GDL DELLA BIBLIOTECA DI ASOLA "Metti una sera un libro..."

 

Dal 2011 il gruppo di lettura di Asola, che consta adesso circa venti partecipanti, fissa mese per mese un incontro che ogni volta prende in esame un libro diverso. Ogni anno si propone un argomento attorno a cui ruota la scelta dei testi. Il gruppo è sempre aperto ad accogliere persone, come a lasciarle andare, a perdersi e a ritrovarsi secondo il libro prescelto. La passione per la lettura e la voglia di condividerla ha motivato anche i giovanissimi dell’Istituto di Istruzione Superiore “G. Falcone” di Asola che dalla fine del 2013 si ritrovano con costanza per raccontarsi reciprocamente il proprio libro del mese, ribadendo così in ogni occasione l’importanza di vivere la lettura come momento fondamentale della quotidianità e di partecipare alla realtà bibliotecaria, da sempre il centro di ritrovo e di integrazione sociale e culturale.

 

Ecco il calendario degli incontri per il 2018:


Ecco l'elenco dei libri letti... PARTECIPA E COMMENTA!

 

Trovati 58 documenti.

Full of life
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fante, John <1909-1983>

Full of life = una vita piena / John Fante ; traduzione di Alessandra Osti

Roma : Fazi, 1998

L'amante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Yehoshua, Abraham B.

L'amante / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Arno Baehr

Torino : Einaudi, [1995]

Abstract: Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse che siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

Due vite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brijs, Stefan

Due vite / Stefan Brijs ; traduzione di Franco Paris

Roma : Fazi, 2009

Abstract: Per chi, come il famoso protagonista del Racconto di Natale di Dickens odia le festività e il buonismo che le circonda "Due vite" può essere prima un'ottima lettura e poi un regalo provocatorio per togliere un po' di melassa al clima natalizio. Perfetto anche da leggere ad alta voce, magari proprio nelle fredde sere di dicembre, il romanzo breve racconta la vigilia di Natale di Willem, un giovane uomo in carriera sposato che si appresta a prendere parte alla cena di sempre, con menu di sempre, immerso nelle conversazioni di sempre. Finché va via la luce ed entra in scena l'altra vita del titolo, quella della solitaria e un po' stramba vicina di casa.

Sonja
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ulickaja, Ljudmila

Sonja / Ljudmila Ulickaja ; traduzione dal russo di Silvia Formiconi

Roma : E/O, [1997]

Abstract: Sonja ha una passione, la lettura, quasi una forma di alienazione mentale benigna, che la accompagnerà tutta la vita e che, in più di una occasione, le permetterà di proteggersi da eventi dolorosi. Una volta adulta, Sonja inizia a lavorare in una biblioteca, continuando così una esistenza tranquilla e al riparo dal mondo. Ma la sua vita non tarderà ad essere sconvolta dall'incontro con un uomo più grande di lei, un pittore di ritorno in Russia dopo un periodo di esilio in Francia. Negletto in patria, l'uomo è molto amato all'estero per il suo talento e il suo fascino. Quando conosce Sonja, nasce un grande amore. Seguono anni di felicità, la nascita di una figlia. Ma appare un'altra donna, una giovane amica della figlia che sconvolge il loro ménage.

Banalita del bene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deaglio, Enrico

Banalita del bene : storia di Giorgio Perlasca / Enrico Deaglio ; a cura di Carla Forti

Torino : Loescher, 1993

Abstract: Budapest, inverno 1944. I nazisti in Ungheria deportano e sterminano centinaia di migliaia di ebrei. Giorgio Perlasca, fascista nazionalista, si ritrova in questa città braccato dai tedeschi per frode commerciale. Riesce a farsi accreditare, attraverso la legazione della Spagna, come nuovo console di Spagna. In questa veste, inorridito dalla persecuzione razziale in corso, riuscirà a salvare dalla morte cinquemila ebrei di Budapest. Età di lettura: da 11 anni.

Sospetto
2 0 0
Materiale linguistico moderno

Everett, Percival

Sospetto / Percival Everett ; traduzione di Paolo Cognetti e Federica Bonfanti

Roma : Nutrimenti, 2013

Abstract: Paragonato tra gli altri anche a Simenon per l'implacabile desolazione che traspare dalle sue pagine, Percival Everett riesce a portare con facilità il lettore nelle lande senza speranza delle sue storie. Senza lasciarlo andare via.

