Trovati 994 documenti.

Mostra parametri
Quasi leggera morte
0 0 0
Libri Moderni

Mandel'stam, Osip Emil'evic <1891-1938>

Quasi leggera morte : ottave / Osip Mandel'stam ; a cura di Serena Vitale

Milano : Adelphi, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 1

Abstract: «Chi potrà mai dirci da dove è arrivata fino a noi la divina armonia che chiamiamo "poesia di Mandel'stam"?» si chiedeva Anna Achmatova. Se lo chiederà anche il lettore di queste Ottave, un ciclo di liriche prodigiose nate in gran parte nel novembre 1933, e dunque quasi contemporaneamente al celebre epigramma contro Stalin, «il montanaro del Cremlino», dove parlavano la rabbia e l'orrore del suddito. Solo così, dopo aver pagato il tributo a un presente in cui il potere non si limita ad asservire, ma pretende anche di spiare nelle menti degli schiavi, Mandel's?tam è libero di inoltrarsi nel non-tempo e non-spazio della lirica pura. In un'epoca che promette e celebra il «radioso futuro», le Ottave di Mandel'stam («poesie sulla conoscenza» le definiva) portano il lettore indietro, sempre più indietro, in un universo incorporeo, rarefatto, dove la creazione si sta ancora compiendo - e coincide con la nascita della parola poetica.

La foresta dell'amore in noi
0 0 0
Libri Moderni

Adūnīs <1930->

La foresta dell'amore in noi / Adonis ; traduzione dall'arabo di Fawzi Al Delmi

[Milano] : Guanda, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Una raccolta in cui il linguaggio fluido e ardente del poeta arabo contemporaneo ribadisce con energia la fiducia nella poesia come via privilegiata per la conoscenza.

Canto dell'astronauta pazzo
0 0 0
Libri Moderni

Verzotti, Emanuele <1967->

Canto dell'astronauta pazzo : poema / Emanuele Verzotti

San Cesario di Lecce : Manni, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: È un lungo poema, memoriale bislacco di un io errante maschile in fuga dalla realtà fisica dopo una cocente delusione amorosa. Fra realtà e immaginazione, vita concreta e stato allucinatorio, si susseguono circostanze e contesti con personaggi dalla cultura letteraria e non solo, da Eva madre dei viventi ad Astolfo a Jurij Gagarin sino all'incontro con Dio. Un messaggio visionario sul futuro dell'umanità, un elogio della pazzia, un inno al potere trasfigurante dell'amore e della poesia.

Dietro le quinte
0 0 0
Libri Moderni

Usuardi, Annalisa <1948->

Dietro le quinte / Annalisa Usuardi

Mantova : Sometti, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Urban love, makes, urban poem
0 0 0
Libri Moderni

Aldrovandi, Paolo <1974->

Urban love, makes, urban poem / Paolo Aldrovandi ; postfazione di Stefano Iori

[Villafranca Lunigiana] : Cicorivolta, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Quelle di Paolo Aldrovandi sono poesie che non rassicurano il lettore. Lo conducono anzi, con netta caparbietà, sul culmine di un'onda che prorompe da una voce cruda e dura, come dura (e segnata da trame sanguinanti) è la pelle di chi vive sulla soglia di un baratro annunciato e forse desiderato: ...può essere una poesia anche una canzone? No non va così, la poesia respira in modo differente, tiepidi o caldi amori nella sabbia e le parole trascorrono e nel mare precipitano. Dichiaratamente, per l'autore, è l'arte del nostro tempo accovacciata e ladra che mina ogni movimento." (Dalla Postfazione di Stefano Iori)

