Puoi estendere la ricerca agli articoli delle riviste di viaggi e turismo con l'OPAC Ulissenet

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore Touring club italiano <ente senza scopo di lucro>

Trovati 8028 documenti.

Mostra parametri
Liguria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carulli, Remo <1980-> - Rando, Cinzia <1959-> - Formenti, Andrea <1980->

Liguria / Remo Carulli, Andrea Formenti, Rossana Cinzia Rando

EDT : Lonely Planet, 2021

Abstract: Si può discutere se la Liguria più autentica sia quella delle scogliere a picco sul mare, delle valli selvagge o delle località modaiole. A mettere d’accordo tutti c’è però una certezza: è la commistione di questi elementi a renderla una terra da sogno. Esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e la vera essenza dei luoghi. Personalizza il tuo viaggio: gli strumenti e gli itinerari per pianificare il viaggio che preferisci: -Scelte d’autore, -Attività all'aperto, -Cultura e tradizioni.

Trentino Alto Adige
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Trentino Alto Adige : [Trento e Bolzano, castelli, masi, giardini : i passi dolomitici in bicicletta e sugli sci : la cultura del vino e i rifugi di design]

Milano : Touring club italiano, 2021

Guide verdi d'Italia

Abstract: Una regione 'speciale' in tutti i sensi, con una doppia identità e una multipla bellezza paesaggistica, un radicato buon vivere e il culto dell'accoglienza. Sfilano tra le pagine della nuova Guida Verde cime maestose - con le Dolomiti al posto d'onore - e valli coperte di boschi, città eleganti e innumerevoli castelli ripieni di tesori, capolavori d'arte e un ricco patrimonio di tradizioni gelosamente conservate. Ecco un assaggio di alcune chicche inattese: L'altra Bolzano di Daniele Rielli: il controcanto d'autore nei percorsi suggeriti dello scrittore e blogger altoatesino Futurismo, pop art, nuovi linguaggi sotto la cupola di acciaio e vetro del Mart di Rovereto. Itinerari e degustazioni sulla Strada del vino da Nalles a Salorno, nella culla della viticultura altoatesina. Sugli sci o sui pedali in uno dei comprensori più belli del mondo: il Sellaronda, fra i panorami struggenti di una montagna colonizzata al divertimento. Cavoli cappucci, sedani rapa, lattughe e radicchi coltivati in quota tra i frutteti: assaggi biologici negli orti della Val di Gresta. La nuova frontiera del rifugio alpino, una rassegna di piccoli capolavori di architettura che esaltano il rapporto tra l'edificio e la montagna.

Supercamper
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cavezzali, Matteo <1983->

Supercamper : un viaggio nella saggezza del mondo / Matteo Cavezzali

Laterza, 2021

Abstract: Mai come in questi mesi di forzata sedentarietà ci siamo resi conto di quanto la dimensione del viaggio arricchisca le nostre vite. Viaggiare è assaporare i primi istanti di quando si arriva in una città nuova, in cui tutto sembra ancora possibile. È immaginare dove condurrà la strada di cui non si vede la fine. È esplorare, scoprire punti di vista diversi, confidarsi con gli sconosciuti, lasciarsi sorprendere dal caso. Matteo Cavezzali – instancabile giramondo, abituato a macinare chilometri da quando, ragazzino, percorreva autostrade e sterrati con la sua famiglia a bordo del 'Supercamper' – ci regala con questo libro un viaggio sorprendente tra memoria personale e resoconto di tradizioni, miti, credenze, gusti. Ci svelerà modi di affrontare paure antiche e di mettersi in gioco. Ci racconterà di tramonti visti dall'Egeo e di albe baltiche. Ci illustrerà modi diversi di pensare alla vita, ai figli, al lavoro e all'amore, di confrontarsi con la solitudine e con la società. E scopriremo la comune umanità che come un'armonica sinfonia risuona a tutte le latitudini, dalle campagne francesi alle luci di New York, dall'Estremo Oriente all'America Latina. Per poter rimetterci in viaggio.

