Community » Forum » Recensioni

Il Conte di Montecristo
0 1 0
Dumas, Alexandre <1802-1870>

Il Conte di Montecristo

Milano : Feltrinelli, 2015

Abstract: Da capolavoro del romanzo popolare a capolavoro del romanzo: la storia della fortuna de "Il conte di Montecristo" si potrebbe condensare nella lenta caduta di un aggettivo. Fin dal suo primo apparire, in quella Francia degli anni Quaranta dell'Ottocento che era il più fervido e convulso laboratorio delle rivoluzioni europee, la storia dell'eroe borghese Edmond Dantès, eponimo della sfortuna e dell'ingiustizia, che si trasforma in spietato giustiziere, fu accolta dalle migliaia di avidi lettori di feuilleton come la più iperbolica incarnazione dello spirito del tempo. Un successo fulmineo, sancito dall'immediato passaggio all'edizione in volume e da un incredibile numero di ristampe e traduzioni. Ma fin da subito, quell'aggettivo, "popolare", suonò, in tutta una parte della critica colta, come una netta discriminazione, se non come una condanna. Al contrario, il "Montecristo" deve oggi essere situato nel posto che merita: all'apice della più felice stagione del romanzo europeo. Condotta sul testo francese meticolosamente stabilito da Claude Schopp, questa edizione comprende, oltre alla prefazione di Schopp, un apparato di note al testo, nonché un dizionario dei personaggi e delle persone storiche e un Indice dei luoghi.

Moderators: Valentina Tosi

99 Visite, 1 Messaggi
Utente 14327
6 posts

"Il Conte di Montecristo" di Alexandre Dumas edizione Feltrinelli
All'inizio ero spaventata dalla mole ma dopo aver letto le prime pagine, non ho più smesso. Un romanzo d'ingiustizia, vendetta ben congeniata, di riscatto e d'amore. La lettura risulta molto avvincente e scorrevole, tanto da leggere per ore e non accorgersi del tempo che passa. I capitoli non molto lunghi e i titoli che ne anticipano il contenuto aiutano nell'orientamento della trama. In fondo a questa edizione c'è l'elenco dei personaggi con le loro caratteristiche e i legami di amicizia e/o parentali che ho consultato spesso. Il finale risulta non chiarissimo ma si può perdonare.
Un classico che non può mancare.

  • «
  • 1
  • »

945 Messaggi in 912 Discussioni di 127 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online