Trovati 14462 documenti.

Mostra parametri
Malacarne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malacarne

Publi Paolini, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Cinzia Bulone: Fragili atmosfere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cinzia Bulone: Fragili atmosfere / a cura di Alain Chivilò

a cura di Alain Chivilò, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Beuys x tutti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Beuys x tutti / a cura di Antonio d'Avossa

[a cura di Antonio d'Avossa, 2021]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il giro del mondo dell'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Daverio, Philippe <1949-2020>

Il giro del mondo dell'arte : le grandi civiltà : dall'antico Egitto all'età moderna / Philippe Daverio

Solferino, 2021

Abstract: Cosa può avvicinare le antiche città della Mesopotamia a Napoli, o l'arte africana alle avanguardie del Novecento? Un incessante vagabondaggio tra culture diverse ma mai distanti che Philippe Daverio ha praticato con convinzione per una vita. Non si stancava di ripetere che ogni mondo dell'arte è legato all'altro, nonostante le differenze evidenti e innegabili. E per questo aveva deciso di dedicare un volume all'arte «degli altri mondi », spesso dimenticata a favore di quella «occidentale» e in realtà fondamentale per capire a fondo la grande cultura europea moderna. Si parte così dagli antichi Egizi e dai Fenici per arrivare alle civiltà del Medioriente e a quelle precolombiane. Si viaggia dal Giappone all'India, dall'Africa alla Cina, dall'Oceania al Sud- Est asiatico e all'America per scoprire il fascino segreto delle più grandi culture mondiali attraverso i capolavori più celebri e i tesori nascosti. Una cavalcata d'autore che è il seguito e il completamento ideale del Racconto dell'arte occidentale: con un occhio sempre attento e fuori dai canoni, pronto a cogliere i dettagli apparentemente minori, ma anche con il senso di un disegno più ampio che lo porta a ricostruire un'esotica storia dell'arte attraverso pittura, scultura e architettura dalla preistoria ai giorni nostri.

VeneziAsola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rugolo, Ruggero

VeneziAsola : i ritratti asolani dei rettori veneti e un'occasione mancata per Giambattista Tiepolo / [a cura di] Massimo Favilla, Ruggero Rugolo ; prologo Sebastiano Pedrocco ; introduzione Andrea Pelizza ; appendice Giorgia Busetto, Sara Grinzato

Cierre, 2021

Abstract: Sopravvissuti al furore iconoclasta che si accanì contro i simboli della Repubblica di Venezia dopo la sua caduta nel 1797 e rimasti a lungo nell'oblio, i ritratti dei dogi e dei provveditori veneti costituiscono una preziosa testimonianza della devozione di Asola verso la Serenissima. I dipinti restituiscono i sembianti dei provveditori Giovanni Marco Michiel (1686), Alberto Gozzi (1687) e Gasparo Luca (1688); a questi si aggiungono le effigi dei dogi Alvise Pisani (1735-1741) e Francesco Loredan (1752-1762). Un caso singolare è costituito dal ritratto del "protettore" della comunità di Asola Marcantonio Dolfin (1755). Un'opera nella quale avrebbe dovuto cimentarsi Giambattista Tiepolo ma che alla fine fu assegnata all'amico Fortunato Pasquetti, uno dei più quotati ritrattisti sulla piazza veneziana dell'epoca. Lo studio diretto delle opere, corroborato da un'approfondita ricerca bibliografica e da un'escavo negli archivi Comunale e Parrocchiale di Asola, di Stato e del Patriarcato di Venezia, ha consentito di confermare la paternità dei ritratti di Michiel e Gozzi al pittore bresciano Francesco Paglia e di assegnare a Fortunato Pasquetti quelli di Loredan e di Dolfin.

Moroni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brignoli, Luca - De Pascale, Enrico <1953->

Moroni / Luca Brignoli, Enrico De Pascale

Giunti, 2021

Abstract: La figura e le opere di Giovan Battista Moroni, nato ad Albino (in Val Seriana), uno dei maggiori ritrattisti del Cinquecento.

Tavolette lignee
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bosoni, Alessandro

Le tavolette lignee da soffitto del MuVi di Viadana / fotografie di Alessandro Bosoni

[Viadana : Fondazione Daniele Ponchiroli, 2021]

Pedalando con Virginio Alberini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pedalando con Virginio Alberini : esposizione in sala Saviola, 23 maggio-27 giugno 2021 / a cura di Paolo Conti

[MuVi, 2021]

Botteghe di Tokyo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Urbanowicz, Mateusz <1986-> - Urbanowicz, Mateusz <1986->

Botteghe di Tokyo : l'arte del disegno di Mateusz Urbanowicz / Mateusz Urbanowicz

L'Ippocampo, 2021

Abstract: Mateusz Urbanowicz vive a Tokyo da parecchi anni. Nel 2016 esordisce con una serie di dieci tavole ad acquerello dedicate alle vecchie botteghe di Tokyo. I disegni, che subito ottengono un grande successo, appaiono su numerosi giornali e in trasmissioni televisive. L'autore decide quindi di completare la serie con quaranta nuove botteghe, esplorandone le varianti architettoniche nei vari quartieri tokyoti. Il libro finisce presto per diventare una guida di riferimento per tutti i nostalgici della vecchia Tokyo. Il testo bilingue, italo-giapponese, comprende un'appendice che spiega la tecnica usata per disegnare le facciate e il materiale adottato per realizzare i disegni, tutti ad acquerello.