Più forte della prigionia
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Folloni, Valentina - Folloni, Valentina

Più forte della prigionia : la vera storia di un IMI castiglionese / Valentina Folloni

Castiglione delle Stiviere : PresentARTsì, 2015

Abstract: "Per anni ho ascoltato il mio bisnonno parlare della guerra. In inverno, si sedeva davanti al caminetto e io, di fronte a lui, lo osservavo ammirata. I suoi racconti erano sempre carichi di un'emozione tangibile, ogni volta per lui era come rivivere quel passato immensamente doloroso. Non riusciva a trattenere le lacrime: calde e amare bagnavano le guance, scendevano da quegli occhi azzurro cielo seguendo le rughe che il tempo aveva disegnato sul suo volto. Ho fatto tesoro di quei racconti, li ho custoditi per anni scrivendoli su fogli e quaderni. Ora sono diventati un libro. Io ho ascoltato la storia di un testimone e l'ho fatta mia. Mi sento in dovere di raccontarla: adesso il testimone sono io".

Di seta e di sangue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Qiu, Xiaolong <1953->

Di seta e di sangue / Qiu Xiaolong ; traduzione di Fabio Zucchella

Venezia : Marsilio, 2011

Abstract: Una donna avvolta in un qipao rosso. Il suo corpo viene ritrovato in città alle prime luci dell'alba. Dopo averla uccisa, qualcuno l'ha vestita con l'antico abito in stile mandarino che, bandito dalla Rivoluzione culturale, è tornato di gran moda tra i ricchi nella Shanghai del duemila. È il primo di una serie di omicidi, per la polizia cinese, costretta a confrontarsi con un fenomeno considerato occidentale, uno scandalo. L'ispettore capo Chen Cao decide di occuparsi del caso, solo lui è in grado di tracciare il profilo psicologico di un serial killer che colpisce in una Shanghai sconvolta dai contrasti, dove l'industria dell'intrattenimento è sempre più prospera e redditizia e le inchieste sono manipolate dagli interessi di Partito e dei nuovi capitalisti. Indagando un crimine che affonda le sue radici nel recente passato, tragico e tumultuoso, dell'era post-Mao, il caso del qipao rosso offre a Qiu l'appiglio per scavare nei meccanismi politici e nella società della Cina moderna in preda a una corruzione incontrollabile, e di affrontare la questione bruciante delle ferite lasciate aperte dalla Rivoluzione culturale.

L' uomo duplicato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Saramago, José <1922-2010> - Saramago, José <1922-2010>

L' uomo duplicato / Jose Saramago ; traduzione di Rita Desti

Torino : Einaudi, [2003]

Abstract: Tertuliano Máximo Afonso insegna storia alle superiori e vive solo. Un giorno il suo collega di matematica gli suggerisce la videocassetta di un film. Tertuliano la affitta, torna a casa, accende il videoregistratore e, quando partono le prime immagini, ecco iniziare la storia che è il cardine dell'«Uomo duplicato». Perché in quella videocassetta c'è un Tertuliano più giovane. Come sia possibile non si sa; la vicenda assume una connotazione misteriosa e inquietante, mentre il protagonista vede e rivede se stesso. Perché quel film? Chi è quell'attore uguale a lui? Cosa significa quel doppio? Se raccontasse di lui cose che non conosce, che non ha vissuto?

Firmino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Savage, Sam

Firmino : avventure di un parassita metropolitano / Sam Savage ; traduzione di Evelina Santangelo

Torino : Einaudi, 2008

Abstract: Firmino è un topo nato in una libreria di Boston negli anni Sessanta. È il tredicesimo cucciolo della nidiata, il più fragile e malaticcio. La mamma ha solo 12 mammelle e Firmino rimane l'unico escluso dal nutrimento. Scoraggiato, si accorge che deve inventarsi qualcosa per sopravvivere e comincia ad assaggiare i libri che ha intorno. Scopre che i libri più belli sono i più buoni. E diventa un vorace lettore, cominciando a identificarsi con i grandi eroi della letteratura di ogni tempo. In un finale di struggente malinconia, Firmino assiste alla distruzione della sua libreria ad opera delle ruspe per l'attuazione del nuovo piano edilizio.