Osare dire
0 0 0
Libri Moderni

Viviani, Cesare <1947->

Osare dire / Cesare Viviani

Torino : Einaudi, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Viviani ha ormai al suo attivo una lunga serie di libri che hanno fatto la storia della poesia italiana contemporanea. In questo percorso ha attraversato diverse fasi, variando la sua voce e la forma dei testi. Nei suoi libri più recenti era emersa una scrittura aforistico-assertiva che affrontava direttamente i temi delle "cose ultime" che più gli stanno a cuore. Con questa nuova raccolta, pur non derogando all'essenzialità dei pensieri e delle occasioni (la natura come misura esemplare, il riconoscimento dei limiti umani, la fine), si manifesta una svolta, o per meglio dire un ritorno, verso un dire più allusivo, ambiguo, sfuggente, a volte enigmatico, sorprendente per associazioni ed esiti linguistici. Dunque una rinnovata fiducia nella poesia e, sempre di più, nella voce umana, luminosa e fragile; e anche nella percezione di ciò che dura più dell'uomo, purché si proceda col necessario rispetto: sapendo che qualsiasi invocazione o preghiera è un osare, un gesto che sfiora l'azzardo. E che quindi va compiuto con consapevole riserbo.

Quando le parole incontrano la vita
0 0 0
Libri Moderni

Vecchiato, Paola

Quando le parole incontrano la vita / Paola Vecchiato

Mantova : Il Rio, 2016

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Sono versi liberi, e strofe di varia lunghezza, questi che compongono la silloge d'esordio di Paola Vecchiato. Cosa ci troverete? Poesia emotiva in cui in prima persona c'è una poetessa che si racconta e racconta la sua vita. Ci sono state poetesse importanti che hanno raccontato se stesse attraverso la poesia: tra tutte Alda Merini e Anne Sexton. Cito queste due grandi autrici perché Paola Vecchiato, nel suo ambito, cerca di sondare l'anima e le grandi ecchimosi che ci infligge la vita così come le due poetesse forse hanno trovato, nella sofferenza, l'antidoto e una piccola consolazione mai pacificata.

Erranti senza ali
0 0 0
Libri Moderni

Schultz, Philip <1945->

Erranti senza ali / Philip Schultz ; a cura di Paola Splendore ; traduzione di Maria Adelaide Basile ... [et al.]

Roma : Donzelli, 2016

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: I cani sono al centro di questo poemetto, «maestri» a quattro zampe infinitamente superiori agli esseri umani. L'io narrante e protagonista - un uomo che si guadagna da vivere portandoli a spasso nei parchi di New York - esce sminuito dal confronto, come «eclissato / da una forza superiore», ma non per questo umiliato. Gli piace nascondersi dietro i cani, non attirare su di sé l’attenzione degli altri, mentre una ridda di ricordi ossessivi si rincorre senza tregua nella sua mente ferita, immagini e fantasmi del passato, il padre che si ammazza di lavoro, la depressione, un tentativo di suicidio a vent’anni, l’elettroshock e, sopra a tutto questo, l’attacco alle Twin Towers. Spezzoni narrativi, frammenti di una vita in cui si intersecano ironia e pathos che lasciano emergere qua e là, a ritmo di jazz, squarci inquietanti sull’America prima e dopo l’11 settembre. Erranti senza ali rappresenta il culmine della raccolta Failure, con cui Philip Schultz vince il premio Pulitzer nel 2008: un esito ironico per un volume beckettianamente intitolato al fallimento, inteso come l’altra faccia del sogno americano. La forza di Schultz è nel linguaggio intimo e diretto con cui tratta i suoi temi: l’appartenenza a una famiglia di ebrei immigrati nell’America del XX secolo; la riflessione sulla fragilità dell’essere umano; l’affinità con il mondo marginale; il conflitto tra aspettative e realtà. Il termine erranti del titolo rinvia immancabilmente alla diaspora ebraica, ma nel corso del poemetto gli «erranti senza ali» sembrano potersi identificare con l’umanità intera, «lo spettacolo di Dio da sempre in scena», un’umanità rappresentata da insetti insignificanti, esseri che vagano senza meta come a scontare una condanna originaria, ossessivamente ripiegati su se stessi, destinati a ripetere errori, accumulare frustrazioni. Il dog-walker di New York, alter ego dell’autore, esprime una filosofia minima di vita, una visione dal basso, ad altezza di cane si direbbe. Un mondo senza ali, privo di trascendenza.