Italia in 52 weekend
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Italia in 52 weekend : itinerari inconsueti tra natura, arte e tradizioni

EDT : Lonely Planet, 2021

Abstract: Dai borghi Walser del Monte Rosa alle lagune incontaminate della costa adriatica. Dalle delizie sul delta del Po alla Sicilia del cinema. Dagli eremi appenninici al paradiso della felicità sull'isola di Procida. Un viaggio lungo un anno: ogni itinerario un weekend, ogni weekend una regione. Scegli tra mare e ghiacciai, vulcani e foreste, arte, cucina, architettura e storia. A piedi o in bici, in treno o in auto: 52 idee per scoprire l’Italia ogni volta che avrai voglia di partire. Questo libro fa per te se: Sei alla ricerca di un’Italia meno conosciuta anche se a due passi da casa (o dalla spiaggia); Vuoi conoscere le regioni come chi ci abita e condividere le loro usanze; Cerchi itinerari "a chilometraggio limitato" adatti anche alle famiglie; Sei sempre a caccia di arte e delle radici storiche in ogni paesaggio che vedi; Ami i piccoli musei civici, chiesette dimenticate, borghi murati ancora intatti; Hai bisogno di una lista di proposte per ogni stagione: dalle sagre di cucina marinara alla degustazione del vino novello; Ami i cammini nel verde, le esplorazioni sulle due ruote, e ti piace spostarti in barca e in treno. Contiene: itinerari in auto, a piedi, in bicicletta attraverso l’Italia. Ogni capitolo corrisponde a una regione e per ogni regione diverse proposte in base alle caratteristiche del territorio; itinerari alternativi alle principali rotte turistiche con indicazioni per andare alla scoperta di un’Italia meno conosciuta nell’arco temporale del weekend, o al massimo di quattro giorni; illustrazioni per lasciarsi ispirare; cartine di ogni itinerario con tappe di riferimento; indicazioni selezionate: dove dormire, mangiare, feste ed eventi.

Andare per l'Italia di Napoleone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bianchi, Paola <1964- > - Merlotti, Andrea <1968->

Andare per l'Italia di Napoleone / Paola Bianchi, Andrea Merlotti

Il Mulino, 2021

Abstract: L'itinerario ripercorre le tappe dell'Italia napoleonica lasciando in sottofondo i campi di battaglia e restituendo, piuttosto, la fitta rete dei luoghi della memoria: monumenti, edifici, ma anche tracce di civiltà materiale. Accanto all'Italia di Napoleone vi fu, però, anche un'Italia dei Bonaparte (i Napoleonidi, come furono chiamati), che popolarono l'Italia della Restaurazione assai più della Francia. Molte città furono luogo d'azione dei fratelli di Napoleone e dei loro figli, così come delle sorelle Elisa, Carolina e Paolina. Non solo Roma e Firenze, ma anche Trieste, Bologna, Macerata, Viareggio, Senigallia e altre città ancora videro nascere e morire ville e palazzi dei Bonaparte. Una presenza giunta sino agli anni Venti del Novecento e che rese l'Italia - dopo la Francia - il paese più napoleonico d'Europa.

Cicliste per caso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gottardi, Silvia <1978-> - Ronzoni, Linda <graphic designer>

Cicliste per caso : l'Italia in bici sulle tracce di Alfonsina Strada / testi di Linda Ronzoni ; foto di Silvia Gottardi

Ediciclo, 2021

Abstract: Alfonsina è stata la prima e unica donna a correre il Giro d'Italia nel 1924, ed è ritenuta una pioniera nella parificazione di genere in campo sportivo. Da quando Linda e Silvia si sono imbattute nella sua storia, Alfonsina è diventata la loro musa ispiratrice e ha guidato tutti i loro viaggi, spronandole con il suo esempio di donna caparbia e libera, indicando loro la strada, è proprio il caso di dirlo. I 3.700 km pedalati in Italia sono dedicati a lei e a tutte le donne che le Cicliste per Caso hanno incontrato. Alcune erano donne semplici che hanno vissuto la propria vita in silenzio, quasi nell'ombra, altre, come la partigiana Angela, o Annalisa Durante, vittima della camorra, donne che sono entrate di petto nella storia. Tutte però, sono l'esempio e l'incarnazione di quell'idea di Alfonsina di andare dritti a inseguire le proprie passioni, senza tradire i desideri profondi che ci animano.

