno ritorno dell'uguale' che costringe ogni generazione di docenti a misurarsi con l'infinità circolare del tempo per impadronirsi del tema e farlo proprio. La maniera specifica con cui Zattera, Beccu e Menghini hanno scelto di percorrere questo cammino, è stata quella di individuare esempi significativi di musei di diversi autori ed epoche, interpretandoli con le categorie proprie del progetto d'architettura, e costruendo con essi possibili itinerari tematici e formali.

Come casa mia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lazzari, Caterina

Come casa mia : viaggio nel mondo dell'architettura / Caterina Lazzari ; illustrazioni di Silvia Mauri

Firenze [etc.] : Editoriale Scienza, 2016

Abstract: Un viaggio nella storia dell'architettura: dalle prime capanne della preistoria, ai grattacieli e alle abitazioni ecologiche all'avanguardia di oggi. Attraverso box di curiosità e semplici attività da fare, i piccoli lettori vengono stimolati a confrontare le case che incontrano con il proprio modo di abitare e a osservare con occhi curiosi anche gli edifici più comuni e familiari. Età di lettura: da 8 anni.

L'esperienza dell'architettura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Plummer, Henry <1946->

L'esperienza dell'architettura / Henry Plummer

Torino : Einaudi, 2016

Abstract: Per Henry Plummer l'architettura non è semplicemente una cosa che guardiamo da lontano o di cui ci serviamo per necessità pratiche, ma il catalizzatore della nostra autentica esistenza di esseri viventi che agiscono in armonia con il mondo. Dalle scale scavate a mano nei villaggi greci alle passerelle lasciate libere di fluttuare, dai raffinati luoghi usati nelle processioni nel Rinascimento in Italia alla magistrale manipolazione delle forme di Frank Lloyd Wright, ogni volta abbiamo a che fare con esperienze molto diverse, di passaggio da un livello a quello successivo, ognuna delle quali influenza la nostra esperienza dello spazio. Integrando sapientemente testo e immagine, ogni capitolo si concentra su un aspetto diverso delle nostre interazioni quotidiane con l'architettura, prendendo in considerazione scale, pavimenti, percorsi, spazi interni, percezione e prospettiva, e il rapporto tra un edificio e l'ambiente circostante. Un volume che si indirizza non solo agli architetti e ai designer impegnati nell'ideazione di nuovi spazi, ma soprattutto a coloro che cercano di comprendere meglio il loro posto nel mondo per come è stato e viene costruito dagli uomini.

Creatività e trasformazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Augé, Marc <1935-> - Gregotti, Vittorio <1927->

Creatività e trasformazione / Marc Augè, Vittorio Gregotti ; a cura di Michele Roda

Milano : Christian Marinotti Edizioni, 2016

Abstract: Il volume ha l'obiettivo di indagare alcuni temi simbolo dell'epoca contemporanea attraverso il confronto e lo scambio tra due figure chiave del Novecento che, pur da ambiti disciplinari diversi, propongono chiavi di lettura di grande attualità rispetto alla trasformazione dei territori. La modificazione incessante dei paesaggi e dei luoghi è il riflesso dell'enorme rivoluzione culturale che il mondo occidentale sta vivendo da alcuni decenni e che Marc Auge e Vittorio Gregotti inquadrano come il risultato della nascita e dello sviluppo di alcuni fenomeni socioeconomici: globalizzazione, crisi, creatività, nuovo concetto di natura. Marc Auge (antropologo francese, "inventore" del concetto di non-luogo) e Vittorio Gregotti (l'emblema dell'architetto, di cultura profondamente italiana, con realizzazioni e progetti in tutto il mondo) hanno caratterizzato gran parte del Novecento europeo introducendo chiavi di lettura e paradigmi che ancora oggi permettono di interpretare la complessa realtà che ci circonda. I loro contributi, complementari in campi disciplinari contigui ed interagenti, hanno influenzato generazioni di architetti e progettisti, continuando ancora oggi ad avere una profonda influenza su coloro che sono chiamati a trasformare creativamente i territori.

Andare per teatri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fano, Nicola <giornalista, storico del teatro, autore teatrale>

Andare per teatri / Nicola Fano

Bologna : Il Mulino, 2016

Ritrovare L'Italia

Abstract: L'Italia è forse l'unico paese occidentale che ospiti teatri di ogni epoca: vederli equivale a ripercorrere l'intera storia del teatro. Mirabili teatri greci come quello di Siracusa e altrettanto ben conservati teatri romani, teatri rinascimentali come l'Olimpico di Vicenza e il teatro di Sabbioneta, teatri barocchi come La Pergola di Firenze, magnifiche sale settecentesche, dal Teatro Argentina a Roma alla Scala a Milano. Non mancano miriadi di teatrini di Palazzo e splendidi teatri novecenteschi, dal liberty puro dello Jovinelli di Roma ai numerosi teatri multifunzionali odierni. Fregi, piante delle sale, macchinari d'epoca, foyer e camerini recano traccia delle società che quei luoghi hanno frequentato condividendone l'immaginario.