Italia
0 0 0
Libri Moderni

Wright, Charles <1935->

Italia / Charles Wright ; a cura di Moira Egan e Damiano Abeni

Roma : Donzelli, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Pensami di tanto in tanto, come io penso a te quando la luna è una zecca dorata nel cielo estivo gonfia di luce: tu sei parte delle mie parti del discorso. Pensami di tanto in tanto. Io penserò a te." (A Giacomo Leopardi in cielo)

Vittorio Emanuele 2.
0 0 0
Libri Moderni

Maltauro, Mirco <1950->

Vittorio Emanuele 2. : le confessioni di un re fortunato : la leggenda dell'Unità d'Italia / Mirco Maltauro

[Montichiari] : Fondazione Zanetto, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Dove l'anima respira
0 0 0
Libri Moderni

Bigliardi, Marisa

Dove l'anima respira / [Marisa Bigliardi] ; le immagini che appaiono nel libro sono di Carla Bertellini, Francesco Bonaretti

[Provincia di Mantova : s.n., 2016?]

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Frammenti di emozioni
0 0 0
Libri Moderni

Bigliardi, Marisa

Frammenti di emozioni / Marisa Bigliardi

Melegnano : Montedit, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Escluso il ritorno
0 0 0
Libri Moderni

Finzi, Zara

Escluso il ritorno / Zara Finzi ; prefazione di Maria Luisa Vezzali

San Cesario di Lecce : Manni, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In sei sezioni un itinerario poetico ricalca quello della vita. Filo conduttore sono gli anni che passano segnando il corpo e lo spirito. Scrive Maria Luisa Vezzali nell'Introduzione: "Escluso il ritorno si tiene in miracoloso equilibrio tra malinconia e meraviglia, paura e accettazione, diario e aforisma, auscultazione dei fremiti interiori e ricognizione dei drammi esterni. Il linguaggio è l'acqua felice che benedice le perdite e i guadagni, lava le apparizioni minime e massime con il suo fascino abbagliante, trascina l'intero patrimonio ereditario di visioni, desideri e amnesie nel suo trasparente fluire, unire, medicare".

Viandante di me stessa
0 0 0
Libri Moderni

Federici, Tersilla

Viandante di me stessa / Tersilla Federici

Roma : Pagine, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Cioccolatini di carta
0 0 0
Libri Moderni

Righi, Laura

Cioccolatini di carta / Laura Righi

Villanova di Guidonia : Aletti, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Si chiude da sé
0 0 0
Libri Moderni

Montanari, Gabriella <1971->

Si chiude da sé / Gabriella Montanari

Asola (Mn) : Gilgamesh, 2016

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Da dove esce questa nenia magnetica e fiorita, così piena di morte e di vitalità? Chi è questa donna scimmia che applaude con i piedi per far fiorire dicembre, questa accusatrice e divoratrice di uomini, di padri, di figli e di se stessa? Dove siamo qui, nella poesia o in quel luogo prima di tutti, fatale, maledetto, ancestrale a cui la poesia - se è lei, con gli occhi di diaspro - conduce? Dove inizia questo incessante, snervato, nudo, funereo e sempre rinascente monologo? Dove finisce? È forse solo - come con diligenza da secchiona suggerisce con tanto di citazione finale l'autrice l'attraversamento furioso e scontato di una passione amorosa? Di peripezie erotiche e inseguimenti, fino a farsi "gnocchi" di patata l'una nell'altro? Cresce questa nenia in mezzo a ritorni in Africa, partenze dall'Africa, e quali Afriche domestiche e di bassa romagnola tra antiche divinità, riti nuovi e remoti di bambini... Per questo, in mezzo a gnocchi e a grumi di piacere e dolore, il libro è - ancora una volta verrebbe da dire, conoscendo la Montanari, ma con più estrema immaginazione e fatalità - un viaggio tra figliolanza e maternità.