Viadana mood
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Viadana mood 2021 / [a cura della] Proloco di Viadana

Viadana : Proloco, 2021

Isole
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Francis, Gavin <1975->

Isole : cartografia di un sogno / Gavin Francis ; traduzione dall'inglese di Anna Lovisolo

EDT, 2021

Abstract: Attingendo ai ricordi dei viaggi che in trent'anni lo hanno portato dalle isole Faroe all'Egeo, dalle Galapagos alle Andamane, e mescolandoli alla psicologia, alla filosofia e ai grandi viaggi della letteratura e della storia, Gavin Francis si mette sulle tracce del mistero della passione umana per la terra oltre la terraferma: nessuna ambizione di risolverlo, quanto piuttosto di celebrarne ancora una volta il fascino senza tempo. L’«isolofilo» Gavin Francis, come quasi tutti i grandi viaggiatori, è partito da bambino alla scoperta del mondo sugli atlanti sfogliati in biblioteca, affascinato dai tratti, dai colori, dai nomi esotici di città e paesi lontani. La carta geografica è uno strumento un po’ magico, non si limita a dare conto di un luogo, ma lo influenza, ne cerca l’essenza, esercita un potere. Circoscrive un perimetro, racconta alcuni aspetti della superficie che vi è contenuta, ma il resto è nell’immaginazione di chi guarda, che si tratti di una vecchia mappa o di una dettagliatissima carta moderna, per tracciare la quale la presenza fisica del cartografo sul posto non è nemmeno più indispensabile. Francis ha poi avuto modo di vedere molti dei posti che lo avevano incuriosito da bambino e ha trovato conferma del proprio amore per le isole, luoghi in cui ci si può rifugiare dalle esasperazioni della civiltà, dimensioni in cui la natura può mostrarsi qual è e svelare i propri segreti: è alle Isole Galápagos che Darwin raccolse gli elementi per rivoluzionare la storia della specie umana, negli anni in cui il suo contemporaneo Karl Marx descriveva il mondo globalizzato in cui un secolo e mezzo dopo ci saremmo trovati a vivere. Viviamo in un momento storico in cui il mondo non ha più angoli che l’uomo non abbia visto e riprodotto sulle carte geografiche – una condizione del tutto nuova: ancora meno di cento anni fa c’era un continente intero, l’Antartide, pressoché inesplorato, e il Polo Sud non era stato ancora raggiunto. Le distanze si contraggono e la tecnologia rende le connessioni possibili praticamente sempre e ovunque, e per questo quasi obbligatorie. È inevitabile dunque domandarsi quanto spazio esista ancora per l’isolamento, e come esso sia praticabile e compatibile con una vita considerata “normale”. La relazione, conflittuale e dialettica, tra isolamento e connessione è uno dei temi centrali di Isole. Cartografia di un sogno. Le origini etimologiche del termine island richiamano tutte quante la presenza dell’acqua o di un luogo circondato dall’acqua; la parola connection, affermatasi all’epoca delle grandi esplorazioni geografiche, significa letteralmente “legare insieme”. Due concetti opposti ma speculari, che traggono senso uno dall’altro. Su Gavin Francis, medico di professione, l’isolamento ha effetti benefici e terapeutici, ma non abbastanza da spingerlo a negare l’importanza delle connessioni. Si tratta dunque di cercare di combinare i due elementi, di conciliare i due poli. Francis, come racconta nel libro, ci prova da anni, sia attraverso i viaggi e i soggiorni insulari in tutto il mondo, sia con l’aiuto degli scrittori che ama: i libri, infatti, sono per lui «come isole portatili perché ci garantiscono una sorta di isolamento dal mondo circostante, offrono un riparo dalle necessità contingenti e spazio per la contemplazione». La letteratura, del resto, coltiva da sempre una vera ossessione per le isole e l’isolamento. Le pagine di Isole sono fittissime di riferimenti letterari, da Odisseo che si spinge oltre le Colonne d’Ercole a Marco Aurelio che riflette sulle relazioni tra tutti gli elementi dell’universo, da Rousseau felice della sua vita semplice sull’Isola di San Pietro a Montaigne per cui la città e le sue connessioni hanno il grande merito di «sfregare e limare il nostro cervello» con le idee degli altri. Non si tratta di abbracciare uno dei due partiti e di abbandonare l’altro. Ciascuno ha molte cose importanti da offrire, come ricorda Francis: «Da un lato c’era l’immersione nella pratica medica con la sua intensità, l’impegno sociale, il suo posto a bordo ring rispetto all’animazione e allo splendore dell’umanità, dall’altro i periodi trascorsi sulle isole e il viaggio al Polo con la distanza e la prospettiva che garantivano, l’opportunità di sentirsi parte di un mondo in qualche modo svuotato dell’umano, colmo di silenzio e di spazio da dedicare alla contemplazione». È stato molto più saggio di Alexander Selkirk, che nel 1704 venne abbandonato su un’isola del Pacifico, vi trascorse quattro anni e quando si riaffacciò alla civiltà abbandonò una moglie e poi un’altra perché si rese conto di essere innamorato del mare. Insieme alla propria famiglia, Francis ha qualche volta l’impressione «di non essermi avvicinato alla soluzione del dilemma: tira e molla, città e isola, il fiume impetuoso della vita in ambulatorio, la sua serenità durante l’isolamento. Ma c’è tempo». La ricerca non finisce mai.