La sfuriata di Bet
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Frascella, Christian

La sfuriata di Bet / Christian Frascella

Torino : Einaudi, 2011

Abstract: Bet è davvero arrabbiata, con la famiglia, con i compagni di scuola, con il mondo, e forse anche con

Il ritorno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kramar, Ana - Kramar, Ana

Il ritorno : storie migrabonde / Ana Kramar

Asola : Gilgamesh, 2014

Vergogna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Coetzee, J. M. <1940->

Vergogna / J. M. Coetzee ; traduzione di Gaspare Bona

Torino : Einaudi, [2003]

Abstract: A suo avviso, per essere un uomo della sua età, cinquantadue anni, divorziato, ha risolto il problema del sesso piuttosto bene. E' la prima frase di Vergogna, e chi la pronuncia, il professor David Lurie, quel problema non l'ha risolto affatto. Non a caso, una sera Lurie invita a casa sua una studentessa e la seduce. Costretto a lasciare la professione, Lurie si rifugia da sua figlia, in campagna. Qui potrebbe trovare la pace, e invece trova altra violenza, quella che tre sconosciuti esercitano sulla ragazza. Lurie vorrebbe denunciarli, ma sua figlia si oppone, sostenendo che il pericolo con cui i bianchi convivono è il prezzo da pagare per avere diritto alla terra.

Una bambina e basta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Levi, Lia

Una bambina e basta / Lia Levi

Roma : Edizioni e/o, 1997

Abstract: Questo è la storia di una bambina ebrea e del suo rapporto con la madre. La piccola viene nascosta in un convento cattolico alle porte di Roma per sfuggire alla deportazione. È attratta dal dio "buono dei cristiani e non da quello sempre arrabbiato degli ebrei", dalla sicurezza di quel mondo cattolico non minacciato, da una lieve vertigine mistica ambiguamente incoraggiata da qualche monaca, dalla speranza d'interpretare la Madonna alla recita di Natale. Ma quando è a un passo dall'abbracciare la nuova fede, interviene la madre, "tigre, leonessa, che ha poco tempo per libri e sinagoghe perché deve difendere le figlie", la loro vita ma anche la loro identità minacciata. Solo a guerra terminata potrà dire alla figlia: tu non sei una bambina ebrea, sei una bambina e basta.

Leggere Lolita a Teheran
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nafisi, Azar

Leggere Lolita a Teheran / Azar Nafisi

Milano : Adelphi, [2004]

Abstract: Nei due decenni successivi alla rivoluzione di Khomeini, mentre le strade e i campus di Teheran erano teatro di violenze barbare, Azar Nafisi ha dovuto cimentarsi nell'impresa di spiegare a ragazzi e ragazze, esposti in misura crescente alla catechesi islamica, una delle più temibili incarnazioni del Satana occidentale: la letteratura. È stata così costretta ad aggirare qualsiasi idea ricevuta e a inventarsi un intero sistema di accostamenti e immagini che suonassero efficaci per gli studenti e, al tempo stesso, innocui per i loro occhiuti sorveglianti. Il risultato è un libro che, oltre a essere un atto d'amore per la letteratura, è anche una beffa giocata a chiunque tenti di proibirla.

La storia
0 1 0
Materiale linguistico moderno

Morante, Elsa - Morante, Elsa

La storia : romanzo / Elsa Morante

Torino : Einaudi, [1974]

Abstract: A questo romanzo (pensato e scritto in tre anni, dal 1971 al 1974) Elsa Morante consegna la massima esperienza della sua vita dentro la Storia quasi a spiegamento totale di tutte le sue precedenti esperienze narrative: da L'isola di Arturo a Menzogna e sortilegio. La Storia, che si svolge a Roma durante e dopo la seconda guerra mondiale, vorrebbe parlare in un linguaggio comune e accessibile a tutti.

L' ultima volta che ho avuto sedici anni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Buzzi, Marino

L' ultima volta che ho avuto sedici anni / Marino Buzzi

Milano : Baldini & Castoldi, 2015

Abstract: Giovanni e la sua irrequieta adolescenza, le sue paure, le sue debolezze. Un ragazzo dal corpo troppo ingombrante per poter passare inosservato, vittima perfetta dei bulli della scuola. Il sadico equilibrio creatosi all'interno della piccola comunità si rompe quando Giovanni scompare nel nulla, improvvisamente. E lui stesso a raccontare in presa diretta cosa succede in paese dopo la sua scomparsa, quali sono le reazioni di tutti, da una prospettiva obliqua e lucidissima, utile a restituire i comportamenti e gli umori della gente di fronte a un evento tristissimo e inspiegabile. "L'ultima volta che ho avuto sedici anni" racconta una storia purtroppo quotidiana, tanto feroce quanto possono esserlo i ragazzi. Ci racconta l'inconsapevolezza che a volte guida i più giovani nel mettere in pratica le violenze più ignobili e ottuse.