Gillo Dorfles
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Francione, Fabio <1966->

Gillo Dorfles : vivere il presente osservando il futuro : annotazioni e divagazioni per un libro in divenire / Fabio Francione

Mimesis, 2021

Abstract: "La storia non ha quasi mai un andamento rettilineo, non solo per chi ne è il protagonista, ma per chi ne valuta gli accadimenti dall'esterno in un secondo tempo. È per questo, anzi, che molto spesso i dati storici ci sorprendono a posteriori e ci chiediamo come mai non corrispondano a quel processo che a noi sembrerebbe il più legittimo. Ma, se questo è il caso più comune, tuttavia, ci sono dei casi che vanno al di là della normale procedura che a noi sembrerebbe una ragionevole successione dei fatti; e spesso questa accidentalità è proprio quello che cambia inaspettatamente il procedere degli eventi. Ne abbiamo molti esempi sotto gli occhi; e del resto basta leggere attentamente un testo storico, senza pregiudizi 'di parte', per scoprire una quantità di contraddizioni che rendono più affascinante la vicenda storica."

Il potere o la vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fusini, Nadia <1946->

Il potere o la vita / Nadia Fusini

Il Mulino, 2021

Abstract: Un doppio ritratto, un affascinante enigma: i due ambasciatori, protagonisti di questo quadro, ci fissano con sguardo pensoso, diretto e al tempo stesso interiore. Ci affascina l'inquietante e indefinibile aria di mistero dei loro occhi seri, gravi, assorti in qualche segreto pensiero. Questo dipinto di Hans Holbein il Giovane mette in scena un'ossessione particolarmente forte nella corte scintillante di Enrico VIII, quella del potere e del comando, rivelandone il lato più oscuro. Cos'è quell'oggetto-macchia, lì in basso, che ingombra la scena? Un inciampo per lo sguardo, un pozzo di tenebra, a ricordarci la debolezza e la caducità della vita umana.

Renzo Piano & Renzo Piano Building Workshop
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ciccarelli, Lorenzo <1987->

Renzo Piano & Renzo Piano Building Workshop / Lorenzo Ciccarelli

Giunti, 2021

Abstract: Monografia su Renzo Piano ed il Renzo Piano Building Workshop.

Simmetrie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Veneziani, Jacopo <1995?->

Simmetrie : osservare l'arte di ieri con lo sguardo di oggi / Jacopo Veneziani

Rizzoli, 2021

Abstract: La prospettiva di Masaccio può svelarci le ragioni profonde dei tagli di Fontana? I paesaggi sconfinati di Friedrich potrebbero essere una chiave di lettura della pittura di Rothko? È possibile che artisti così lontani abbiano un fondamento comune? Il futuro delle immagini del passato è nel nostro sguardo di osservatori del XXI secolo.

I sette pilastri dell'arte di oggi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caroli, Flavio <1945->

I sette pilastri dell'arte di oggi : da Pollock alle bufere del nuovo millennio / Flavio Caroli