Capri, Ischia e Procida
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Farrauto, Luigi <1981->

Capri, Ischia e Procida : il meglio da vivere, da scoprire / Luigi Farrauto

EDT, 2021

Abstract: Perfetta per un breve soggiorno, questa guida pratica e facile da usare raccoglie il meglio di Capri, Ischia e Procida: che cosa vedere, itinerari e segreti del posto per vivere un'esperienza indimenticabile. [...]

Il sentiero degli dei
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wu Ming 2

Il sentiero degli dei : un racconto a piedi tra Bologna e Firenze / Wu Ming 2

Nuova ed. aumentata

Feltrinelli, 2021

Luoghi letterari
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baxter, Sarah

Luoghi letterari / Sarah Baxter ; illustrazioni di Amy Grimes

Giunti, 2021

Abstract: Esplorate i luoghi e i paesaggi che hanno ispirato i grandi romanzi della letteratura mondiale, arricchito da incantevoli e delicate illustrazioni, è il libro ideale per viaggiare anche solo con la mente, senza spostarsi dalla poltrona di casa Grazie alle magnifiche illustrazioni e alle storie che vi prendono corpo, questa guida vi trasporterà immediatamente nelle mete letterarie di tutto il mondo, che si tratti delle lussureggianti e languide "backwaters" del Kerala di Arundhati Roy, degli spaventosi precipizi di Hanging Rock di Joan Lindsay o del labirinto di vicoli maleodoranti della Parigi di Victor Hugo. Non soltanto scenari sullo sfondo di di storie immortali, questi luoghi sono essi stessi grandi protagonisti. Immergetevi in questa Guida per viaggiatori ispirati per raggiungere con la mente le destinazioni che hanno fatto la storia della letteratura.

Luoghi spirituali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baxter, Sarah

Luoghi spirituali / Sarah Baxter ; illustrazioni di Harry e Zanna Goldhawk

Giunti, 2021

Abstract: Sarah Baxter svela le migliori destinazioni per vivere esperienze intense e immergersi in luoghi di straordinaria bellezza, ricchi di significato. Le descrizioni di scenari naturali mozzafiato e di suggestive capitali sacre sono accompagnate da racconti che affascinano e ispirano, permettendo di spostarsi prima di tutto con la mente. Grazie alle illustrazioni che trasmettono pace profonda e maestosa serenità, questa guida per viaggiatori ispirati accompagna i lettori a conoscere da vicino queste meravigliose destinazioni spirituali.

Cortina d'Ampezzo e dolomiti venete
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bassi, Giacomo <1980->

Cortina d'Ampezzo e dolomiti venete : il meglio, da vivere, da scoprire / Giacomo Bassi

EDT : Lonely Planet, 2021

Abstract: Perfetta per un breve soggiorno, questa guida pratica e facile da usare raccoglie il meglio di Cortina d'Ampezzo e delle Dolomiti Venete: che cosa vedere, itinerari e segreti del posto per vivere un'esperienza indimenticabile.