La natura del bastardo
0 0 0
Libri Moderni

Rondoni, Davide <1964->

La natura del bastardo / Davide Rondoni

Milano : Mondadori, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Un vero e proprio formidabile accendersi, e poi riaccendersi, di frammenti vitali, in un coacervo di esperienze, di impressioni forti e contraddittorie, di amore vario eppure ininterrotto, in un rapporto costante e diretto con il reale, nella contemporaneità, che non lascia tregua al lettore. Davide Rondoni tocca con questo libro il punto di più persuasiva tensione nella sua ricerca poetica, che si propone come fortemente innovativa pur senza programmarsi come tale. Innovativa perché riesce a cogliere, dalla dimensione anche apparentemente banale dell'esistere e dalla normalità del linguaggio piano della comunicazione, gli strumenti e gli spunti per una riflessione implicita continua sulla dimensione umana, non senza i felici effetti di improvvisi stacchi verticali. Rondoni ci offre dunque i suoi viaggi nella quotidianità del molteplice manifestarsi dell'amore, con la capacità di attraversare il buio dell'esperienza e delle cose e di farle trionfare in una sorta di imprevista luce. La luce che squarcia l'opacità apparente dell'esistere."

Perchè no?
0 0 0
Libri Moderni

Ovadia, Moni

Perchè no? : l'ebreo corrosivo / Moni Ovadia

Milano : La nave di Teseo, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Perché questa storiella per me è estremamente importante? Perché muove una questione centrale nell’ebraismo: la domanda. La domanda è una delle basi che sostengono la cultura e il pensiero ebraici. Essere umano è colui che sa porre domande, non chi dà risposte. Perché chi pone domande apre alla produzione di senso, apre al futuro, dà alle generazioni a venire la possibilità di intervenire, di esistere. Perché la domanda è quella che apre la questione, sollecita una risposta anche su questioni già apparentemente chiuse: si trova sempre una nuova domanda.

Poema umano
0 0 0
Libri Moderni

Dolci, Danilo

Poema umano / Danilo Dolci ; postfazione di Silvio Perrella

Messina : Mesogea, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Dopo anni di assenza, torna finalmente in libreria la raccolta poetica – pubblicata da Einaudi nel 1974 – in cui Danilo Dolci dà «forma unitaria a una materia unitaria»: i versi che ha scritto dal suo arrivo in Sicilia e che sono spesso stati occasione di confronto tra quanti partecipavano alle attività che animava verso un mondo nuovo.

Il "terzo libro"
0 0 0
Libri Moderni

Caproni, Giorgio <1912-1990>

Il "terzo libro" : e altre cose / Giorgio Caproni ; prefazione di Enrico Testa ; con un saggio di Luigi Surdich

Torino : Einaudi, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "Questa mia scelta di versi è quasi per intero tratta dal Terzo libro del 'Passaggio d'Enea'. Vuol essere la ricostituzione d'un libro - il mio terzo libro, appunto - che già incorporato nel folto 'Passaggio d'Enea', mancò tuttavia d'uscire al netto nella sua propria e precisa fisionomia, e che isolato e riorganizzato nella sua intima struttura, e infine tutto in sé concluso, mi piace oggi riconsiderare, con sufficiente distacco, come indicativo a me stesso della direzione - credo rimasta determinante - della mia ricerca negli anni che pressappoco corrono, piccole appendici e digressioni a parte, dal '44 al '54". Con questa spiegazione Caproni accompagnava l'edizione einaudiana del 1968. Quell'edizione fu in realtà l'occasione per trasformare il suo "terzo libro" in una sorta di autoantologia inserendo nel volume poesie tratte dal "Seme del piangere" (1959) e dal recente, allora, "Congedo di un viaggiatore cerimonioso" (1965), nonché alcuni testi inediti. Dunque un'idea di recupero archeologico si era trasformata in una nuova raccolta organica che voleva rappresentare la continuità della poesia di Caproni nel tempo, nonostante modalità stilistiche diverse fossero giunte a maturazione. Questa nuova edizione è l'occasione per riconsiderare lo snodo fondamentale di quel libro nel percorso poetico di Caproni. Prefazione di Enrico testa. Con un saggio di Luigi Surdich.