Il senso di una fine
3 2 0
Materiale linguistico moderno

Barnes, Julian

Il senso di una fine / Julian Barnes ; traduzione di Susanna Basso

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: La vita di Tony Webster è stata un fiume relativamente tranquillo, da costeggiare al riparo di scelte ragionevoli e sistematici oblii. Ora però la lettera di un avvocato che gli annuncia un'inattesa quanto enigmatica eredità sommuove il termitaio poroso del passato, e il tempo irrompe nella noia del presente sotto forma di parole risalenti all'adolescenza, quando Tony procedeva all'educazione morale, sentimentale e sessuale che ne avrebbe fatto, inavvertitamente come spesso accade, l'adulto che è. Il percorso a ritroso nelle zone d'ombra della vita, con i suoi dolori inesplorati e i suoi segreti, diventa cosi riflessione sulla fallacia della storia, quella certezza che prende consistenza là dove le imperfezioni della memoria incontrano le inadeguatezze della documentazione, secondo il geniale amico dei tempi del liceo, Adrian Finn. Ed è dunque a quel punto di congiunzione, ai ricordi imperfetti come ai documenti inadeguati, che il vecchio Tony deve ora guardare per comprendere le vicissitudini del Tony giovane. Come ha potuto la ragazza di allora, Veronica Ford, preferirgli l'amico raffinato e brillante, Adrian? Ci sono solo Camus e Wittgenstein dietro l'estrema decisione di Adrian? Da che cosa ha voluto metterlo in guardia tanti anni prima la madre della ragazza? Perché a distanza di quarant'anni Veronica ritorna nella sua vita con un bagaglio di silenzi e il rifiuto di dargli ciò che è suo? Gli indizi da studiare tessono un filo d'Arianna di reminiscenze inaffidabili.

Olive Kitteridge
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strout, Elizabeth

Olive Kitteridge / Elizabeth Strout ; traduzione di Silvia Castoldi

Roma : Fazi, 2009

Abstract: Un villaggio del Maine, diventa simbolicamente l'ombelico del mondo. A reggere i fili di questo, "romanzo in racconti”, e' Olive Kitteridge, insegnante in pensione, che grazie al suo sguardo critico ci racconta tutto dei suoi concittadini. La Strout, che vince il Pulitzer nel 2009 con questo romanzo, regala ai lettori un affresco a volte spietato, ma sempre onesto, delle varie declinazioni dell'animo umano.

Odette Toulemonde e altri racconti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schmitt, Eric-Emmanuel <1960->

Odette Toulemonde e altri racconti / Eric-Emmanuel Schmitt ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

Roma : Edizioni e/o, 2008

Abstract: Balthazar è uno scrittore di successo, Odette fa la commessa in un negozio di periferia. Balthazar ha una bella moglie, una bella casa; Odette è sola con due figli difficili e vive in un alloggio popolare. La vita è stata generosa con Balthazar, avara con Odette. Eppure l'infelice è lui. Un concorso di circostanze fortuite metterà in contatto queste due vite altrimenti distanti anni luce: un incontro che trasformerà completamente l'esistenza di entrambi. Contrariamente a quanto avviene di solito il racconto è tratto da un film, Odette Toulemonde appunto, il primo film scritto e diretto da Schmitt. Come racconta l'autore nella sua postfazione, le novelle che compongono la raccolta sono state scritte durante le riprese del film, nei ritagli di tempo e contro il parere della casa di produzione, quasi di nascosto. Sono otto storie di donne alla ricerca della propria felicità, del proprio equilibrio interiore: una galleria di personaggi stravaganti, commoventi, eccentrici che Schmitt segue con ironia nel loro curioso percorso esistenziale, dipingendone con maestria quei tratti umani, talvolta assurdi, in cui è facile identificarsi. Otto piccoli romanzi, completi pur nella loro brevità.