I racconti del ritorno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vanoli, Alessandro <1969->

I racconti del ritorno : esercizi di vita e di memoria da Ulisse a Neil Armstrong / Alessandro Vanoli

Feltrinelli, 2021

Abstract: In ogni viaggio il ritorno ci obbliga a fare i conti col nostro passato ed è per questo che assomiglia così tanto alla vita. Da Ulisse e Agamennone a Colombo, da Martin Guerre a Casanova, da Napoleone a Evita Perón e fino al ritorno dalla Luca di Neil Armstrong, un racconto dolce e malinconico di chi nei secoli e nei millenni è tornato indietro e solo allora ha conosciuto se stesso. Il ritorno. Capita talvolta che l'essenza di un viaggio sia tutta lì: nel tempo sospeso in cui ogni cosa si chiude, quando le avventure cominciano a riassumersi nei ricordi, nello sforzo di far coincidere ciò che si è vissuto con il senso della vita precedente ormai lontana. Ritornare significa avviarsi verso casa carico di conoscenze e di esperienza; e ritrovarsi inevitabilmente diverso da come eri partito. Così, parlare del ritorno è anche parlare di se stessi e dell'età matura, del momento in cui ci si ritrova a fare i conti con quello che si è fatto, guardandosi indietro, come si fosse alla fine di un viaggio. Ma non c'è per forza tristezza nel ritorno. C'è anche il senso delle scelte compiute: ricordando e ragionando su ciò che si ritrova, si può raggiungere una maggiore pienezza e una comprensione più profonda. E alla fine non si potrebbe capire davvero ciò che si è fatto se non si avesse il coraggio di tornare. Storie lontane sul ritorno da un viaggio o sul ritorno a casa al termine della vita possono svelare qualcosa di nuovo riguardo al passato e, allo stesso tempo, rivelare qualcosa in più su di noi. Ecco dunque il racconto: per Alessandro Vanoli il senso del ritorno si trova nell'Odissea e nei nostoi, nei grandi archetipi di Ulisse e Agamennone, ma anche nelle avventure esemplari di grandi viaggiatori, su tutti quello di Cristoforo Colombo, incapace di vedere il nuovo e di cogliere la portata epocale del suo viaggio. Di lì sino a incrociare, tra storia e letteratura, il ritorno a Venezia di Casanova, per finire con l'avventura prometeica di Neil Armstrong, che vide la Terra dalla Luna. «Riflettere sul ritorno,» scrive Vanoli, «è riflettere su un momento fondamentale della nostra vita e dunque su ciò che siamo».

Una sfida impossibile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

O'Brady, Colin <1985->

Una sfida impossibile : l'Antartide in solitaria / Colin O'Brady ; traduzione di Chiara Ujka

Pozza, 2021

Abstract: Con l’intelletto di un accademico, la passione di un atleta e il coraggio di un esploratore, Colin O’Brady ha impresso il suo nome negli annali della tradizione polare, smentendo l’affermazione che il successo sia per pochi eletti e svelando ciò che serve per raggiungere grandi traguardi. Ottobre 2018. A bordo del cargo Ilyushin, in mezzo a un mucchio di scatole, tende e generatori, i passeggeri in viaggio verso l’Antartide per l’inizio della stagione delle spedizioni si contano sulle dita di una mano. Tra di loro c’è il giovane americano Colin O’Brady, reduce da un incidente che ha rischiato di inchiodarlo su una sedia a rotelle. Di fianco a lui, a condividere la stessa panca per le quattro ore di volo, si è accomodato un uomo che, soltanto a guardarlo, incute soggezione: è il capitano Louis Rudd, che nel corso degli anni ha trascorso più tempo di chiunque altro a trainare una slitta sui ghiacci dell’Antartide durante varie spedizioni. Entrambi sono diretti al campo base, dove attenderanno un altro velivolo che li calerà sul ghiaccio dell’Antartide per l’inizio ufficiale di una storica sfida: diventare la prima persona ad attraversare il continente in solitaria, senza rifornimenti e senza l’ausilio di vele o cani da slitta. Un’impresa che molti, dopo la morte del leggendario esploratore britannico Henry Worsley, hanno liquidato come impossibile. Sebbene sia stato a lungo un atleta professionista, scalando alcune tra le montagne più alte del mondo, compreso l’Everest, Colin sa che non sarà per nulla facile affrontare ciò che lo attende: condizioni atmosferiche brutali, temperature glaciali e millecinquecento chilometri da percorrere trascinando una pesante slitta. Ha inizio così l’epica avventura di un uomo che, isolato in una vasta distesa di ghiaccio giorno e notte, comprende che dovrà scavare dentro di sé più a fondo di quanto non sia mai andato prima, alla ricerca di riserve di energia a cui poter fare appello; imparando in fretta che l’Antartide non consente indecisioni: fai o non fai, agisci, ti muovi e speri per il meglio; e attingendo alle esperienze dei giganti che l’hanno preceduto, i pionieri polari capaci, con la loro esperienza, di insegnargli tutto ciò che sa sulla resistenza, la forza e la perseveranza.