Mondadori, 2021

Abstract: «Del mio tempo mi interessa tutto. E se poi si tratta di arte, di creatività e di bellezza, semplicemente mi perdo». Flavio Caroli, tra i più noti e stimati critici e storici dell'arte italiani, ci ha fatto innamorare delle grandi opere del passato. In questo nuovo volume ci prepara invece al colpo di fulmine con «il genio del Duemila», individuandone i «pilastri», perché «non si può capire l'arte d'oggi se non se ne conoscono almeno le fondamenta». All'origine dei tanti linguaggi dell'arte contemporanea, Caroli identifica sette rivoluzioni maturate a partire dagli anni della Seconda guerra mondiale. L'avventura non può che cominciare con l'Action Painting e le tele di Jackson Pollock - accanto a lui, il francese Jean Fautrier, fondatore dell'Informale al di qua dell'Atlantico -, per proseguire con la Pop Art in un «mondo che sfugge in ogni modo dai confini dell'arte visiva tradizionale». Mentre poi fotografia e pittura figurativa, due linguaggi in combattimento tra loro da più di un secolo e mezzo, s'impongono attraverso gli scatti di Irving Penn e di Ugo Mulas, e i quadri di Francis Bacon e Lucian Freud: tutto è già pronto per le rivoluzioni successive. L'Arte Ambientale, il Minimalismo, l'Arte Concettuale, l'Arte Povera, la Body Art, l'autolesionismo nella Londra negli anni Settanta, la pioniera Marina Abramovi?, l'Arte Astratta, Anish Kapoor, «ponte mirabile fra arte d'Oriente e arte d'Occidente», fino agli «antimanieristici» anni Ottanta - che sempre, nei diversi secoli, più che chiudere il proprio tempo anticipano il secolo che sta per cominciare -, con protagonisti, tra gli altri, Jean-Michel Basquiat e Keith Haring. Caroli racconta la formazione e l'evoluzione di questi fondamentali snodi artistici, ne segnala le derivazioni, le eredità maturate e le proiezioni nel futuro. Tra ricordi personali, aneddoti e interpretazioni poetiche, accompagnati dalle immagini dei capolavori degli ultimi settant'anni, "I sette pilastri dell'arte di oggi" è un prezioso viatico per leggere la nostra contemporaneità con gli occhi dell'estetica.

Utrillo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tazartes, Maurizia <storica e critica d'arte>

Utrillo / Maurizia Tazartes

Giunti, 2021

Abstract: La figura e l'opera di Maurice Utrillo, nato nel 1883 a Montmartre da padre ignoto. Ci sono varie ipotesi, in merito, tutte nell’ambito degli artisti del tempo; finché nel 1891 un pittore catalano, Miquel Utrillo, ne assume la paternità e gli dà il cognome. La madre è Suzanne Valadon, modella e pittrice essa stessa. È lei che gli insegna a dipingere, e Maurice raggiunge una certa notorietà. Ancora giovanissimo manifesta però i segni di un’infermità mentale che lo condizionerà per tutta la sua esistenza, così come la dipendenza dall’alcol. Restano i suoi colorati e poetici paesaggi urbani, tema quasi esclusivo della pittura di Utrillo, svoltasi fino alla metà del secolo scorso lontana da ogni tentazione di avanguardia.

Dante e le arti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bussagli, Marco <1957->

Dante e le arti / Marco Bussagli

Giunti, 2021

La seconda ora d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montanari, Tomaso <1971->

La seconda ora d'arte / Tomaso Montanari

Einaudi, 2021

Abstract: Un viaggio alla scoperta di cento opere fondamentali, per imparare attraverso la bellezza a essere persone più umane e cittadini più consapevoli.

Arte a parte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pericoli, Tullio <1936->

Arte a parte / Tullio Pericoli

Adelphi, 2021

Abstract: Un quaderno di riflessioni sul mestiere, un abbecedario molto personale, un tentativo di autobiografia. E molto altro. Da qualche anno Tullio Pericoli conduce su se stesso, nel suo studio, una serie di curiosi esperimenti, di cui poi racconta i risultati in forma di libro. L'ultimo - questo - è per certi versi il più audace. Si trattava infatti di mettere alla prova gli occhi della fronte (come li chiama Pericoli) e gli occhi della mente, chiedendo ai primi di controllare tutto quello che la mano al lavoro faceva, e intanto ai secondi di addentrarsi nei «corridoi bui del cervello», riportando tutto quello che di inusuale gli accadesse di notare. I risultati della ricerca sono tanti quante sono le pagine di questo libro. In alcuni i lettori riconosceranno l'autore, ma altri hanno sorpreso lui per primo, spingendolo ad esempio a modi nuovi di vedere la pittura. Modi che Pericoli tenta di mettere definitivamente a fuoco anche per la via che gli è più naturale - ridisegnando cioè a matita le opere di alcuni suoi spiriti guida, da Morandi a Saenredam, alla ricerca dei loro segreti.

Per non morire d'arte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nespolo, Ugo <1941->

Per non morire d'arte / Ugo Nespolo

Einaudi, 2021

Abstract: D'arte si può morire per la malinconia di un'avventura solitaria, vuota di teorie e teorici, per la vacuità dei gesti pensati eroici e persi tra gli accumuli di opere-merce dell'era dell'everything goes. Questo sostiene Ugo Nespolo, una delle figure piú interessanti del panorama artistico italiano, la cui significativa complessità dottrinale e teorica parla del fare arte come possibilità di dare ancora energia a un mestiere che pare lentamente evaporato. Ironia e gioco come mezzo espressivo di un linguaggio creativo ed ecclettico carico di apporti concettuali: «Non si può fare arte senza riflettere sull'arte».

Hals
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pescio, Claudio <1953->

Hals / Claudio Pescio

Giunti, 2021

Abstract: Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d’oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d’animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.