Andare per le città ideali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Isman, Fabio <1945->

Andare per le città ideali / Fabio Isman

Bologna : Il Mulino, 2016

Ritrovare L'Italia

Abstract: Non solo Palmanova, Aquileia, Pienza, Sabbioneta: l'Italia pullula di città ideali dalla struttura geometrica regolare, frutto di visioni laiche o di esoteriche cosmogonie. L'itinerario va dalla quadristellata Terra del Sole, voluta da Cosimo I de' Medici nel 1546 in Romagna, ad Acaya, in provincia di Lecce; da San Leucio, frazione di Caserta, alle città-operaie Crespi d'Adda e Solvay a Rosignano; dalle città "di fondazione" fascista, come Latina e Sabaudia nel Lazio, Arborea e Fertilia in Sardegna, al recente "sogno" della Scarzuola in provincia di Terni.

L'eclettico razionalismo a Pegognaga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

L'eclettico razionalismo a Pegognaga : eredità architettoniche nel''Oltrepò mantovano / a cura di Francesco Muto ; con le immagini di Marco Lachi

Mantova : Tre lune, 2015

Atlante dei classici padani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Atlante dei classici padani

Brescia : Krisis Publishing, 2015

San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese
0 0 0
Materiale linguistico moderno

San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese : storia, architettura e contesto figurativo di una chiesa abbaziale romanica / a cura di Fabio Scirea

Mantova : SAP Società archeologica, 2015

Abstract: Nei secoli centrali del Medioevo l'abbazia di San Tommaso ad Acquanegra sul Chiese giocò un ruolo di primo piano nel quadro politico-religioso dei territori di confine fra Brescia, Mantova e Cremona. A compensare le lacunosi fonti scritte soccorre una straordinaria fonte materiale: l'imponente chiesa romanica con i resti del suo decoro dipinto e musivo, riemerso sotto la coltre barocca nel corso del restauro diretto da Ilaria Toesca (1977-1984). In virtù di una ricerca interdisciplinare che ha coinvolto archeologi, storici, storici dell'arte e filologi, il volume indaga l'edificio in più direzioni allo scopo di offrirne una visione contestuale.

Empatia degli spazi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mallgrave, Harry Francis <1947->

Empatia degli spazi : architettura e neuroscienze / Harry Francis Mallgrave ; prefazione di Vittorio Gallese

Milano : Cortina, 2015

Abstract: Gli edifici sono spesso considerati oggetti stravaganti piuttosto che elementi palpabili cui i nostri corpi e i nostri sistemi neurologici sono inestricabilmente connessi. Ma come Mallgrave ci spiega in questo volume, l'architettura non è un'astrazione concettuale bensì una pratica incarnata, e lo spazio architettonico si costituisce primariamente attraverso un'esperienza emotiva e multisensoriale. Se le più avanzate scoperte scientifiche promettono benefici in ambito biologico o psicologico, queste stesse scoperte hanno anche la potenzialità di migliorare i nostri ambienti costruiti. Discutendo le implicazioni delle neuroscienze per la progettazione architettonica, l'autore ci invita a indirizzare la nostra attenzione a coloro per i quali progettiamo: le persone che abitano gli edifici che costruiamo. Prefazione di Vittorio Gallese.

Architerica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Ninnis, Carmia <1964->

Architerica : l'arte di abitare / Carmia De Ninnis

Milano : Mondadori, 2015

Abstract: "Architerica" - una concezione alternativa dell'arte di costruire e di abitare i luoghi - nasce dalla fusione di discipline eterogenee e appartenenti a tre diversi campi del sapere: l'architettura, la filosofia e l'arte. Partendo dal presupposto che esiste un continuo scambio energetico tra l'uomo e l'ambiente che lo circonda, l'Architerica mescola antiche tradizioni di pensiero - come la geomanzia e la cultura vedica - con elementi propri della cultura occidentale, ottenendo una nuova consapevolezza nella costruzione di case, scuole, uffici ecc. Scopo di Architerica è quello di svelare il potere della struttura architettonica al di là di una visione puramente estetica e utilitaristica. Essendo la casa il nostro corpo più grande deve essere costruita nel rispetto delle esigenze del committente e puntare in primo luogo a incrementare il suo benessere psicofisico. Questo tipo di approccio personalizzato garantisce un maggiore rispetto dei luoghi e dell'ambiente poiché stimola il senso dell'armonia e della bellezza nei singoli individui e contribuisce a educare la società a una maggiore percezione del bello.