111 luoghi di Bologna che devi proprio scoprire
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bellucci, Devis <1977->

111 luoghi di Bologna che devi proprio scoprire / Devis Bellucci

Emons, 2021

Abstract: Anticonformista, goliardica, dotta e solidale, Bologna è un intarsio di terracotta che rosseggia al sole mentre un misterioso labirinto di vie d'acqua gorgoglia nel suo sottosuolo; una città piena di contraddizioni e chiaroscuri, abituata a far convivere spiriti diversi, che sotto i suoi straordinari portici accoglie studenti, artisti e idee da ogni dove. 111 luoghi, storie e personaggi rivelano la sua sfuggente anima, gli angoli più insoliti e la sua incontenibile creatività: dal fumetto alla gastronomia, dal cinema ai motori alla letteratura.

Underland
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Macfarlane, Robert <1976->

Underland : un viaggio nel tempo profondo / Robert MacFarlane ; traduzione di Duccio Sacchi

Einaudi, 2020

Abstract: «Scoprire» è togliere ciò che serve a nascondere alla vista, riscattare dalle profondità ciò a cui era negata la luce. Partire dall'oscurità, allora, per comprendere più chiaramente: è questo che si propone Robert Macfarlane quando decide di intraprendere i suoi viaggi di esplorazione nel sottosuolo . Girando il mondo alla ricerca dei luoghi più nascosti, inaccessibili, straordinari, l'autore si è affidato a scienziati e guide locali per scendere nel ventre della Terra, e alla pagina scritta per riemergerne con nuove consapevolezze. Perché qui, sotto i nostri piedi, la mappa delle relazioni tra gli esseri umani e la natura si fa complessa, ma anche più nitida e affascinante. E luoghi insospettabili si rivelano custodi di arcani segreti. Come le Mendip Hills - non troppo lontane da casa per Macfarlane - che sovrastano tumuli funerari dell'Età del bronzo, o Boulby, nello Yorkshire, dove in un laboratorio a quasi un chilometro sotto la superficie si registrano segnali della materia oscura dallo spazio. O la romantica Parigi che si sdoppia nell'inquietante città invisibile delle catacombe - in cui lo scrittore si cala sfidando coraggiosamente la claustrofobia -, oggi considerata meta di pellegrinaggio da chi pratica l'urban exploration. O l'altopiano del Carso, attraversato da fiumi sotterranei scavati nel calcare. O le remote isole Lofoten, animate da misteriosi danzatori rossi dipinti nelle grotte marine, o la Groenlandia, dove si può ascoltare il blu dei ghiacci sofferenti per i cambiamenti climatici. O ancora Olkiluoto, in Finlandia, dove i rifiuti nucleari vengono sepolti in un nascondiglio che potrebbe trasformarsi in un devastante vaso di Pandora per i posteri. Ogni avventura sotterranea di Macfarlane diventa un racconto speciale, affollato di personaggi autentici e appassionati e percorso dalle parole di poeti, scrittori, artisti, studiosi che hanno corteggiato le profondità della Terra prima di lui. E tra le stratificazioni del passato e del presente, Macfarlane scorge anche una speranza per il futuro: perché solo attraverso la conoscenza di ciò che è stato sarà possibile orientarsi negli abissi ignoti di ciò che verrà. E correggere la rotta prima che sia troppo tardi.

Raccontare la geografia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Raccontare la geografia : percorsi didattici alla scoperta di luoghi, spazi e culture per la scuola secondaria di primo grado / Luisa Fazzini ... [et al.]

Erickson, 2020

Abstract: Il volume propone un approccio didattico nuovo alla geografia, allo stesso tempo critico ed emozionale. I contenuti della disciplina vengono integrati con l'orizzonte di senso stimolato dalla riflessione e dalla narrazione e con l'atteggiamento di curiosità e apertura del viaggiatore autentico. Oggi più che mai il compito di questa materia è rimettere al centro la relazione tra uomo e ambiente, con l'obiettivo di formare cittadini consapevoli. Le attività del volume consentono ai ragazzi di affinare gli strumenti per «leggere» il paesaggio e di approfondire le grandi problematiche della sostenibilità e dello sviluppo sul Pianeta. Il libro si articola in 8 unità tematiche: Il paesaggio; La città; Come studiare uno Stato; Lo studio dei continenti con l'Agenda 2030; La geografia con gli occhi del viaggiatore; Forme di turismo: siamo sostenibili? Un mondo di relazioni; Viaggiare è scoprire la bellezza nel mondo. Al termine di ogni unità, vengono presentati possibili agganci interdisciplinari e compiti di realtà che danno la possibilità ai ragazzi di sperimentare quanto appreso in un'ottica di costruzione delle competenze.

Cognetti Senza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cognetti, Paolo <1978->

Senza mai arrivare in cima : viaggio in Himalaya / Paolo Cognetti

B.I.I. onlus, 2020

Abstract: Che cos'è l'andare in montagna senza la conquista della cima? Un atto di non violenza, un desiderio di comprensione, un girare intorno al senso del proprio camminare. Questo libro è un taccuino di viaggio, ma anche il racconto illustrato, caldo, dettagliato, di come vacillano le certezze col mal di montagna, di come si dialoga con un cane tibetano, di come il paesaggio diventa trama del corpo e dello spirito. Perché l'Himalaya non è una terra in cui addentrarsi alla leggera: è una montagna viva, abitata, usata, a volte subita, molto lontana dalla nostra. Per affrontarla serve una vera spedizione, con guide, portatori, muli, un campo da montare ogni sera e smontare ogni mattina, e soprattutto buoni compagni di viaggio. Se è vero che in montagna si cammina da soli anche quando si cammina con qualcuno, il senso di lontananza e di esplorazione rinsalda le amicizie. Le notti infinite in tenda con Nicola, l'assoluta magnificenza della montagna contemplata con Remigio, il sa­liscendi del cammino in alta quota, l'alterità dei luoghi e delle persone incontrate. Questo è il viaggio che Paolo Cognetti intraprende sul finire del suo quarantesimo anno, poco prima di superare il crinale della giovinezza.

Passaggi segreti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pace, Federico <1967->

Passaggi segreti / Federico Pace

Laterza, 2020

Abstract: Tra le valli e i monti, lungo i fiumi e tra gli alberi. A pochi passi dalle città e lontanissimo dalle autostrade. Là dove il rumore delle metropoli retrocede, ci sono vie poco battute, percorsi ferroviari nascosti, passaggi fluviali e varchi che aprono la strada verso un'Italia preziosa e profonda. Dalle enigmatiche vie cave di Pitigliano scavate nel tufo al rocambolesco fascino della statale 92 che attraversa la dorsale della Basilicata. Dal sentiero di punta Manara che conduce lì dove, al confine con il mare, una torretta ancora sembra attendere l'attacco dei Saraceni, fino ai meandri misteriosi delle barene tra le isole abbandonate della laguna della Venezia Nativa. Dai gradoni luminosissimi e irreali della Salita dei Turchi fino al viaggio in traghetto, sulle acque rapide del Lago Maggiore, che conduce all'eremo di Santa Caterina del Sasso. Federico Pace ci accompagna in un suggestivo viaggio tra luoghi che diventano occasione di piccole epifanie, in cui si svela qualcosa di inatteso, un meravigliato contatto che, senza una partenza, non sarebbe stato possibile. Il paesaggio, il movimento, le storie delle persone e i loro legami offrono l'opportunità di uno sguardo diverso e nuovo su noi stessi, sugli altri e su quel che ci accade intorno.